mercoledì 16 marzo 2011

Speciale: L'alba della Chimera

<a href="http://readingattiffanys.blogspot.com/2011/03/speciale-lalba-della-chimera-giveaway.html"/><img src="http://i54.tinypic.com/4paol.jpg"/></a>

Sentì le labbra morbide sfiorarle appena
il collo mentre un tocco gelido le lambì il dorso delle mani


L'alba della chimera
di Margaret Gaiottina

Prezzo di copertina: € 9,80
Formato: Brossura
Pagine: 252
Lingua: Italiano
Editore: Mamma
Generi: Gialli e Fantasy, Horror e narrativa gotica

La Tessaglia selvaggia dei monasteri segreti. Un santuario dedicato ai riti bacchici. Il Guardiano più antico dell'era comune. Ma non si erano finalmente estinti tutti i vampiri? E allora, perché Matthew si ostina a restare un succhia sangue e per di più mutaforma? Perché... Christabel Rochester è destinata a morire e solamente un vampiro può salvarla. Un vampiro che faccia il proprio freddo sporco lavoro. Niente di più facile, se Christabel non fosse tanto irresistibile.

Nei capitoli precedenti:

La sedicesima notte

Ethan Rochester ha un volto autentico e umano e, seppur cristallizzato nella sua perfezione assoluta e nelle sue brucianti crisi di coscienza, si impone come appassionato e audace, in grado di spingersi oltre i limiti della sua naturale prudenza e istinto di protezione verso la donna della sua vita. Ethan si lascia tentare dall'amore per Liz, ne vive le tentazioni con intensità propria di chi ama veramente. Riuscirà a dare forma ai desideri più nascosti e ad affrontare gli istinti più segreti? Cosa accadrebbe a chi volesse interferire con l'armonia dei Rochester durante la prima notte di nozze? E se dalle fiamme scaturissero tre angeli vendicatori?

Questo libro è stato il primo libro che ha dato il via a questa avventura del blog per me. Abbiamo chiacchierato e divise i vari libri e a me è toccato questa piacevole lettura. Generalmente non amo leggere libri riguardo ai vampiri, ma appena arrivato questo ho iniziato a leggerlo con entusiasmo da subito. Facente parte della collana "A cena col vampiro" è il seguito del primo capitolo della saga con personaggi principali differenti ma facenti tutti parte della stessa grande e numerosa famiglia. Giro la prima pagina e da subito ci sono le immagini dei protagonisti, piano piano ti aiutano ad entrare a far parte del mondo della famiglia Rochester. Protagonisti principali Christabel Rochester, giovane ragazza malata di AIDS e per questo sempre molto debole, costretta ad una vita controllata al dettaglio per evitare gravi crisi e ricadute e Matthew Rochester, uno dei pochi vampiri mutaforma rimasti all'interno della famiglia, originario della Tessaglia dal carattere forte e protettivo, l'unico in grado di poter trasformare Christabel nel caso si dovesse arrivare alla crisi definitiva.
L'amore tra questi due personaggi è il tema centrale di tutto il romanzo, un amore che ha degli sviluppi lenti e crescenti; i protagonisti sono adolescenti e quindi con tutte le problematiche e le caratteristiche della loro età si troveranno di fronte a questo forte sentimento, a volte talmente travolgente che costringe lui a trasformarsi di volta in volta in un animale diverso. Un amore che vedremo viaggiare dalle fredde e nebbiose terre della Scozia fino ai caldi ed assolati villaggi greci, in cerca di una soluzione, in cerca di un rifugio da tutti coloro che cercano di ostacolarlo poichè considerato impossibile dal fatto che sia un amore tra una mortale ed un vampiro. Un'esperienza di crescita per i due personaggi che conosceranno altre figure fondamentali che li aiuteranno a crescere con la speranza di riuscirsi ad abbandonare alla passione e magari riuscire a garantire un futuro più sereno per la dolce Christabel.
Un libro leggero e per questo non difficile da leggere che dà molto spazio a quelli che possono essere i pensieri che spesso tormentano gli adolescenti innamorati che un po’ tutti abbiamo vissuto.

Durata della lettura: dieci giorni
Bevanda consigliata: caffè greco
Età di lettura consigliata: dai 16 anni
Voto: 7

Ed ora vi voglio mostrare l'intervista fatta all'autrice, che più che un'intervista ho provato a farla diventare una piacevole chiacchierata :)

Ciao Margaret,
prima di tutto volevo ringraziarti per la disponibilità e per avermi dato la possibilità di intervistarti.
Mi piacerebbe che questa intervista potesse essere come una chiacchierata in un piacevole pomeriggio primaverile sedute al tavolino di un bar. Come se parlassimo tranquillamente di quello che ci piace, scambiandoci opinioni e in questo specifico caso scoprendo curiosità e imparando a conoscere meglio il tuo libro ed ovviamente anche un pochino te.


Ciao Kait! Innanzitutto pensare che sia primavera e io stia seduta con te ad un bar all’aperto a fare due chiacchiere mi bendispone decisamente alle confidenze, quindi direi cominciamo pure.

Anzitutto mi incuriosiva sapere come è nata la tua avventura di incominciare a scrivere libri e se è stata una cosa che coltivavi da sempre o è scoppiata all'improvviso.

Il mio è un caso di approccio “fortuito e fortunato”alla scrittura nel senso che, pur avendo una formazione giuridica e avendo avuto sempre parecchia dimestichezza con l’esposizione scritta, non ho mai messo nero su bianco nulla che non fossero prima temi di letteratura e poi diffide stragiudiziali.
La pubblicazione è venuta per caso, solo attraverso una conoscenza fortunata come dicevo qualche riga sopra.

La conoscenza ha a che fare con la Bloody Roses Secret Society?ci puoi raccontare qual cosina di più di questa unione vincente?

Avevo iniziato a scrivere pubblicare una fan fiction su un forum dedicato e ovviamente leggevo anche le storia delle altre ragazze. E’ così che ho conosciuto il mio editore ed è nata una collaborazione tra tutte noi. Le Bloody sono un gruppo di ragazze che si leggono e correggono a vicenda, senza peli sulla lingua, che si fanno quella critica sincera che delle volte “fuori” non trovi. Siamo un team unito e collaudato, ma sempre pronto ad accogliere nuove “volenterose” della scrittura.

Quale è il tuo libro preferito e cosa di quel libro fa sì che sia il tuo preferito?

Di libri preferiti ne ho più di uno, e ciò è senza dubbio legato alle diverse fasi della vita che si attraversano. Leggi qualcosa a vent’anni e pensi che non possa esserci di meglio, poi vai avanti e scopri libri nuovi che magari qualche anno prima non ti avrebbero presa allo stesso modo. Nel cuore mi è rimasto “Cent’anni di solitudine” di Gabriel Garcia Marquez, per le sue atmosfere da sogno, per quella trasgressione descrittiva che da adolescente mi faceva fremere e per la poesia dei suoi contesti .

In pastoria di "L'alba della chimera" come è nata? essendo il seguito di un altro libro già da subito lo avevi messo in cantiere come una conseguenza del primo, oppure è nato successivamente?

In “La sedicesima notte” un capitolo è dedicato in modo particolare a Matthew e Christabel. Ebbene fin dalla stesura di quel capitolo ho capito che su loro due non avrei potuto fermarmi lì. Dovevo andare avanti, raccontare. Vedevo dentro di me l’evoluzione della loro storia e avevo proprio voglia di tirarla fuori e condividerla con tutti.

Perché proprio loro due? La famiglia Rochester è molto grande, come mai loro due hai sentito la necessità di raccontarli di più?

Perché Matt e Chris erano quelli più “candidati” ad una storia d’amore. Non c’è nulla di più bello che vedere (leggere) di un amore che nasce; è sempre molto più appassionante che descrivere un amore coniugale che dura da parecchi anni. E poi, Matthew nella mia testa è così bello, tenebroso, pericoloso, che dovevo per forza dare sfogo alle mie fantasie!

E’ un libro con protagonisti i vampiri e il loro mondo. Essendo un tema che è iniziato a divulgarsi non da tantissimo, quanto questo boom del genere vampiresco ti ha influenzato nello scrivere il romanzo?

Prima di essere scrittrice sono innanzitutto lettrice e devo dire che il genere mi appassiona parecchio. Scrivendone ho cercato di soddisfare le mie esigenze per prime pensando a cosa avrei voluto leggere io, cosa non mi avrebbe fatto staccare gli occhi dalla pagina. Ovviamente non sempre ci si riesce, ma la prospettiva è quella.

All'inizio del romanzo ci sono disegnate le immagini di tutti i personaggi, sono volti che hai sempre avuto chiari in mente oppure sono nati successivamente vedendoli da qualche parte e poi identificandoli con i personaggi del tuo romanzo?

Proprio perché siamo io e te qui al bar e sono obbligata a dire la verità: confesso che le immagini dei personaggi provengono da un’idea della mia amica e collega scrittrice Violet Folgorata. E’ lei che ha trovato un volto per i nostri protagonisti comuni (infatti anche lei è autrice di libri che hanno per protagonisti i vampiri Rochester) e, dato che i personaggi sono stati creati dall’unione delle nostre fantasie, anche io li ho trovati corrispondenti alle descrizioni che avevamo fatto nelle nostre interminabili conversazioni.

Ora qualche domanda più precisa sui personaggi, ci sono personalità anche molto diverse nel tuo romanzo, quale è quella che ti è piaciuto e ti ha divertito inventare di più e in quale personaggio ti rivedi maggiormente?

Sembrerà curioso, ma io ho vissuto molto più intensamente Matthew di quanto non abbia fatto con Christabel. Lei è un’adolescente, con i tormenti e le indecisioni tipiche dell’età. Lui, invece (a parte il fatto che ha popolato le mie fantasie per la sua prestanza e il suo fascino) vive dei tormenti che sono stati talvolta anche i miei, uno struggersi che io personalmente ho avuto anche se da un punto di vista femminile e credo anche altre persone come me. Chi non si è arrovellato su come piacere a una persona, come fare la migliore figura possibile con lei, come proteggerla, come amarla.

Ho notato che la tua storia ha come ambientazioni due luoghi completamente agli antipodi, la fredda e umida Scozia in confronto con la calda e solare Grecia. Come mai hai scelto queste due location così diverse?

Il tema del viaggio mi piaceva molto, cambiare scenario poi è stato stimolante per me e spero anche per i lettori. La Scozia è famosa per le sue ambientazioni romantiche ma anche i paesi del nostro mediterraneo, di cui rinasciamo profumi e paesaggi direi che non sono da meno.

Il rapporto tra Matthew e Christabel, sembra iniziare come uno dei classici rapporti tra umana e vampiro poi però le posizioni sembrano cambiare e la situazione un po’ stravolgersi, come mai questa scelta?

Volevo descrivere l’amore talmente grande che prova Matth da fargli scegliere di rimanere vampiro pur di intervenire nel momento in cui Chris avesse avuto bisogno. E quanto a lei, mi sembrava giusto dare a questo personaggio le incertezze e i sentimenti di un’adolescente come tutte noi ce li ricordiamo. Senza però i falsi pudori a volte legati a questo genere.

Hai intenzione di scrivere un terzo libro sempre con protagonisti i Rochester, oppure ti piacerebbe ricominciarne uno diverso?

La saga dei Rochester è finita (purtroppo aggiungo io). Ma è giusto così, le storie iniziano e finiscono. Non sopporto quelle saghe tirate per i capelli solo perché devono continuare per forza. Però qualcos’altro bolle in pentola, ovviamente una storia d’amore!

Visto che molti libri sui vampiri sono stati ripresi sul piccolo e alcuni anche su grande schermo, hai mai pensato che magari potesse succedere ad una delle tue storie? Cosa ne penseresti?

La vedo una possibilità piuttosto remota, ma non bisogna mai smettere di sognare, e crederci!Se per prime non ci rediamo noi in ciò che facciamo, chi altri lo farà?

Ti ringrazio tantissimo del tempo e della disponibilità dedicatomi, è stata una chiacchierata gradevole e divertente. Spero presto di continuare a leggerti e magari di prendere un secondo caffè virtuale altrettanto piacevole come questo ;)

Grazie a te per l’intervista e per aver letto il libro. Il passaparola è fondamentale per le autrici come me che non dispongono di una pubblicità mega appariscente! Quindi grazie di nuovo a te e a tutti coloro che leggeranno L’Alba della Chimera.

Se volete leggere questo libro diventate follower del blog e lasciate un commento a questo post ricordandovi di scrivere la vostra mail!

xxx,
Kait

35 commenti:

  1. bello, ho letto molte recensioni, tutte assolumanete positive, mi ha incuriosita :)
    Fra

    ilovebooksblog@gmail.com

    RispondiElimina
  2. Giveaways e libri gratis rendono Maurizio pazzo furioso [cit.] ^^

    Speriamo :P

    maurizio90.v@libero.it

    RispondiElimina
  3. Mi hai incuriosito con questa tua recensione ;)

    giuseppecaiazzo@hotmail.it

    RispondiElimina
  4. Incrocio le dita!! E' da un pò che voglio leggere questo libro...che sia la volta buona:)
    saetta9@hotmail.it

    RispondiElimina
  5. Io ho letto la sedicesima notte in una giornata e mi è veramente piaciuto lo stile dell'autrice!

    se.blasi@libero.it

    RispondiElimina
  6. com'è il caffè greco?
    ora lo cerco su google!:D

    adoro i vampiri e quindi..mi stuzzica!:)

    lucertolablu@gmail.com

    RispondiElimina
  7. ne ho sentito parlare e anche bene... quindi ci provo!

    ladybuffy82@gmail.com

    RispondiElimina
  8. Io dei vampiri non mi stanco mai, quindi ci provo :-D
    Chissà se le autrici hanno chiamato Rochester i loro protagonisti per omaggiare il Mr Rochester (Jane Eyre) della Bronte :-)

    RispondiElimina
  9. insomma questo filone vampiresco sembra non esaurirsi mai...
    un motivo ci sarà!

    mammasuperabile@gmail.com

    RispondiElimina
  10. Ho letto bellissime recensioni su questo libro e sui precedenti. Mi piacerebbe poterlo leggere. "come in una gelida rosa" di Violet è già nella mia libreria...questo manca proprio!!!
    Grazie per questa bella iniziativa.

    cfontana69@gmail.com

    RispondiElimina
  11. Bello!!!
    Speriamo in un pò di fortuna!!
    pesciolina-87@hotmai.it

    RispondiElimina
  12. Ciao! partecipo volentieri ^^
    Incrocio le dita! ^^
    any.princess91@hotmail.it

    RispondiElimina
  13. Partecipo..sono tua follower nickname catymariposina
    email maison-@hotmail.it

    RispondiElimina
  14. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  15. non avevo mai sentito qst libro ... ma la trama è comunque interessante *ç* anche se son capitata per caso ... credo me lo segnerò tra i titoli da recuperar ...

    p.s. sono Ran_stellina85 nuova follower

    RispondiElimina
  16. La storia invoglia...partecipo volentieri
    chiaraemy@gmail.com

    RispondiElimina
  17. Mi hai incuriosita tanto con questa intervista! complimenti kait..cmq molto bella l'idea del gruppo di lettura :) sarà che io sono una frana, fatto sta che non avrei il tuo coraggio di leggere le mie cose in "pubblico" ;p cmq sembra molto interessante il libro, però mi sa che devo comprare prima il precedente ^_^

    RispondiElimina
  18. A dire il vero ho già letto L'alba della chimera e mi è piaciuto, ma non ho avuto modo di leggere In una gelida rosa... perciò tento la fortuna comunque!
    soniaderisi@gmail.com

    RispondiElimina
  19. Partecipo molto volentieri! Non ho mai avuto occasione di leggere niente del genere. Sono curiosissima di scoprire se mi possono piacere le saghe sui vampiri... chissà... sul web spopolano :-)
    Ciaooo!!!

    RispondiElimina
  20. Ottimo lavoro K e grazie ancora a Margaret! ;)

    RispondiElimina
  21. Buhahaha, non trovavo il bottoncino per diventare follower xD
    Tutto a posto ora ;D tento la fortuna perché il libro vorrei davvero leggerlo..

    seli_rahel@yahoo.it

    RispondiElimina
  22. Grazie Margaret per l'intervista e complimenti Kait per lo speciale!

    RispondiElimina
  23. Sono vostra follower e mi piacerebbe leggere questo romanzo perchè ritengo che la vita sia come un sogno e per far si che si realizzi devi crederci e lottare con tutte le tue forze.
    favamarialuisa@gmail.com

    RispondiElimina
  24. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  25. partecipo
    Carmen Melfi
    jasminem2004@hotmail.com

    RispondiElimina
  26. Grazie mille K^^
    Partecipo anche io
    candyapple_moo@hotmail.it

    RispondiElimina
  27. Speriamo bene! Mi piacerebbe vincere un libro e poi questo *_*
    feffe_pablo_93@hotmail.it

    RispondiElimina
  28. partecipo e condivido a gogo *O* condividiamo la culturaaaaaaaaa ihihih
    http://www.facebook.com/iolanda.pompilio
    la mia mail è: jolepoison@hotmail.it

    RispondiElimina
  29. Chissa che sia la volta buona!
    info@monicacesarato.com

    RispondiElimina
  30. Interessante, io ci sono ;)
    Pink_mikako @ hotmail.com

    RispondiElimina
  31. partecipo volentieri:)grazie:)
    daphne25@msn.com

    RispondiElimina
  32. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  33. Partecipo!
    Ecco la mail: claudia.roncallo@yahoo.it

    RispondiElimina
  34. trama molto carina!
    susi_88@hotmail.it

    RispondiElimina
  35. Ottima recensione....partecipo..
    lexis84@tiscali.it

    RispondiElimina

Commenta e condividi con noi la tua opinione!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...