venerdì 17 novembre 2017

5 cose che...

Eccoci tornati ad una nuova puntata di questa bellissima rubrica ideata sempre dal blog Twins Book Lovers!

In questa rubrica i temi affrontati saranno molto vari, riguarderanno sempre il mondo dei libri, ma anche film, attori, serie tv…insomma…tutte cose che, da amanti dei libri, non potrete che approvare! Quindi, senza timore e senza indugio, vi presento il tema di oggi: 5 luoghi in cui adoro leggere.



1. Divano di casa



Il luogo ove preferisco in assoluto leggere, è il divano di casa (perlomeno nel corso della stagione invernale). Un plaid, una tazza di cioccolata calda ed un ottimo libro; sono la ricetta giusta per la felicità.




2 .La mia terrazza


Questo secondo luogo, è la versione estiva del precedente. In questo caso, quando inizia a fare veramente caldo, un'ottima bibita ghiacciata, occhiali da sole e libro alla mano; non troverete modo migliore per affrontare la calura estiva, a mio giudizio.




3. La biblioteca


Personalmente  in biblioteca i libri che maggiormente mi ritrovo a sfogliare, sono quelli universitari, pur tuttavia; non nascondo che il fascino silenzioso delle sue sale, può essere certamente un luogo adeguato per perdersi tra le pagine di un libro di narrativa.




4. I mezzi pubblici


Per lavoro, utilizzo parecchio i mezzi, e devo ammettere che non c’è modo migliore di trascorrere il tragitto casa/lavoro, se non con il “naso perso” tra le pagine di un libro che rapisce completamente. Il solito percorso diviene ogni volta, un viaggio meraviglioso e diverso.






5. Il parco pubblico


Adoro leggere seduta di una panchina immersa in un parco pubblico, perlopiù nel corso della stagione autunnale, quando i magici colori che assumono le foglie in tale periodo; creano a mio modesto giudizio, un’atmosfera calda, e avvolgente.








Recensione: Alla ricerca di Velazquez


Alla ricerca di Velasquez
Alla ricerca di Velazquez
di Laura Cumming

Editore: Neri Pozza
Prezzo Cartaceo: € 19,00
Prezzo E-Book: € 9,99
Pagine: 348
Genere: Romanzo storico

In un giorno d’ottobre del 1845 cinque centimetri di denso inchiostro nero sulle lunghe colonne del «Reading Mercury» attirano l’attenzione di John Snare, libraio di Reading, antica città di mercato del Berkshire. Annunciano un’asta presso Radley Hall, un edificio nei dintorni di Oxford che ospita l’«Academy for Boys» di Benjamin Kent. Il collegio sta per chiudere, gli alunni sono partiti, e ogni bene è stato messo in vendita. Il «Mercury» elenca cuscini e testiere in ferro, dizionari e grammatiche latine, ma aggiunge anche, suscitando l’entusiasmo di Snare, che il signor Kent vende la sua collezione d’arte. Appassionato d’arte, accanito cacciatore di tesori del passato, Snare ha già messo piede una volta a Radley Hall e, tra paesaggi olandesi, ritratti di vescovi medievali, papi e badesse, ha potuto sbirciare, appeso su un’alta parete e in penombra, un’opera davvero speciale della collezione di Kent: «Un mezzo busto di Carlo I (attribuibile a Van-dyke)», così recitava il catalogo del palazzo. Snare ritorna perciò di buon grado a Radley Hall. Attende che i visitatori siano usciti e trascina una scala dalla biblioteca fino al salone dove il grande dipinto è appeso. Si arrampica fino a trovarsi faccia a faccia con la tela. Davanti ai suoi occhi compare il volto di un giovane barbuto dagli occhi scuri, l’aria pallida e malinconica. È Carlo certamente, ma un Carlo giovane principe e non sfortunato monarca destinato al patibolo. Un giovane principe assorto in chissà quali pensieri che non può essere opera di Van Dyck, tenuto conto che il pittore fiammingo giunse in Inghilterra solo nel 1632, otto anni dopo l’incoronazione di Carlo.
Un ritratto per giunta realizzato da un artista di pari livello, se non addirittura superiore… da un Velázquez, ad esempio, il pittore spagnolo la cui arte è ancora materia rara, ignota, oscura.
Tra l’euforia e il timore di commettere un errore irreparabile, Snare acquista il dipinto per otto sterline, affascinato dall’idea di poterne ricostruire la storia. Una ricerca che si tramuterà presto in ossessione e, come tutte le ossessioni, destinata a trascinarlo su strade pericolose.
Fondendo romanzo e biografia, Alla ricerca di Velázquez è un omaggio appassionato a uno dei più grandi artisti della storia, un uomo dalla vita quasi altrettanto sfuggente della sua arte. Ed è il ritratto di un anonimo libraio vittoriano che amava quell’arte fino al punto da rovinarsi.






Ogni opera d'arte è capace di trasmettere un messaggio, un'emozione unica ed indescrivibile che entra sottopelle e nel cuore di chi vi si trova di fronte. Quando Snare si trova di fronte al dipinto dedicato a Carlo I erroneamente attribuito a Van Dyck  sa che quello che sta guardando è opera di un pittore diverso, un grande artista dalla vita sfuggevole e dal talento impareggiabile. Attraverso la storia di Snare l'autrice Laura Cumming regala al lettore un grande omaggio a Velazquez, con le sue opere centellinate ha regalato al mondo moderno opere di inestimabile valore, che ancora ora fanno disquisire i grandi studiosi i quali si interrogano su come sia riuscito a creare tali meraviglie. Il libro si apre con un'esaustiva descrizione de Las Menimas, una tela a grandezza naturale che si trova nel museo di Madrid.




La prospettiva non viene rispettata, all'interno della tela si trovano diversi personaggi tra i quali anche lo stesso pittore colti in un momento di vita quotidiana: chi lo sta osservando si sente parte di quel momento  e viene risucchiato al suo interno perdendosi nelle pennellate e nei dettagli. Impossibile rimanere senza fiato leggendo le dettagliate osservazioni dell'autrice mentre ripercorre i passi dell'autore, mentre ne descrive i capolavori e le maestrie da lui compiute. Pagina dopo pagine sono rimasta totalmente ammaliata dalla narrazione, ho letto e ho osservato i dipinti cercando i dettagli descritti, perdendomi nelle riproduzioni digitali dei capolavori di Velazquez desiderando solo di poterli ammirare dal vivo. Incantevole narrazione che coinvolge il lettore e lo istruisce senza forzare troppo la mano, assolutamente consigliato!



Durata totale della lettura: tre giorni
Bevanda consigliata: Tè alla menta
Formato consigliato: Ebook
Età di lettura consigliata: da 16 anni





"un meraviglioso ritratto di un'autore di grande talento"

                      
   

                                        

giovedì 16 novembre 2017

Review Party: La corte dei leoni







Ben arrivati cari lettori e buon giovedi! Oggi ho il piacere di partecipare ad un bellissimo evento dedicato ad un libro che ho davvero amato molto e che spero piacerà anche a voi! Non dimenticatevi però di leggere anche le recensioni delle mie colleghe !




La corte dei leoni
di Jane Johnson

Editore: Newton Compton
Prezzo cartaceo: € 10,00
Prezzo Ebook: € 4,99
Pagine: 448
Genere: Romanzo Storico



«Rivoluzionario, illuminante e commovente.»
The Globe and Mail

Il destino può riservarti il più incredibile dei doni
Kate Fordham, in fuga dal suo passato, ha trovato riparo sotto falso nome nella bellissima Granada, l’antica e soleggiata città spagnola sulla quale la dominazione araba ha lasciato evidenti tracce. Nel tentativo di ricostruire la sua vita, Kate lavora come cameriera in un bar all’interno dell’Alhambra, l’antica reggia del sultano. Un giorno, passeggiando in quei giardini meravigliosi, fa una scoperta insolita: nascosto in una crepa del muro di cinta c’è un rotolo di carta. È un manoscritto risalente a prima del 1492, l’anno della caduta di Granada, quando la città araba si arrese alla regina Isabella e al re Ferdinando d’Aragona. Sul rotolo proveniente da quell’epoca lontana sono iscritti strani simboli che riportano un messaggio di pericolo e disperazione. Ma è dall’amore che nasce il misterioso frammento, e la potenza di quel sentimento finirà per cambiare per sempre la vita di Kate.

Un'autrice bestseller pubblicata in 27 Paesi

Il nuovo avvincente romanzo epico di Jane Johnson


«Un amore tormentato e indistruttibile, magnifiche atmosfere. Scritto splendidamente, impossibile staccarsene.»
The Times

«Giardini, profumi, torri e cortili dell’Alhambra. Questo romanzo incanta mentre si muove tra passato e presente.»
Sunday Express

«Rivoluzionario, illuminante e commovente, questo romanzo provoca una riflessione sugli eventi attuali ma anche sulla resilienza dell’amore e della speranza.»
The Globe and Mail

«I libri di Jane hanno tutto quello che si può desiderare. Ti agganciano dalla prima pagina e ti accompagnano con passione, storia e romanticismo.»
Katie Fforde









La meravigliosa Granada con la sua Alhambra si rivela a Kate in tutta la sua ricchezza con i suoi saloni dall'architettura islamica con stalattini e preziose mattonelle, l'harem ed i ricchi giardini la fanno sentire sospesa oltre il tempo e lo spazio. La sua vita non le appartiene più, in questa città nessuno conosce il suo vero nome ed è meglio così, quello che si è lasciato alle spalle incombe su di lei come una nuvola nera. Durante uno dei suoi giri per i giardini dell'Alhambra le farà trovare un piccolo pezzetto di carta con un messaggio in codice: cosa ci sarà scritto? Indietro nel tempo quando i sultani erano a capo di Granada c'è un giovane ragazzo proveniente dal deserto, inseparabile ombra del principe Momo le cui vite saranno intrecciate nel tempo. Inizia così un viaggio nella vita di questi personaggi, separati dai secoli e dalla storia ma le cui vite sono destinate ad incontrarsi. Ho adorato questo romanzo, è innegabile come certe storia mi diano subito una scossa interiore, bastano poche righe per trovarmi in sintonia con le scelte narrative dell'autrice e per instaurare subito un legame con i personaggi. Quando succede mi lascio trasportare dalla storia e dalle parole dell'autrice fiduciosa che tutto il viaggio sarà memorabile. Per fortuna capita di rado che le mie sensazione sbaglino, con la storia di Kate e di Benedict è stato amore a prima vista: innanzitutto le spettacolari descrizioni della fortezza mi hanno ammaliata, sono rimasta incantata ed incuriosita a tal punto da aver usato Google immagini per vedere con i miei occhi tutte quelle meraviglie. In secondo luogo le due storie parallele sono funzionali, insieme incuriosiscono il lettore e lo trasportano all'epoca dei grandi sultani con una storia d'amore e fedeltà per poi ritornare ai giorni nostri con invece una storia d'amore malato, fatto di controllo e possesso, tematica purtroppo molto attuale. Entrambe le vicende seppur viaggiando su due binari separati riescono a coesistere, rendendo l'intera narrazione efficace ed intrigante. Ho apprezzato le scelte stilistiche di Jane Johnson, non conoscendola come autrice non sapevo cosa aspettarmi e sono rimasta piacevolmente sorpresa. Un ottimo romanzo ed una lettura davvero piacevole.




Durata totale della lettura: quattro giorni
Bevanda consigliata: Tè ai frutti rossi
Formato consigliato: cartaceo

Età di lettura consigliata: da 16 anni






"Lasciatevi incantare dalla voce di Jane Johnson."

                      
   

                                        

mercoledì 15 novembre 2017

Recensione: Non lasciarmi andare


Non lasciarmi andare
di Catherine Ryan Hyde

Editore: leggereditore
Prezzo Cartaceo: € 16,00
Pagine: 294
Titolo Originale: Don't Let Me Go 


«Cosa succede se l'unico modo per salvare tua madre è doverla abbandonare?» 

Grace, dieci anni, vive nella periferia degradata di Los Angeles con una madre tossicodipendente che la trascura e il rischio di essere affidata ai servizi sociali. C'è solo una persona che può aiutarla a uscire fuori da questa situazione e donarle una nuova speranza: Billy Shine, il suo vicino di casa. Un tempo ballerino di Broadway, Billy è ora un uomo solitario, in preda a continui attacchi di panico, spaventato dalla gente e dal  mondo fuori le quattro mura della sua casa. Le sue giornate scorrono silenziose, perfettamente orchestrate da una routine da cui raramente riesce a fuggire. Tutto cambia, però, quando nella sua vita irrompe la piccola Grace, proponendogli un piano audace e coraggioso per aiutare la madre a disintossicarsi. Billy si mostrerà per lei un fidato alleato, pronto a farsi in quattro. L'impresa, d'altra parte, è di quelle che ridanno senso all'esistenza e nuova fede bell'amore puro e incondizionato. Ma non è affatto facile, perché per aiutare la madre di Grace sarà necessario privarla della cosa di cui ha più bisogno: sua figlia. 



Billy non ha niente dell'eroe. Non è coraggioso, anzi: per lui anche uscire sul balcone di casa è un'impresa titanica. Non è bello: a dir la verità l'autrice non si sofferma nella descrizione estetica di nessuno dei protagonisti del romanzo, ma mi è sinceramente difficile pensare a Billy come a un adone. Billy è un uomo che ha rinunciato alla vita, sconfitto dalle proprie ansie e paure: egli si rifiuta di uscire da dodici anni, prigioniero nella propria casa.  Eppure Billy è uno dei protagonisti delle ultime mie letture che più mi ha affascinata e colpita, con tutte quelle paure che lo rendono così incredibilmente reale e imperfetto e con quella sensibilità che senti subito così vera. La sua vita scorre ogni giorno uguale al precedente fino a quando sente bussare alla porta: è la piccola Grace, la figlia della donna che abita di sotto, quella stessa ragazzina che tante, troppe volte aveva notato da sola per strada troppo a lungo. Ed ecco che l'antieroe diventa un eroe: per l'amore di una bambina infelice Billy si trova ad affrontare le proprie paure, i propri limiti, sino a trasformare sé stesso. Mi è sembrato molto bello assistere, pagina dopo pagina, alla sua crescita, tifando per lui in questa guerra impari contro le paure che potrebbero essere di ognuno di noi. E poi c'è la piccola Grace, 10 anni. A quell'età una bambina dovrebbe pensare solo a giocare, a sorridere e a essere felice, invece, Grace è stata costretta già da tempo ad abbandonare le proprie illusioni infantili per affrontare problemi da grandi. Una bambina che si ritrova ad accompagnare la madre ai gruppi di sostegno per i tossico dipendenti, perché la madre si droga, tanto che Grace è convinta che ami più la droga che lei. Ed è per questo che Grace si forma da sé una nuova famiglia, bussando alle porte dei propri vicini, chiedendo loro se qualcuno fosse disposto a prendersi cura di lei. Ed è così che Grace conosce persone straordinarie, ed entra a far parte di una famiglia davvero eccezionale dove ognuno fa del proprio meglio per il benessere altrui. Così la signora anziana avrà modo di tirare fuori la propria abilità di sarta per cucire nuovi vestiti a quella bambina speciale, il nostro Billy troverà una ragione per affrontare le proprie paure mentre la giovane Rayleen scoprirà che il tipo di genitore che hai avuto non deve influenzare per forza il genitore che sarai. Un romanzo dolce e amaro, commovente e tenero.
Personalmente non conoscevo l'autrice, ma credo che il suo modo di scrivere sia incantevole così come la forza e la delicatezza con le quali riesce a trattare argomenti così complicati. Un'autrice sicuramente da approfondire e conoscere meglio.


Durata totale della lettura: Cinque giorni
Bevanda consigliata: Frullato di banana e curcuma
Formato consigliato: Ebook
Età di lettura consigliata: Dai 12 anni
Sito dell'autrice: Catherine Hyde






      "E' una forma di dipendenza in realtà. Rinunciare al futuro per stare bene subito."


martedì 14 novembre 2017

Anteprime: Bompiani, Leggereditore, Neri Pozza Editore

Tante nuove letture a farci compagnia, siete pronti!?!


Le fragilità del cuore
di Susan Elizabeth Phillips

Prezzo Cartaceo: € 16,00
Prezzo Ebook: € 4,99
Pagine: 384
Data di uscita Ebook: 16 Novembre
Data di uscita Cartaceo: 30 Novembre
Editore: Leggereditore


Annie Hewitt è un’attrice con poca fortuna, arrivata a Peregrine Island nel bel mezzo di una violenta tempesta di neve. Avvilita e al verde dopo aver speso tutti i risparmi per esaudire gli ultimi desideri della madre malata, non le rimane altro che una fastidiosa polmonite, due valigie rosse piene di burattini e un vecchio cottage, dove si nasconde una misteriosa eredità che potrebbe risollevare le sue finanze. Ma le giornate a Peregrine saranno tutt’altro che semplici per lei: destreggiandosi tra una vedova solitaria, una bambina muta e degli isolani ficcanaso, Annie scoprirà di essere impreparata ad affrontare la vita su quell’isola così fredda, selvaggia e inospitale. A complicare il tutto, l’inaspettato incontro con Theo Harp, l’uomo che le aveva spezzato il cuore quando entrambi erano solo adolescenti, diventato oggi uno scrittore solitario di romanzi horror. Ma quell’uomo sarà ancora temibile come lei ricorda o sarà una persona nuova? Intrappolati insieme in un’isola innevata al largo della costa del Maine, Annie non potrà più scappare dal passato e dovrà decidere se dare ascolto alla sua testa oppure al suo cuore... Ironia, passione e mistero per una storia emozionante e ricca di sorprese.


Tipi non comuni
di Mary Ann Shaffer & Tom Hanks

Prezzo Cartaceo: € 18,00
Pagine: 338
Data di uscita: 15 Novembre
Editore: Bompiani


Che cos'hanno in comune un immigrato bulgaro smarrito tra le mille luci di New York, un magnate del futuro che s'innamora perdutamente di una signora in verde del 1939, una neodivorziata disillusa che prende le misure del nuovo vicino troppo interessante per essere vero, un bambino sballottato tra mamma e papà, un giovane attore in overdose promozionale? La colonna sonora delle loro storie: il ticchettio obsoleto e affascinante di una macchina per scrivere. Tom Hanks, che è un grande appassionato e collezionista di questi dinosauri della tecnologia, dedica loro diciassette racconti, tutti diversi, tutti in bilico tra passato e presente, tra realtà e illusione. Che ve ne sembra dell'America? E' la domanda che serpeggia come un basso continuo sotto queste piccole storie di amarezza e ambizione, fatica e desiderio. Con qualche esplosione di pura comicità. 


L'assassinio di Florence Nightingale Shore: Primo romanzo della serie I delitti di Mitford (I delitti Mitford)
di Jane Johnson

Prezzo Cartaceo: € 18,00
Pagine: 400
Data di uscita: 16 Novembre
Editore: Neri Pozza Editore


Il 12 gennaio 1920 l’infermiera Florence Nightingale Shore arriva a Victoria Station nel primo pomeriggio, in taxi, un lusso che ritiene di meritare a un passo dalla pensione e dopo una vita di sacrifici. Il mezzo di trasporto si intona, infatti, alla sua pelliccia nuova, regalo che si è concessa per il compleanno e che ha indossato per la prima volta solo il giorno precedente. Dopo aver acquistato un biglietto di terza classe per Warrior Square, Florence Nightingale Shore si accomoda nell’ultimo vagone, dove attende che il treno si metta in movimento. Poco prima della partenza nel suo scompartimento entra un uomo con un completo di tweed marrone chiaro e un cappello. È l’ultima volta che qualcuno la vedrà viva. Il giorno stesso, sulla medesima tratta, la diciottenne Louisa Cannon salta giù da un treno in corsa per sfuggire all’opprimente e pericoloso zio, che vorrebbe sanare i propri debiti «offrendo» la nipote a uomini di dubbia reputazione. A soccorrerla è un agente della polizia ferroviaria, Guy Sullivan, un ragazzo alto e allampanato, gli incisivi distanti e gli occhiali spessi e tondi che gli scivolano sempre sul naso. Affascinato dalla determinazione della giovane, Guy si offre di aiutarla a raggiungere Asthall Manor, nella campagna dell’Oxfordshire, dove la ragazza deve sostenere un colloquio di lavoro come cameriera addetta alla nursery presso la prestigiosa famiglia Mitford. Louisa riesce a farsi assumere, divenendo istitutrice, chaperon e confidente delle sei sorelle Mitford, specialmente della sedicenne Nancy, una donna intelligente e curiosa con un talento particolare per le storie, talento che le permetterà poi di essere una delle più sofisticate e brillanti scrittrici britanniche del Novecento. Sarà proprio la curiosità di Nancy a spingerla a indagare, con l’aiuto di Guy, sul caso che sta facendo discutere tutta Londra: quello dell’infermiera assalita brutalmente sulla linea ferroviaria di Brighton.  



La nemica
di Brunella Schisa

Prezzo Cartaceo: € 18,00
Pagine: 432
Data di uscita: 16 Novembre
Editore: Neri Pozza Editore


Parigi, giugno 1786. Il silenzio del mattino è trafitto da uno strillo roco, disperato. Cercando di farsi largo tra la folla che affluisce al Palazzo di Giustizia, il giovane Marcel de la Tache, giornalista alle prime armi, si trova dinnanzi a uno spettacolo senza precedenti: migliaia di persone circondano il patibolo sopra cui si dibatte una donna con le vesti stracciate. Da sola tiene testa a quattro uomini. Soltanto il boia di Parigi, Henri Sanson, un gigante con un grembiule di cuoio, un berretto di pelo e una frusta in mano, se ne sta tranquillo accanto a un braciere fumante, pronto a infliggere alla prigioniera il marchio del disonore. Chi è quella tigre inferocita? E quale delitto orrendo ha commesso per essere condannata alla pubblica fustigazione e marchiata a fuoco come una ladra? Marcel de la Tache lo ignora. Impressionato e, suo malgrado, affascinato dalla bellezza di quella belva selvaggia, si interessa al caso. Scopre che la condannata è Jeanne de la Motte, un’avventuriera con il sangue dei re Valois nelle vene. Si è macchiata di tre gravi reati: furto, falso e lesa maestà. La donna, fingendo di agire per conto di Maria Antonietta, ha convinto il grande elemosiniere di Francia, il cardinale Rohan, a comprare e consegnarle un favoloso collier di diamanti con oltre seicento pietre tra le più belle d’Europa. Ammaliato dalla donna che ha infangato il nome della regina, frodato il cardinale Rohan e l’intera Francia, Marcel decide di farle visita in carcere. Una scelta destinata a condurlo su strade pericolose quando Jeanne gli chiederà di aiutarla a evadere.   


Confabulazioni
di John Berger

Prezzo Cartaceo: € 20,00
Pagine: 144
Data di uscita: 23 Novembre
Editore: Neri Pozza Editore


La lingua è un corpo, una creatura vivente ... e la casa di questa creatura è l’inarticolato e l’articolato». Il lavoro di John Berger ha rivoluzionato il modo in cui capiamo il linguaggio visivo. In questo nuovo libro Berger parla della lingua stessa e del modo in cui si relaziona, oggi, al pensiero, all’arte, alla canzone, alla narrazione e al discorso politico. Un illuminante saggio che contiene anche i disegni, le note, i ricordi e le riflessioni di Berger. Da Albert Camus al capitalismo globale, Confabulazioni ci porta al nucleo di ciò che è «vero, essenziale e urgente».   


Gli aquiloni
di Roman Gary

Prezzo Cartaceo: € 14,00
Pagine: 352
Data di uscita: 23 Novembre
Editore: Neri Pozza Editore


In una piccola fattoria in Normandia, mentre Hitler prende potere in Germania, il giovane Ludo vive con lo zio Ambrose, un eccentrico postino che costruisce aquiloni meravigliosi, noti in tutto il mondo. L’esistenza tranquilla di Ludo cambia il giorno in cui incontra Lila, una ragazza appartenente all’aristocrazia polacca che vive nella proprietà accanto. È sufficiente uno sguardo e Ludo si innamora immediatamente e per sempre; Lila, invece, rimane sfuggente. Ludo cerca di diventare un degno partito per la fanciulla e, grazie alla sua memoria eccezionale e a uno spiccato talento per l’aritmetica diventa segretario del padre di Lila, il conte Stas Bronicki, proprio nei drammatici giorni in cui l’Europa scende in guerra. Dopo l’invasione della Polonia da parte della Germania, Lila e la sua famiglia scompaiono, e Ludo si unisce alla Resistenza per salvare il suo villaggio dai nazisti, proteggere i suoi cari e ritrovare il suo amore. Pieno di personaggi indimenticabili, Gli aquiloni conferma il talento di eccezionale narratore di Romain Gary. Un’opera che inneggia alla Resistenza, in qualsiasi forma essa sia. Le regole dell’amore non seguono mai uno schema preciso

Recensione: Noi ragazze senza paura


Noi, ragazze senza paura

di Daniela Palumbo


Editore:Il battello a vapore
Prezzo Cartaceo: € 12,00 
Pagine: 176



Margherita Hack, Denise Garofalo, Franca Rame, Franca Viola, le maestre marchigiane, Ilaria Alpi, Alda Merini, Teresa Mattei... scienziate, giornaliste, maestre, rivoluzionarie: donne italiane molto diverse tra loro, ma tutte indipendenti, fuori dagli schemi, coraggiose. Note, meno note o sconosciute, le ragazze che hanno ispirato le otto storie di questo libro un giorno hanno guardato in faccia le loro paure e hanno detto "no". A volte pagando un prezzo altissimo, a volte semplicemente scegliendo di vivere la propria vita così come desideravano. Il loro gesto ha rotto con il passato, abbattuto muri, scardinato pregiudizi e, soprattutto, tracciato la strada per il più grande sogno di ogni ragazza a venire: la libertà



Questo libro, è davvero speciale, indicato per ragazze e donne; ma non solo, perché no anche ai maschietti che meritano di comprendere quanto prezioso sia l’universo femminile. Ci sono persone che non muoiono mai, fino a quando non saranno dimenticate, l’autrice ha appunto questo scopo. Un romanzo, che è prima di tutto una raccolta di testimonianze preziose, da quella di Margherita Hack: il racconto della sua giovinezza è una carezza sul cuore. Una ragazzina cresciuta in anni complessi per il nostro paese, una giovane il cui carattere esuberante non era sempre un vantaggio, perlomeno ai quei tempi. Ogni tanto Margherita si creava dei nemici, perché lei non era per niente conciliante, ed era anche un po’ impulsiva: se qualcuno non le andava a genio, alla fine, si veniva a sapere. Leggendo questo libro, capirete in che modo l’Hack è divenuta la grande scienziata fiorentina che è stata; una donna preziosa che ha lottato per portare avanti numerose battaglie di civiltà, politiche e animaliste. Mi ha molto emozionato leggere la storia di Franca Rame (che ho molto ammirato anche in vita). Fin da giovane, Franca si è sempre sentita diversa, per lei, in alcuni momenti la scuola era divenuta un vero tormento per via delle compagne che non la lasciavano in pace e la chiamavano quella del teatro, come fosse un’offesa mortale. Una donna che insegnerà alle giovani lettrici, a tenere duro, non mollare, non lasciare che i bulli abbiano il sopravvento. Memorabile anche il contributo a Franca Viola, la prima donna italiana che è stata in grado di rifiutare il cosiddetto matrimonio riparatore, in un mondo nel quale era considerato un diritto dell’uomo rapire, violentare e poi riparare, appunto, sposando la donna di cui si era abusato. Filippo Melodia, infatti, l’uomo che abusò di lei, finì in carcere per violenza carnale. Dopo quella sentenza le donne italiane cominciarono a ottenere giustizia e il reato di violenza divenne fondamentale un reato contro la persona. L’elenco delle donne narrate in questo testo, è lungo, v’invito a scoprirlo, per trasformarvi anche voi, in ragazze senza paura.


Durata totale della lettura: Tre giorni
Bevanda consigliata: Latte alla vaniglia
Formato consigliato: Cartaceo
Età di lettura consigliata: dai 14 anni
Sito dell'autore: Daniela Palumbo









  "  Perchè futuro e speranza ci sono anche per me.
Ci sono per chiunque abbia il coraggio di diventare libero."





                            
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...