lunedì 29 maggio 2017

Recensione: Basil

Basil
di Wilkie Collins

Editore: Fazi
Prezzo cartaceo: € 20,00
Prezzo Ebook: € 9,99 
Titolo Originale: Basil
Pagine: 334
Genere: Giall, Thriller


Giovane rampollo di una famiglia aristocratica, Basil si innamora perdutamente e a prima vista della figlia di un commerciante, incontrata per caso su un omnibus. Da quel momento la sua vita cessa di scorrere sui quieti binari di sempre per imboccare la strada ignota e accidentata che conduce alla tragedia. La decisione di sposarsi in segreto con la giovane Margaret, tanto vanitosa quanto priva di scrupoli, per non scatenare le ire del padre, saldamente ancorato ai propri pregiudizi sociali; la condiscendenza con cui accetta, su richiesta del suocero, di aspettare un anno prima di consumare il matrimonio: ogni passo, ogni singola scelta compiuta da Basil in buona fede si rivelerà un errore, e il cammino che avrebbe dovuto condurlo alla felicità gli spalancherà improvvisamente le porte di un baratro di abiezione e di ferocia. E il lettore verrà trascinato con lui fino in fondo, oltre l’apparenza della ordinaria, ma non per questo meno angosciosa, normalità. Uno spaccato della società inglese della seconda metà dell’Ottocento, divisa tra una classe nobiliare arroccata sui propri privilegi e una borghesia mercantile in piena ascesa, Basil, pubblicato nel 1852, è il secondo romanzo scritto da Wilkie Collins: quello che lo rivelò al grande pubblico. Il sesso, la violenza, l’adulterio, la follia e la morte sono trattati con un’audacia che all’epoca fece molto scalpore, scandalizzando la stampa benpensante e deliziando il pubblico.  
«La scrittura in questa storia è ammirevole. Fare la conoscenza di Basil è stato molto gratificante». Charles Dickens  
«Le risorse di Wilkie Collins sono inesauribili». T.S. Eliot  «È impossibile smettere di leggere Wilkie Collins». Alessandro Baricco  
«I romanzi di Wilkie Collins sono viaggi irresistibili: agganciano subito il lettore, che quando parte non riesce più a smettere». Leonetta Bentivoglio










Basil è il secondogenito di una famiglia antichissima inglese, suo padre vanta antenati sin dai primi fondatori del regno e ne va fiero, per lui non esiste niente di più importante dell'onore. Durante un viaggio in omnibus alla ricerca dell'ispirazione per il suo romanzo, Basil si innamora di una giovane donna, la figlia di un mercante di stoffe e decide di corteggiarla arrivando a stipulare un contratto pur di sposarla. Sciocco ed accecato dall'amore Basil firmando quel foglio perderà non solo il suo onore ma sarà la facile di prede di due doppiogiochisti arrivisti. Questo romanzo quando venne pubblicato fece scalpore e portò alla ribalta il suo autore, facendolo conoscere dal grande pubblico in tutta la sua magnificenza. La storia di Basil non solo riporta uno spaccato della società inglese vittoriana che affascina ma ci propone un personaggio ingenuo e sprovveduto che si è fidato dell'idea romantica dell'amore. La narrazione è ben orchestrata con tanti colpi di scena che regalano un ritmo incalzante, ma sono soprattutto i pensieri di Basil che colpiscono al cuore il lettore permettendogli di immedesimarsi nella storia. Una confessione a cuore aperto quella del protagonista che si pente delle sue scelte, si sente in colpa per essere stato cieco e stolto ma soprattutto sa di aver per sempre perduto il rispetto del padre. Non conoscevo Wilkie Collins e me ne pento amaramente, sono contenta di aver avuto la possibilità di scoprirlo con questo romanzo in quanto il suo stile narrativo ed i suoi personaggi me l'hanno fatto amare. Assolutamente consigliato.

Durata totale della lettura: tre
Bevanda consigliata:  Tè alla pesca
Formato consigliato: cartaceo

Età di lettura consigliata: dai 17 anni
Sito dell'autore: Wilkie Collins Wikipedia





"Un giovane uomo innamorato dell'idea dell'amore."



                      
   

                                        

domenica 28 maggio 2017

Anteprime: Catnip Edizioni, Europa, La Ponga Edizioni

Una bella carrellata di libri in uscita e letture consigliate che non potete farvi scappare. I titoli di questa volta sono firmati Catnip Edizioni, Europa, La Ponga Edizioni.



Orme Fantastiche
di Autori Vari

Prezzo: € 4,59
Genere: Fantasy
Editore: Catnip Edizioni


Sette autori, sette racconti, sette mondi completamente diversi. L'antologia è il risultato del concorso omonimo che Catnip ha tenuto durante la seconda metà del 2016. I sette racconti, selezionati tra i moltissimi partecipanti, si inseriscono in altrettante declinazioni del fantasy: dall'epico al dark, dall'urban allo steampunk, e così via. In pratica un'antologia per tutti: per chi ama il fantasy, per chi non lo conosce e vuole avvicinarvisi, per chi vuole ampliare la propria conoscenza del genere, per chi ha poco tempo per leggere e preferisce una serie di racconti a un romanzo.


L’Ammerikano
di Pietro De Sarlo



Prezzo Ebook: € 9,49
Prezzo Cartaceo: € 12,67
Pagine: 204
Editore: Europa (Edificare universi)


Il tranquillo scorrere della vita a Monte Saraceno, un piccolo paese dell’Appennino lucano, viene sconvolto dall’arrivo di un uomo dal passato oscuro e inquietante: l’Ammerikano.

Wilber Boscom, l’ultimo discendente di una coppia emigrata clandestinamente negli Stati Uniti, ha appena portato a compimento la sua personale e atroce vendetta contro una famiglia mafiosa italo-americana, gli Zambrino, ed è per questo costretto a fuggire per evitare sanguinose ritorsioni. Ma appena l’uomo approda nel piccolo centro all’ombra dei pozzi di petrolio della Val D’Agri, il suo passato si intreccia con la placida realtà del luogo, alterandone inevitabilmente gli equilibri e innescando una sequenza di eventi che vede in Vincenzo, un suo lontano parente, un contraltare perfetto del protagonista. La fitta trama di questo libro si snoda in modo piacevole, alternando tragedia e commedia, noir e rosa, ma tenendo sempre alto il livello emotivo della narrazione, e ciò che scorre sotto la superficie del romanzo, condotto con uno stile avvincente e al contempo ironico, è una sovrapposizione di strati splendidamente contrastanti, dove finanza e traffici internazionali si mischiano alle tradizioni e ai vizi di un’Italia che non c’è più. Che crediamo non ci sia più…


Nacheera
di Valentina di Caro


Genere: Young Adult Fantasy
Editore: La Ponga Edizioni

Si tratta di un fantasy con una buona forte componente romantica, un romanzo adatto a un pubblico di lettrici giovani, con una solida struttura narrativa e un ricco word building, che l’autrice ha progettato in sette anni di stesura. 
Presentato in anteprima a Tempo di Libri, ha già ottenuto un buon riscontro di pubblico ed ora si appresta a conoscere tutti i lettori che amano questo genere e alle lettrici alla ricerca di un buon fantasy. 
L’autrice, Valentina Di Caro, nasce a Monza nel 1987. Consegue il Diploma presso il Liceo Artistico Bruno Cassinari di Piacenza e frequenta il corso triennale di teatro all’Accademia dei Filodrammatici della stessa città. Ha lavorato presso l’archivio storico del tribunale di Pavia, una banca milanese e il Museo Etnologico di Monza. Attualmente vive a Desio, insieme al marito e al figlio e, oltre alla stesura di un nuovo romanzo, lavora in favore dell’integrazione di ragazzi richiedente protezione internazionale come Educatrice. Personalità creativa e sensibile ai temi sociali, inizia a scrivere Nacheera nel 2010. 

Recensione: NBA - Non Basta l'Altezza. Io, il basket e l'America

NBA - Non Basta l'Altezza. Io, il basket e l'America
di Julie Plec



Editore: Mondadori
Prezzo cartaceo: € 17,00
Prezzo ebook: € 9,99
Pagine: 152
Genere: sport, basket

"Non c'è alcun torneo al mondo che possa essere paragonato all'NBA. Forse nemmeno le Olimpiadi, escluso ovviamente il basket giocato da Team Usa. Ora che l'ho conosciuta da dentro, posso affermarlo tranquillamente: l'organizzazione è formidabile; la promozione del brand, delle partite e dei giocatori è incredibile; il livello tecnico è sovrumano." Danilo Gallinari è riuscito a coronare il suo sogno di ragazzo: diventare un cestista professionista e giocare nel torneo che non ha eguali: la leggendaria NBA. Guidato dalle domande dei fan raccolte dalla piattaforma digitale eFanswer, il Gallo ripercorre la sua carriera già formidabile raccontando da protagonista come rimbalza la palla a spicchi americana: "Siamo messi nelle condizioni migliori per esprimere il nostro potenziale, quando scendiamo in campo ogni aspetto della nostra vita extra-parquet è già stato risolto, e nel migliore dei modi: dobbiamo solo allenarci, giocare e dare il massimo per la squadra". E anche che effetto fanno, gomito a gomito, fenomeni assoluti come LeBron James, Stephen Curry e Kobe Bryant: "La competizione è il vero stimolo per ogni giocatore: guardarli fa scattare dentro di me la voglia di saltare di più, correre di più, tirare meglio. Il confronto ti può avvilire o ti può spingere a migliorare: a me fa il secondo effetto". L'autore è legatissimo all'Italia, alla Nazionale azzurra ("L'esclusione al pre-Olimpico di Torino è una delle sconfitte più brucianti della mia carriera") e alla sua famiglia, a cui deve valori e sostegno illimitato. Non Basta l'Altezza rinfresca anche i suoi ricordi di bambino innamorato da subito del basket ("La pallacanestro, infatti, è sempre stata un pensiero fisso per me. Una grande passione. Ricordo che quando ero piccolo guardavo per ore le videocassette di Michael Jordan, il mio idolo indiscusso, e cercavo di ripetere le sue mosse") e che poi attraverso la trafila classica riesce a diventare uno degli atleti italiani più forti di sempre. Un libro diretto, appassionante, pieno di aneddoti sul basket che conta e con una stimolante lente di ingrandimento sui "Black Jesus" che incendiano l'entusiasmo nei palazzetti americani e nelle tv di tutto il mondo.





Siete mai stati ad una partita dell’NBA? Io sì.
Ero al Madison Square Garden di New York ad una partita tranquilla di fine campionato… nessun cardiopalmo, nessuna bagarre per aggiudicarsi qualche punto in più…eppure è stato SPETTACOLARE!!!
Oltre ai giocatori (che sono bravi davvero!), gli americani sanno come fare spettacolo, come intrattenere il pubblico (tra Kiss cam, DJ con console musicale, magliette sparate con i bazooka ad aria compressa, tiri da centrocampo con in palio 10000$, cheerleaders e chi più ne ha più ne metta!!!).
Devo dire che, forse, la mia passione per la NBA è nata lì, in quell’arena… e da quel giorno ho fatto molto più caso a quel che guardava mio marito in tv quando si sintonizzava sui canali di sport che seguono il basket.
Ed ecco che, quando ho visto questo libro su Danilo Gallinari (uno dei 2 giocatori italiani che giocano in NBA!), non ho potuto resistere alla curiosità!
Questo libro non è una biografia. Non è una autobiografia. Non è un romanzo.
È una "social biography", frutto dell'interazione dei tifosi con il "Gallo", effettuata tramite una piattaforma digitale dedicata. Un vero botta e risposta tra le domande dei tanti fans di Danilo ed uno dei migliori giocatori di basket italiani (se non il migliore) in attività.
Ne vengono fuori un centinaio di pagine scorrevoli, curiose, simpatiche sulla vita di una Star NBA (perché ormai questo è lo status odierno di Gallinari), con pregi e difetti della vita di un professionista dello sport americano.
Un modo originale per conoscere uno dei top sportivi italiani che da anni sta trovando fortuna oltreoceano che, in questo libro, si racconta nel pubblico e un pochino anche nel privato.
Consigliato agli appassionati di basket americano che ne potranno gustare le chicche (soprattutto in riferimento ad alcuni giocatori meno conosciuti ai più), ma non solo.
Un libro che parla di sport, di vita, di quotidianità ma, soprattutto, di un ragazzo qualunque che ha coronato il sogno del "bambino Gallinari", dedicando tempo, fatica, affetti, salute e la sua vita intera per giocare in NBA.


Tempo di lettura: Poche ore
Bevanda consigliata: Pepsi
Formato consigliato: cartaceo
Età di lettura consigliata: dai 16 anni
Sito dell'Autore: Danilo Gallinari

 




"Quando iniziano i playoff, infatti, c’è un netto cambio di clima: l’atmosfera diventa incredibile, i tifosi caldissimi. I livello di tensione è talmente alto che si respira nell’aria." 



sabato 27 maggio 2017

Recensione: Notte fonda in Via degli Angeli

Notte fonda in via degli Angeli
di Susanna Mancinotti


Editore: Sperling & Kupfer
Prezzo E-Book: € 4,99 
Prezzo cartaceo: € 17,90
Pagine: 352



Elisa Montani è disperata. La rivista per cui scriveva è fallita, non ha più soldi neanche per l'affitto di casa, e ha appena scoperto che il suo fidanzato la tradisce. Si rende conto di non avere più nulla, quando le accade qualcosa di singolare e imprevisto. Viene a sapere che un suo zio, che non vedeva da quando era bambina, le ha lasciato in eredità il suo studio da detective, a condizione che si prenda cura di Quin, un magnifico pastore tedesco femmina. Elisa si arrangia a vivere con Quin nello studio dello zio. Non ha mai avuto un cane prima di allora e Quin la sorprende svelandole un mondo nuovo, ricco di affettuosi colpetti dati con il muso, sguardi dolci, repentini inviti al gioco e tanta allegria. 
Elisa inizia a proporre la sua collaborazione ad altre riviste, ma l'incontro con un giovane attraente dai bellissimi occhi blu e la visita di un'elegante cliente di suo zio tormentata dalla gelosia scombinano i suoi piani. Elisa, infatti, accetta di investigare sul marito della signora, noto professore universitario, e sulla sua amante. L'indagine, però, si complica per il sopravvenire di un omicidio. E saranno proprio Roma, attraverso i suoi meandri più sconosciuti, e Quin, dal fiuto eccezionale, ad aiutare Elisa nella soluzione del mistero. Immerso nell'atmosfera del giallo che sfuma nel rosa, il romanzo si ispira a un fatto di cronaca realmente accaduto a Roma, e testimonia come a volte la realtà superi veramente la fantasia.




Roma, Via degli Angeli. Una strada lontana dai soliti percorsi dei turisti che ogni giorno affollano le vie della Città Eterna, una strada che forse perfino alcuni romani non hanno nemmeno mai percorso.
Proprio lì c'è la casa che Elisa si è trovata ad ereditare dal fratello di sua madre, uno zio che lei non ha praticamente mai conosciuto.
Per lei questo è un momento della vita molto particolare e la nuova casa appare un po' come un nuovo inizio, molto apprezzato dato che il suo nuovo status di disoccupata (la rivista per cui scriveva ha appena chiuso) rende complesso pagare l'affitto del suo appartamento.
Ma la casa non è l'unica cosa che Elisa si trova ad ereditare: per prima cosa c'è Quin, il fedelissimo cane di suo zio. Ed in eredità si trova anche i casi che stava seguendo il fratello di sua madre: già, perché lo zio di lavoro faceva l'investigatore privato ed, una dei suoi clienti - una donna che è convinta che suo marito la tradisca - non lascia nemmeno il tempo ad Elisa di spiegare che lei di lavoro fa la giornalista. Ma, in fondo, ogni giornalista deve indagare per trovare una buona storia da raccontare, e così Elisa e Quin si ritrovano a scavare in un caso che si rivelerà ben più interessante di un possibile tradimento coniugale. 
Questo lomanzo - un giallo dalle tinte rosa, o forse un rosa dalle tinte gialle - è stata una piacevole scoperta. Lo stile narrativo di Susanna Mancinotti è lieve, quasi una carezza, ed accompagna gentilmente il lettore verso la risoluzione di un caso che piano piano si rivela ben più intricato di quando possa apparire a prima vista e liberamente ispirato a fatti di cronaca realmente accaduti.
Anche i personaggi, dall'imperscrutabile Marco all'imprevedibile Gemma, sembrano ritratti da qualche pittore Impressionista: i tratti sono delineati, ma non così netti da non lasciare spazio all'immaginazione del lettore.
E di Quin, ne vogliamo parlare? Potrei consigliare di leggere questo libro solo per scoprire quanto possa essere adorabile questo cane, capace di rubare la scena in più di un'occasione alla sua nuova padrona!






Durata totale della lettura: Tre giorni
Bevanda consigliata:  Infuso melograno e litchi
Formato consigliato: Cartaceo
Età di lettura consigliata: dai 15 anni
Sito dell'autore: Susanna Mancinotti

 








"Ti stai mettendo nei guai"
"Lo so, ma ormai non posso più tirarmi indietro"

                                            

venerdì 26 maggio 2017

5 cose che

Eccoci ancora con la consueta rubrica
lanciata dal blog Twins Book Lovers

 In questa rubrica i temi affrontati saranno molto vari, riguarderanno sempre il mondo dei libri, ma anche film, attori, serie tv, musica…insomma…tutte cose che, da amanti dei libri, non potrete che approvare!
 

Il tema di oggi è: 
5 personaggi che ho amato dei libri




1. Samwise Gamgee The Brave

Ho amato profondamente questo personaggio: mi sono innamorata di lui leggendo l'intera trilogia per poi ritrovarmi incantata di fronte alla sua trasposizione cinematografica che gli ha reso giustizia. La sua crescita come personaggio è stata esponenziale: da semplice "guardia del corpo giardiniere" del buon padron Frodo, Sam è diventato il vero eroe pagina dopo pagina. Laddove la forza di volontà di Frodo veniva a mancare ecco che c'era al suo fianco Sam pronto ad aiutarlo e a spronarlo a continuare per il bene suo e della loro amata Contea. Senza di lui Frodo si sarebbe consegnato a Sauron e tutto sarebbe finito.





2. Forrest Gump

Tom Hanks ha reso immortale questo personaggio, per il grande pubblico la sua interpretazione è stata meravigliosa ed anche io l'ho trovata sublime. Ancora di più però ho amato la versione cartacea di Forrest Gump: un uomo fragile, una mente fine ed un cuore delicato che pagina dopo pagina hanno arricchito un personaggio dalle mille sfacettature. Le sue avventure e il suo amore smisurato per Jenny mi sono rimarranno nel cuore per sempre.




3. Amleto

To be or not to be..Immortale frase che per sempre rappresenterà questo personaggio nato dalla penna del Bardo. Ho letto tutto di Shakespeare ed è stato difficile scegliere un solo personaggio, ero tentata di mettere Romeo (sono romantica) ma alla fine ho scelto il principe Amleto con il suo tormento, con le sue ossessioni e visioni incarna alla perfezione l'uomo moderno.


4. Harper Connelly

Non ho menzionato l'eroina più famosa della Harris, cioè Sookie Stackhouse perchè di fatto ho apprezzato ben poco quel personaggio che alla fine della serie è scaduto nella banalità più assoluta, ma ho scelto un'eroina forse poco conosciuta: Harper Connelly. I suoi quattro romanzi sono ben congeniati e danno la possibilità al lettore di conoscerla come personaggio senza annoiarsi e senza scadere nelle classiche ripetizioni che si ritrovano quando ormai una saga fa acqua da tutte le parti. Bella ed inquietante, dal carattere frizzantino e dalla mente acuta Harper ha catturato la mia attenzione ed i miei favori, diventando uno dei miei personaggi preferiti.




5. Ronald Weasley

Perchè Weasley è il nostro Re! Come si fa a non amarlo? Impacciato, combina guai al pari di Paperino ha catturato i miei favori sin dalle primissime pagine. Il suo amore per Hermione, la sua gelosia nei confronti di Harry e la sua fobia dei ragni sono solo alcune delle cose che ho amato di lui. Un personaggio forse più simile ai noi rispetto agli altri con le sue paure e il suo essere sempre semplice è in assoluto il mio favorito!

Ora tocca a voi, sono curiosa. Cosa ne pensate delle mie scelte? Voi quali personaggi avreste scelto?



Recensione: Passenger + Traveller

Passenger
di Alexandra Bracken

Editore: Sperling & Kupfer
Prezzo Cartaceo: € 18,90
Prezzo E-Book: € 9,99
Pagine: 420
Titolo originale: Passenger



In una terribile notte, la giovanissima Etta Spencer perde tutto quello che conosce e ama. Catapultata all'improvviso in un mondo sconosciuto, ha un'unica certezza: non ha viaggiato per chilometri, bensì per secoli. La sua famiglia, infatti, possiede la capacità di viaggiare nel tempo. Un'abilità di cui lei ha sempre ignorato l'esistenza. Fino a ora. Passeggera a sorpresa su una nave nel bel mezzo dell'oceano, e disposta a tutto per ritornare alla propria epoca, Etta inizia una straordinaria avventura attraverso secoli e continenti, in compagnia di Nicholas, giovane capitano della nave, alla disperata ricerca di un oggetto misterioso e di inestimabile valore, in grado di salvare il suo futuro. Ma i tentativi di Etta per trovare la strada di casa non fanno che trascinarla sempre più a fondo. Per sopravvivere dovrà imparare a navigare tra spazio e tempo, tradimento e amore. Una storia originale e dal ritmo serrato: uno speciale viaggio nel tempo, pieno di avventura e romanticismo, che ha subito conquistato il cuore dei giovani lettori americani


Ho letto questo libro per la prima volta in versione originale perché non ho saputo resistere leggendo la sinossi e devo dire che anche la copertina ha influito parecchio, infatti meno male che la casa editrice ha deciso di mantenere la stessa, poi una volta arrivato anche in Italia mi sembrava doveroso rileggermelo visto anche quanto mi era piaciuto. Il viaggio è al centro di tutto il libro e già solo per questo vince mille punti, ma la cosa più bella è che attraverso questa storia non ho solo viaggiato da un posto all'altro del pianeta ma anche tra epoche diverse! Insieme con i protagonisti Etta e Nicholas l'avventura sembra non avere mai fine e così ci ritroviamo insieme a loro nei posti più impensati, Damasco, Londra, Cambogia attraversando vari portali temporali e scenari in continua evoluzione. I nostri principali compagni di viaggio sono davvero diversi tra loro e spesso e volentieri si ritrovano a cozzare, d'altronde sono di due epoche diverse, però gli ostacoli che si ritrovano ad affrontare e le sorprese che gli precipitano addosso li fanno avvicinare, scoprendosi forse anche più simili di quanto possano immaginare. Etta mi piace proprio perché è una che sa il fatto suo e non si perde d'animo, uno di quei personaggi che ti una spinta e ti fa desiderare di essere più decisa come lei, mentre Nicholas è un eroe di quelli di un tempo, di quelli che ormai non leggiamo più così tanto nei libri eppure non perdono mai il loro fascino. I personaggi sono vari e originali, leggendo questo genere di romanzi c'è il rischio di ricadere sempre nel banale, invece la Bracken ha saputo creare i personaggi giusto al momento giusto direi. Di questo libro non bisogna raccontare troppo perché come tutti i viaggi vanno vissuti e ad ognuno lasciano delle emozioni diverse sulla pelle, allacciate le cinture, mettetevi comodi e liberate la mente perché con questa lettura state per vivere un'avventura senza sosta che finirete alla velocità della luce e che vi farà vivere delle emozioni al di fuori dell'immaginario.





Traveller
di Alexandra Bracken

Editore: Sperling & Kupfer
Prezzo Cartaceo: € 18,90
Prezzo E-Book: € 9,99
Pagine: 468
Titolo originale: Wayfarer



Etta Spencer non sapeva di essere una viaggiatrice fino al giorno in cui si è ritrovata a chilometri e secoli di distanza da casa sua. Ora, di nuovo sola, in un luogo e in un tempo a lei sconosciuti, derubata dell'unico oggetto in grado di proteggere la linea temporale e salvare sua madre, e lontana da Nicholas, il ragazzo che ama, deve fare i conti con una rivelazione tanto scioccante da mettere in discussione quello per cui lei ha combattuto fino ad ora, e cambiare per sempre il suo futuro. Un futuro che Nicholas è pronto a tutto pur di salvare. Devastato dalla scomparsa di Etta, sta infatti cercando disperatamente di rintracciarla, per aiutarla a risolvere insieme questo disastro, come era destino. Ma, mentre Etta e Nicholas continuano a cercarsi ai confini del tempo e del mondo, e i viaggiatori sono impegnati in una spietata battaglia per il potere, la posta in gioco si alza. Perché esiste qualcosa di ben più potente dell'astrolabio che tutti vorrebbero. Un potere antico e pericoloso che minaccia di sradicare del tutto la linea temporale...


Per fortuna con il primo libro l'avventura non si è conclusa del tutto e quindi eccoci con il secondo capitolo che meno male è uscito a poca distanza dall'altro in modo da non tenerci con il fiato sospeso troppo a lungo. Etta e Nicholas sono divisi e con tutte le loro energie cercano di ricongiungersi, nuovi alleati e nuovi viaggi si prevedono all'orizzonte e con la costante di proteggere sempre il prezioso astrolabio e sfuggire al nemico per eccellenza, il perfido Ironwood. Avventure e sorprese ovviamente non mancano per rimanere sempre in tema ed anche se i due protagonisti, che siamo sempre stati abituati a vedere insieme, percorrono le loro strade in maniera separata il pathos e l'azione non diminuiscono e la voglia di vederli finalmente riuniti incalza facendoci procedere verso un finale che lascia a bocca aperta. Sicuramente questo libro ha un ritmo diverso dal primo e di sicuro i due libri vanno letti uno dopo l'altro per completare la storia ed anzi apprezzarne al meglio i tanti particolari ed i diversi intrecci, i viaggi temporali, anche se importanti e ricorrenti, rimangono solo una parte della storia, battaglie, amori, vendetta, colpi di scena, si susseguono senza tregua arricchendo ancora di più entrambi i due libri. Alexandra Bracken ha partorito un bellissimo successo e una storia che difficilmente annoia, ricca di mille ambientazioni diverse, descrizioni minuziose e un'atmosfera che è totalmente inebriante, una storia che non si dimentica facilmente e che ci lascia con la testa avvolta tra le nuvole, in mondi lontani eppure così vicini. Leggete questi libri e non smettete mai di viaggiare...anche se solo con la fantasia!


Durata totale della lettura: Nove giorni
Bevanda consigliata: Tè cannella e ciliegia
Formato consigliato: Cartaceo
Età di lettura consigliata: dai 16 anni
Sito dell'autrice: Alexandra Bracken





  "Un viaggio tra mille paesi ed epoche diverse tutte da scoprire."

giovedì 25 maggio 2017

Recensione: Un matrimonio da favola

Un matrimonio da favola
di Fabiola D'Amico


Editore: Newton Compton
Prezzo E-Book: € 3,99 
Prezzo cartaceo: € 5,90
Pagine: 352



Christian è così diverso da Francesca, eppure lei ne è profondamente innamorata. Non le porta il caffè a letto la mattina, non la sorprende con fiori o cioccolatini. E non le dice mai “ti amo”. Ma è leale e fedele, anche se non è capace di dichiarazioni romantiche. O almeno così Francesca pensava. Perché, a quanto pare, con la sua ex era molto diverso… Quando Francesca lo scopre, si sente tradita e lo lascia. E allora, per riconquistarla, Christian farà per lei qualcosa di cui Francesca non lo avrebbe mai ritenuto capace. Esaudendo il suo desiderio più grande…




Questa è la storia di Francesca e Christian. Sono giovani, hanno entrambi un lavoro di una certa importanza - lui è un avvocato, lei è una psicoterapeuta - e si amano.
Christian è un tipo pragmatico, e fin dall'inizio si capisce che quando Madre Natura stava distribuendo il romanticismo lui era a fare un giro con la sua barca. Ama Francesca, la ama davvero, ma fin troppo spesso lui non esterna questi sentimenti.
E Francesca, ammettiamolo, un po' questa cosa la soffre. Un po' tanto, ecco: lei è una divoratrice seriale di romanzi d'amore (cura perfino un blog dedicato a questo genere letterario assieme ad una sua amica), sprizza romanticismo da tutti i pori e sogna l'abito bianco.
Di certo non vi sto raccontando nulla di nuovo se già conoscete Fabiola D'Amico: la Newton ha già pubblicato un suo romanzo qualche tempo fa, intitolato "Un giorno da favola", di cui "Un matrimonio da favola" non è altro che la naturale prosecuzione.
Ma non voglio scoraggiarvi se non avete letto il primo: questo romanzo può essere letto benissimo da solo. Anzi, può sembrare strano quello che vi scrivo, ma leggere questo libro senza sapere nulla di come Francesca e Christian si sono conosciuti ed innamorati dona alla storia quel pizzico di originalità che a volte manca nei romanzi d'amore. Perché stavolta il fulcro della storia non è la fase dell'innamoramento, ma ciò che arriva dopo, quando ognuno deve imparare a conoscere l'altro, e convivere con i pregi ed i difetti, alla ricerca di un equilibrio - e molto spesso anche di un compromesso. Ecco, è questa la parte più difficile di una relazione: il costruire ogni giorno le basi per un domani assieme. Ed è proprio quello che fanno Francesca e Christian, cercando piano piano di gettare delle basi sempre più solide alla loro bellissima storia d'amore.
Di più non vi posso dire senza sparare spoiler a destra e a manca, quindi taccio. Lo avrete capito, questo è un romanzo leggero - esattamente ciò di cui avevo bisogno in questo periodo, in cui arrivo a casa la sera e ho a malapena la forza di prepararmi la cena. Vi confesso che, sebbene questo romanzo mi sia piaciuto molto, ho avuto un po' di difficoltà a digerire tutti i riferimenti al genere romance di cui è condita la narrazione. Mi spiego: Francesca è una blogger, quindi i tutti quei rimandi ai romanzi d'amore erano perfettamente in linea con il personaggio, ma ad un certo punto mi veniva da dire: "Ava, spostati! Fammi leggere di Christian e Francesca!" (il riferimento è alla protagonista della This Man Trilogy della Malpas, che pur essendo stata osannata un po' da mezzo mondo io non ho letto).
Un grandissimo punto di forza di questo romanzo, invece, è rappresentato dal dono di Fabiola D'Amico nel tratteggiare dei personaggi tridimensionali, talmente verosimili da avere l'impressione che questi esistano davvero e di poterli incontrare sull'autobus o che siano seduti al tavolo vicino al tuo mentre fai colazione al bar. E - lo ammetto - ora sono curiosissima di sapere cosa succederà a Carlotta e Luca, per cui mi aspetto a breve un approfondimento proprio dedicato a loro (quei due non me la contano mica giusta!)






Durata totale della lettura: Quattro giorni
Bevanda consigliata:  Infuso salvia e menta
Formato consigliato: Ebook
Età di lettura consigliata: dai 16 anni
Sito dell'autore: Fabiola D'Amico

 










"La vita reale è diversa dai libri che leggi

                                            

mercoledì 24 maggio 2017

Recensione: Una ghirlanda per ragazze

Una ghirlanda per ragazze
di Louisa May Alcott

Editore: Flower-ed
Prezzo Ebook: € 7,99 
Titolo Originale: A garland for girls
Genere: Racconti brevi, narrativa


Durante un periodo di forzata immobilità, Louisa May Alcott scrisse sette storie ispirate ai fiori. Intrecciando questa meravigliosa ghirlanda per suo diletto e per le sue ragazze, raccontò dell’amore per i buoni libri e per le altre persone, della ricerca della pace e della crescita personale, di quei valori, insomma, sui quali basò la propria esistenza e che volle condividere con le sue lettrici. Mostrò loro come fosse possibile migliorare la propria personalità, e di conseguenza il mondo, con semplici gesti quotidiani, nella scelta delle proprie letture, nella vita familiare o nell’incontro con le altre persone. Dopo oltre un secolo questa straordinaria scrittrice ha ancora molto da insegnare e le sue storie continuano a essere avvincenti, a commuovere, a far riflettere. La prima edizione del libro risale al 1887 e questa ne rappresenta la prima traduzione italiana.











Sette storie delicatissime che hanno come protagoniste diverse giovani donne, con storie ed emozioni diverse ma tutte unite da un unico filo conduttore, quello del lavoro seppur umile come mezzo per elevare lo spirito. Ecco quindi che nel primo racconto troviamo un circolo del libro di giovani donne di Boston che, invece di scegliere un nuovo romanzo per l'inverno, decideranno di dedicarsi ognuna ad un progetto segreto per aiutare i più sfortunati, per aiutare delle povere anime a trovare un pò di amore e conforto. Ecco quindi che alla fine del periodo prefissato queste giovani si ritroveranno magari più povere di qualche ornamento frivolo e alla moda, ma più ricche nel loro animo per aver aiutato il prossimo. Le storie si susseguono, ogni racconto è dedicato ad un fiore diverso biancospino, edera e ninfea per citarne alcuni riempiono l'animo del lettore di gioia e di buoni propositi. Famosa in tutto il mondo per aver creato le sorelle March, Louisa May Alcott in questa raccolta tradotta per la prima volta in Italia ci porta a conoscere tante anime buone, tante piccole donne dall'animo forte capaci di lavorare anche ore ed ore per aiutare una sorella malata senza mai perdere il sorriso e la speranza in un futuro più favorevole. La capacità di questa autrice è quella di rendere speciali le sue eroine che non sono delle semplici figure stucchevoli, ma veri e propri emblemi di buoni sentimenti e propositi capaci di non arrendersi di fronte alle sventure della vita. Sette piccoli gioielli che vi sapranno aprire il cuore e la mente come solo Louisa May Alcott sa fare.



Durata totale della lettura: due giorni
Bevanda consigliata:  Tè alla rosa
Formato consigliato: Ebook

Età di lettura consigliata: dai 17 anni
Sito dell'autore: Louisa May Alcott Wikipedia





"Sette storie inedite in Italia che vi incanteranno con la loro delicatezza."



                      
   

                                        

Recensione: The Originals. Solo tu

The Originals. Solo tu
di Julie Plec



Editore: Newton & Compton
Prezzo cartaceo: € 12,90
Prezzo ebook: € 4,99
Pagine: 288
Titolo originale: The Originals. The Loss
Genere: fantasy, vampiri

Anno 1776. Klaus, Elijah e Rebekah Mikaelson sono antichi vampiri e stanno contribuendo alla ricostruzione della città di New Orleans, distrutta da un uragano. Sembra andare tutto per il meglio, i lupi mannari sono fuggiti, le streghe sono confinate ai margini della palude. Eppure Klaus non è soddisfatto, ha bisogno di una donna accanto a lui, una regina. Per incontrare di nuovo il suo amore, Vivianne, è disposto a rischiare, affidandosi ai poteri di una strega. Ma l’incantesimo non ha gli effetti sperati, Klaus è stato ingannato e una maledizione riporta in vita creature che erano sparite dalla faccia della terra. Per i fratelli Mikaelson è ora di tornare a combattere.





Quarantaquattro anni dopo la fine della guerra tra gli esseri soprannaturali a New Orleans, la città fu ricostruita, con la mano di ferro di Elijah, ma non Niklaus Mikaelson. Questi ha trascorso gli ultimi decenni a deprimersi, pensando alla sua amata defunta Vivianne.
Ma quando una strega senza scrupoli decide di rispondere alla sua offerta, Klaus non pensa a possibili tranelli quindi decide di cancellare l’esilio delle streghe da New Orleans, in cambio della “resurrezione” di Vivianne. Solo che non va tutto come dovrebbe andare…
Questo romanzo è il secondo volume di una trilogia sul passato della famiglia Mikaelson a New Orleans, protagonisti della serie di successo “The Originals”.
Se non avete letto il primo volume (o non vi ricordate esattamente quello che era successo), non c'è bisogno di cercare una recensione del precedente libro (che vi consiglio, tuttavia, di leggere!!) perché la Plec ci ricorda e racconta molto bene, in versione Bignami, quello che è successo.
Veniamo subito immersi nell’atmosfera del romanzo, soprattutto se abbiamo seguito la serie tv e conosciamo già il temperamento dei personaggi.
Penso riuscirete facilmente ad identificarvi con Rebekah, stufa dei comportamenti del dispotico fratello Klaus, che rende continuamente la sua vita difficile, e, lo dico di nuovo, probabilmente avrei reagito allo stesso modo se fossi stata al suo posto.
Klaus, è Klaus… come nella serie non si fida di nessuno, nemmeno dei suoi fratelli, se non quando i fatti sono palesemente evidenti…
Per quanto riguarda Elijah? Ragazzi, è il mio personaggio preferito del programma, non posso che amarlo anche in questo libro in cui ispira rispetto, nel quale è uomo d'onore che cerca di tenere tutto in ordine.
Il personaggio di Vivianne è intrigante, ma è Lysette che mi ha colpito di più.
Ho trovato bella la solita rivalità tra vampiri/licantropi/streghe per la conquista del potere e mi è piaciuta l’interazione che si crea tra Vivianne e altri misteriosi personaggi (che vi lascio scoprire!) i quali saranno la spina nel fianco in questo nuova avventura dei fratelli Mikaelson.
Una cosa tipica della Plec è riuscire ad agganciare il lettore/spettatore e a lasciarlo incollato lì, in attesa di nuovi sviluppi, quindi assaporate questo secondo capitolo, in attesa dell’ultima avventura…


Tempo di lettura: Due giorni
Bevanda consigliata: Succo di Ribes Rosso
Formato consigliato: ebook
Età di lettura consigliata: dai 16 anni
Sito dell'Autore: Julie Plec

 




"L’unica cosa che Rebekah aveva imparato da vampira era che la gente moriva e tu dovevi andare avanti." 



martedì 23 maggio 2017

Recensione: Sapone Naturale


Sapone Naturale
di Claudia E Cristiano Ferretti

Editore: Edizioni LSWR
Prezzo Cartaceo: € 18,90
Pagine: 144


“Fate attenzione a leggere il libro “Sapone naturale” perché potrebbe cambiare la vostra vita: potreste ritrovarvi a passare di fronte allo scaffale dei detergenti senza nemmeno fermarvi a dare un’occhiata.” Inizia così il volume che cambia la nostra vita mentre cerca di cambiare il mondo, iniziando da un gesto semplice e solo apparentemente personale: l’autoproduzione del sapone. Imparare a fare il sapone naturale artigianalmente può dare grandi soddisfazioni con una piccola spesa e molto divertimento: imparerete a creare saponi naturali delicati, sostenibili e bellissimi; per voi, per i bambini, per fare regali originali e utili. In questo libro troverete spiegazioni semplici e chiare dei diversi metodi di produzione del sapone, accompagnate da tante immagini a colori, approfondimenti sull’attualità, la storia e la chimica del sapone. In più, utili schede operative da usare durante la preparazione con prodotti naturali.



Da sempre amo spignattare e fare in casa prodotti per la cura del corpo o dei capelli anche se devo ammettere che a volte il tempo mi frega e non riesco a dedicarmici come davvero vorrei, fatto sta che di libri e manuali sulla preparazione di diversi prodotti di bellezza ne ho tanti e questa volta il mio occhio è caduto su questo dedicato soprattutto ai saponi. Spesso cercando sul web si trovano tantissime ricette per produrre i saponi però una volta che ci si sofferma sul procedimento ci si spaventa un pochino e devo dire che mi è capitato spesso, però come incita anche questo libro non bisogna subito arrendersi e magari dopo un pò di approfondimenti e vari tentativi vedrete che non riuscirete a farne a meno e poi volete mettere usare prodotti naturali che ci siamo scelti dal primo all'ultimo personalmente per la nostra cura personale?! I modi per imparare a fare i saponi sono tanti, tanti gli ingredienti che possiamo variare e anche tante sono le qualità che vogliamo che il nostro sapone abbia, ma la cosa più importante credo sia prima di tutto capire cosa stiamo andando a creare, le caratteristiche, le reazioni chimiche che provocheremo e soprattutto l'effetto che il nostro prodotto ha sulla nostra pelle, non mai bisogna mai tralasciare l'importanza di queste basi che consiglio vivamente di approfondire e a fortificare le parole di questo libro possiamo usufruire anche del blog degli autori integrando alla lettura, consigli, tecniche e altri piccoli trucchetti. Quello che mi ha colpito di più di questo libro è che gli autori sin dall'inizio mettono in chiaro che questo manuale non si vanta di essere perfetto sulle spalle degli altri, ma ci tengono a rimarcare che è frutto della loro esperienza e dei consigli che hanno raccolto con il tempo, il bello dell'autoproduzione è che non esiste una ricetta assoluta, ma tutto nasce e si arricchisce attraverso la pratica e magari le informazioni che si condividono con altre persone curiose e creative come noi, non ci dimentichiamo che bisogna sempre divertirsi! Quindi invito a tutti a provare a spignattare almeno una volta e questo libro di sicuro vi aiuterà ad iniziare nel modo giusto.


Durata totale della lettura: Da consultare
Bevanda consigliata: Acqua alla fragola
Formato consigliato: Cartaceo
Età di lettura consigliata: dai 19 anni
Sito degli autori: Claudia E Cristiano Ferretti








      "Crea facilmente i tuoi saponi e detergenti naturali."


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...