martedì 23 luglio 2024

Recensione: La sposa dell'Ade



  La sposa dell'Ade

 di Eleonora Fasolino

 Editore: Newton Compton Editori
 Prezzo: € 12,90
 Pagine: 288
 
 Ade, dio dell’Oltretomba, conduce un’esistenza placida, lontano dall’Olimpo e dai suoi intrighi. Il suo è un regno fatto di ombre, di spiriti, dove tutto finisce e fluisce. Eppure, da qualche tempo la sua serenità è turbata da una profezia. Le Moire, signore del destino, sono state chiare: l’Oltretomba è destinato alla distruzione, a meno che il suo re non lasci entrare la vita negli inferi. Confuso, il potente signore delle ombre cerca risposte. Come si fa a portare la vita nel regno dei morti? Intanto Persefone, figlia della dea del raccolto Demetra, vive con sua madre e le sue ninfe tra i campi mai spogli di una terra nascosta ai mortali, anelando a scoprire cosa nasconda il mondo esterno. Quando Ade bussa alle porte della sua casa, Persefone non immagina che quella visita cambierà per sempre la sua vita. Il dio le offre la possibilità di lasciare la dimora materna, seguirlo nell’Averno... e diventarne la regina. E lei accetta. Che cosa la aspetta, nel regno degli inferi? 




Ade il mietitore di anime, dio dell'Averno viene informato dalle moire che il suo trono su mondo dei morti non è al sicuro, non gli appartiene davvero e il modo di trovarne la ragione sia da cercare nell'abbondanza. Chi può aiutare più della sorella Demetra che si trova nell'abbondanza circordata dalla natura e grazie alla quale i comuni mortai non perivano di fame?
Ade decide di farle visita, non ha alcuna intenzione di perdere il suo regno ma soprattutto non vuole rischiare di rovinare tutto quello che ha creato e tutti i personaggi che ci sono. Demetra ne è molto affezionata ma obbliga la figlia Persefone a nascondersi, nessuno l'ha mai vista e non vuole esporla a nessuno. Per lei Persefone è sempre una bambina, la sua Kore (fanciulla).
La figlia dal canto suo vuole visitare il mondo, si è stufata di stare sempre e solo con la madre e le sue fastidiose ninfe, si sente grande e vuole più libertà, di conseguenza non ascolterà la madre e andrà ad ascoltare di nascosto l'incontro fra le due divinità. Con un piano ben congeniato,  i due si sposeranno e trasferiranno nell'Averno, Ade silenzioso scopre nella moglie una forza inaspettata ma ancora le nasconde la vera ragione del loro matrimonio.

Tra gelosie, inganni, divinità incazzatissime che disidratato la terra degli uomini, Orfeo ed Euridice e il loro amore infelice, al romanzo non manca niente. I personaggi sono importanti e leggeri allo stesso tempo, vediamo un lato diverso di Ade ma anche di Persefone. Anche se non siete grandi esperti delle divinità, le spiegazioni iniziali chiariscono subito tutto e ci incuriosiscono sui legami tra fratelli e sorelle e le varie liti interne. Insomma anche se divini, le lotte alla Beautiful ci sono lo stesso.

Molto consigliato, temevo fosse un retelling troppo "zuccheroso" e invece la Fasolino ha scritto un romanzo accattivante e che tocca argomenti importanti!

Durata totale della lettura: Cinque giorni
Bevanda consigliata: Fanta al limone
Formato consigliato: Cartaceo
Età di lettura consigliata: dai 13 anni
Consigliato a chi ha apprezzato: La schiava ribelle di Eleonora Fasolino



"Ma senza amore persino i legami di sangue svaniscono, tutto ciò che abbiamo, ora, è la speranza"


Si ringrazia la casa editrice per la copia omaggio

lunedì 22 luglio 2024

Recensione: The Forest of Stolen Girls



 The Forest of Stolen Girls

 di June Hur

 Editore: Giunti
 Prezzo: € 17,00
 Pagine: 336
 Traduzione: Marco Astolfi

 Suspense e atmosfera nei fitti boschi della Corea medievale. 1426. Isola di Jeju, Corea. Le sorelle Hwani e Maewol scompaiono in un bosco e vengono ritrovate prive di sensi nel cuore della foresta, vicine al cadavere di una donna. Cinque anni dopo, loro padre, il detective Min, inizia a indagare sulla scomparsa di tredici ragazze in quella stessa foresta. Ma poco dopo anche lui svanisce nel nulla. È così che Hwani decide di partire alla ricerca del padre per risolvere il caso che ha distrutto la sua famiglia. Mentre scava nei segreti del piccolo villaggio dell’isola, Hwani si scontra con quella sorella ormai divenuta per lei un’estranea, Maewol, e si rende conto che la risposta al mistero della foresta potrebbe nascondersi nei suoi ricordi sepolti... Un thriller mozzafiato, che tiene il lettore sospeso dalla prima all'ultima pagina. Un successo internazionale, con oltre 4 milioni di visualizzazioni su TikTok, e numerosi riconoscimenti. 




13 ragazze sono scomparse nel villaggio di Nowon nell'isola di Jeju. Nella ricerca di una motivazione sembra essere sparito anche l'ispettore Min. La figlia Hwani ha deciso di andare a Jeju a cercarlo nonostante le ripetute promesse che gli aveva fatto di stare lontana dall'isola. Perlomeno ha ascoltato il suo insegnamento e si traveste da uomo, una donna sola ad investigare non sarebbe ben accetta!
L'altra figlia dell'ispettore si trova ancora sull'isola dove il padre l'aveva lasciata cinque anni prima quando, in seguito all'"incidente nella foresta", la figlia sembra aver sviluppato delle abilità sciamaniche. 
Le due sorelle si sono scritte poco e senza davvero andare a fondo, quando Hwani incontra la spartana Maewol infatti non si aspetta di trovare tanta ostilità, non solo verso di lei ma soprattutto verso il ricordo del suo tanto amato padre.
La sorella infatti non ha goduto dell'amore e della presenza ma piuttosto dei musi duri e sporadici e la sua unica figura familiare sembra essere stata la sciamana Nok-yung. 
La vecchietta sembra subito nascondere qualcosa, Maewol non accetta nessuna critica nei suoi confronti e anzi, i principali screzi con la sorella sono sui dubbi che la riguardano. Hwani si trova non solo in un mare di guai ma anche a dover fare i conti con il fatto che forse il padre che ha conosciuto e tanto amato, non sembra essere lo stesso che Maewol odia tanto.

Il romanzo si legge in un battibaleno, sembra iniziare lentamente ma ci si rende presto conto di non vedere l'ora di sapere cosa ci aspetti alla pagina successiva. I personaggi sono interessanti e risvegliano anche sentimentalismi importanti dei raporti fra sorelle. 
Ricordiamoci che il romanzo si basa in Corea nel 1400! Niente CSI o impronte digitali ma solo serie investigazioni e tanta paura, soprattutto per una ragazzina.

Per quanto il romanzo sia classificato come young adult, devo dire che non l'avrei mai detto, l'atmosfera che l'autrice disegna per noi rimane davvero impressa, sia per la vibe agghiacciante, sia per i paesaggi stupendi.

Un bellissimo incrocio tra thriller pieno di mistero e un caso da risolvere e romanzo storico che ci insegna della pratica delle donne tributo in Corea, in realtà chiamate donne bellissime, venivano rapite dalle famiglie e portate in dono alle famiglie nobili della dinastia Yuan e Ming.

Assolutamente consigliato!

Durata totale della lettura: Cinque giorni
Bevanda consigliata: Tisana al finochio
Formato consigliato: Cartaceo
Età di lettura consigliata: dai 13 anni
Website dell'autriceJune Hur
Consigliato a chi ha apprezzato: Figlie del Mare di Mary Lynn Bracht



"Noi non abbiamo il privilegio di poter essere noi stessi. "


Si ringrazia la casa editrice per la copia omaggio

martedì 16 luglio 2024

Recensione: Il ladro linguanera



  Il ladro linguanera

 di Christopher Buehlman

 Editore: Fazi Editore
 Prezzo: € 18,50
 Pagine: 480
 Titolo orginale: The Blacktongue Thief
 Traduzione: Martina Del Romano

 In un mondo dove la morte è costantemente dietro l’angolo, l’onore è un lusso che pochi possono permettersi. Kinch Na Shannack è debitore di una considerevole somma verso la Gilda dei Prenditori, che gli ha impartito un’impeccabile istruzione per diventare ladro, insegnandogli, tra le altre cose, a scassinare serrature, scalare muri, usare il coltello, raccontare bugie, piazzare trappole, nonché lanciare qualche piccolo incantesimo. Decide quindi di nascondersi nel folto della foresta per mettere in pratica quello che ha imparato contro il primo malcapitato che si troverà a passare di lì. Purtroppo per lui, però, si trova davanti Galva, ancella della dea della morte e abile guerriera, sopravvissuta alle feroci guerre contro i goblin; sta viaggiando in cerca della sua regina, scomparsa dopo che la città del Nord in cui si trovava è caduta in mano ai giganti. È così che Kinch, a cui Galva risparmia la vita, viene costretto dalla Gilda a seguire la ragazza in un viaggio che unirà per sempre i loro destini. I due si troveranno coinvolti in un’epica impresa segnata da inaspettati pericoli e doppi giochi da svelare, in un paese devastato dalle guerre, dove i goblin sono affamati di carne umana e mostri leggendari si rifugiano nelle profondità del mare. Con grande ironia e spregiudicatezza, il protagonista Kinch si ritrova suo malgrado a diventare l’eroe della propria storia, trascinando il lettore in un’avventura del tutto eccezionale orchestrata dalla penna di uno degli autori fantasy più originali del panorama contemporaneo. 




La storia inizia a Holt con il nostro protagonista, Kinch, appartenente alla Gilda dei Prenditori, la scuola che ti fa diventare un ladro (nel suo caso)o un sicario. Per quanto prestigiosa, questa scuola è anche estremamente costosa e chi ci studia dovrà ripagare per tutta la vita. Proprio per questo appena gli si presenta l'occasione, accetta di seguire Galva e il suo corvo assassino verso Oustrim, verso i giganti. Il gruppo si arricchisce di Norrigal una strega inesperta e un gatto cieco misterioso e li seguiamo nel viaggio e negli stranissimo incontri che fanno. 
Incontreranno la Strega Gambemorte, che utilizza arti di deceduti per muoversi, una roba davvero inquietante. Tutti insieme sconfiggono Testa di Corno, un bestione coperto di tatuaggi magici che gli impediscono di essere colpito. Si avete capito bene, i nomi dei personaggi sono incredibilmente evocativi! 
Lo strano gruppo si unisce poi a una baleniera per la continuazione del viaggio e nonostante le promesse di non essere inclusi nella caccia, si ritrovano tutti lottare con balene e kraken. Peggio di questo ci sono solo i goblin che perlomeno consentono a Kinch di scoprire il vero motivo per cui le streghe si stanno dirigendo verso Oustrim. 
L'arrivo nella terra dei giganti continua a essere rocambolesco tra lotte, magia, mostri, tatuaggi incantati e mattomoni lunari. 
 Fantasy consigliato, mi ha ricordato un pochino Labyrinth, goblin, anelli magici, streghe, paesaggi fatiscenti e fetosi. Il nostro Kinch che sarebbe un personaggio che odiamo, si fa voler bene da subito e forse è l'unico approfondito, alcuni altri personaggi che sembrano fondamentali spariscono in fretta e tragicamente. Se avete lo stomaco delicato e preferite gli aulicismi, forse questo romanzo non fa per voi, in compenso c'è un uso del linguaggio e dei giochi di parole molto divertente, temo che nella traduzione alcune sfumature si siano leggermente perse. 
L'unica cosa che mi ha reso difficile la lettura è decisamente la mancanza di struttura del romanzo, sembra un'accozzaglia di avvenimenti uno dopo l'altro senza tanta connessione tra loro, ma che si susseguono con la scusa del viaggio. 
Se vi piacciono I fantasy e i personaggi che non sono per forza eroi, questo fa per voi. Spero che il secondo volume vada maggiormente a fondo e rimanga meno in superficie, quetso nuovo mondo creato da Buehlman infatti merita attenzione e cura date le milioni di sfaccettature di ogni angolo!



Durata totale della lettura: Otto giorni
Bevanda consigliata: Succo di melograno
Formato consigliato: Cartaceo
Età di lettura consigliata: dai 15 anni
Website dell'autriceChristopher Buehlman
Consigliato a chi ha apprezzato: Il Regno dei demoni di Victoria Aveyard



"Adoro sinceramente il brivido del commercio "


Si ringrazia la casa editrice per la copia omaggio

lunedì 15 luglio 2024

Recensione: Crimini e misteri da risolvere viaggiando nella Storia



Crimini e misteri da risolvere viaggiando nella Storia
di Iacopo Cellini

Prezzo Cartaceo: € 9,90
Pagine: 128


Sei casi da risolvere ambientati in diverse epoche del passato:
    - I predatori della piramide di Kripthamon
    - Cospirazione al Senato romano
    - Intrighi alla corte di Lorenzo il Magnifico
    - Caccia al tesoro di Henry Morgan
    - Il mistero del fantasma del Tamigi
    - Whisky e pallottole

Il detective sei tu!
Esplora le varie ambientazioni, soffermati sui dettagli, decifra codici e rompicapo e collega tutti gli indizi.
Un punteggio da una a tre stelle rivelerà il tuo profilo enigmistico



   Appassionati di enigmi e giochi logici? Affascinati dalla Storia e da avventure ambientate in epoche passate? Con un perfetto mix di puzzle, rompicapi e misteri storici questo libro-game sarà sicuramente di vostro gradimento!

Sei distinti capitoli, sei differenti epoche storiche: un viaggio nel tempo, indagine dopo indagine, enigma dopo enigma, alla ricerca della soluzione corretta.
Dalle piramidi dei grandi faraoni, alla Roma repubblicana, al tempo dei pirati e delle esplorazioni navali, passando per il Rinascimento italiano alla corte dei De Medici, fino ad arrivare alla Londra vittoriana (forse il mio preferito) e all'America degli anni Venti.

In ogni capitolo una nuova avventura, un'opportunità per esplorare un'epoca storica differente ed affrontare un mistero da risolvere. Affiancati da diversi investigatori veniamo catapultati nel mezzo di un’indagine, delitto o furto che sia, dove tre enigmi correlati metteranno progressivamente alla prova il nostro ingegno, intuito ed anche un po’ le nostre conoscenze.

Il tutto accompagnato da una piacevole esplosione di colori, con accattivanti disegni e tavole grafiche, oltre a mappe, poesie in rima e persino una tavola ouija!
Le storie sono semplici ma splendidamente illustrate, offrendo un’ambientazione storica curata e suggestiva che permette di immergersi immediatamente nella storia.
Poca lettura, molte immagini, uno stile diretto e privo di fronzoli, numerosi enigmi visivi da risolvere. Il tutto rende l'esperienza coinvolgente, divertente e stimolante.
Un'ottima scelta per l’estate, per passare il tempo in famiglia o con gli amici, al parco o in piscina, armati di penna, matita, ingegno ed intuito.

Un piccolo suggerimento: avrei forse apprezzato una introduzione ad ogni storia leggermente più approfondita, per calarsi meglio nell'avventura, rendendo la narrazione ancora più coinvolgente e migliorando ulteriormente l'esperienza di lettura.
Sicuramente una piccola gemma per gli amanti di enigmi e sfide mentali, collocata in una cornice storica affascinante. Non vedo l'ora di partire per altre avventure simili! Sono certo che esplorerò altri libri di questo genere in futuro.

Durata totale della lettura: sei giorni - in vacanza con gli amici 
Bevanda consigliata: limonata fresca
Formato consigliato: cartaceo
Età di lettura consigliata: dai 14 anni
Sito dell'autore: Iacopo Cellini


« Osserva - Interroga - Decifra - Rispondi - Confronta
e soprattutto Divertiti! 
»
« Un ottimo modo per divertirsi e contemporaneamente scoprire nuove cose »



Si ringrazia la casa editrice per la copia omaggio

giovedì 11 luglio 2024

Recensione: L'amore assaje



 L'amore assaje

 di Francesca Maria Benvenuto

 Editore: Mondadori
 Prezzo: €18
 Pagine: 156

 Zeno ha quindici anni e per la legge è ancora un bambino. Ma in realtà è adulto da un pezzo, lo è diventato a dieci anni precisi, quando il padre è finito in galera e la madre ha iniziato a prostituirsi per mantenere lui e la sorella. Così anche Zeno si è dovuto dar da fare e ha cominciato “l’attività”: scippi, rapine e spaccio. Finché un giorno un ragazzo di un’altra banda gli si è parato davanti col motorino, in fondo a un vicolo di Forcella. Zeno ha capito subito che voleva farlo fuori, e ha estratto la pistola più in fretta di lui. Ecco perché oggi è recluso nel carcere minorile di Nisida, ed ecco perché quando i giudici l’hanno condannato, “tra tutte le pene che ci stavano per un creaturo, hanno deciso la più grossa. Ma grossa assaje”.A Nisida frequenta la scuola, dove c’è una professoressa di italiano che gli sta simpatica, a cui ha promesso di scrivere i suoi pensieri. In cambio, lei lo aiuterà a ottenere un permesso per trascorrere il Natale con sua madre. Queste pagine sono il risultato di quel patto: ci raccontano la storia di Zeno fino a qui, l’infanzia fuori dal carcere, le risate e i baci della sua innamorata Natalina e la vita dentro l’istituto, tra amicizie, ingiustizie e solitudine; raccontano le sue speranze e le sue paure.Al suo esordio, Francesca Maria Benvenuto si è inventata una voce irresistibile che, con la sua originalità e schiettezza, ha già conquistato gli editori di molti paesi. Scritto in una radiosa commistione di italiano e dialetto napoletano, L’amore assaje mette a nudo l’anima di un ragazzino che ha già visto troppo ma che non ha perso la voglia di sognare. 




L'ammore assaje ci racconta scorci di vita attraverso gli occhi di Zeno, un ragazzino che si trova nel carcere minorile di Nisida perché ha commesso un omicidio. 
Zeno frequenta la scuola del carcere e inizia a scrivere i suoi pensieri, utilizzando un misto di napoletano e italiano maccheronico, alla sua professoressa di italiano. In cambio, la professoressa lo aiuterà a ottenere un permesso per trascorrere il Natale con sua madre. 
 Le storie che racconta racchiudono tutti i suoi drammi da quando era piccolo: il padre violento che picchiava la madre e i figli e che ora si trova in carcere, la madre costretta a fare la prostituta pur di mantenere la famiglia, le rapine, lo spaccio di droga e Natalina, la sua fidanzatina che non vede l'ora di rivedere all'uscita dal carcere. Zeno ci narra la criminalità che si svolge nel suo quartiere attraverso i personaggi e le storie dei suoi parenti, conoscenti e di altri ragazzini che, come lui, si trovano nel carcere minorile. Rimane sempre consapevole e cosciente dei suoi errori e di quelli degli altri che cercano di sostenere le loro famiglie e di arrivare a fine mese. 
 L'amore che prova per sua madre e per Natalina è onesto, sincero e incondizionato - non vede l'ora di riabbracciarle e trascorrere il Natale finalmente a casa. 

Un romanzo scorrevole, che si legge tutto d'un fiato attraverso le parole simpatiche ma allo stesso tempo crude di Zeno, e che trascina il lettore nella vita e nei pensieri di qualcuno che è dovuto crescere troppo in fretta. 

L'autrice ci riserva un finale sorprendente, lasciando il lettore con una riflessione profonda sulla vita, l'amore e la speranza di cambiamento.

Durata totale della lettura: Tre giorni
Bevanda consigliata: Aranciata
Formato consigliato: Cartaceo
Consigliato a chi ha apprezzatoAutobiografia clitoridea di Teresa Cinque



"Questo mare me pare che non serve a niente. 
E invece qualcosa fa. 
Prova pure lui a spostare Nisida: esso ci prova con le onde! 
 Mentre noi che stiamo nella galera ci proviamo con gli occhi." 


Si ringrazia la casa editrice per la copia omaggio

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...