sabato 17 novembre 2018

Blogtour: Macchine Mortali

Buongiorno cari lettori, 
come state? Tra le mille vicissitudini di questi giorni ho avuto poco tempo per stare dietro alla mia vita privata, ma non vi nascondo che quando sono tornata a casa la sera il mio unico pensiero era leggere questo libro me-ra-vi-glio-so, di cui a breve uscirà anche il film. Siete pronti a scoprirlo assieme a me?







Macchine mortali
di Philip Reeve



Editore:  Mondadori
Prezzo cartaceo: 17,50 € 
Prezzo ebook: 8,99€
Pagine: 264




In un futuro remoto, dopo che la Guerra dei Sessanta Minuti ha quasi distrutto l’umanità e causato terribili sconvolgimenti geologici, le città si sono trasformate in enormi ingranaggi mobili che vanno in giro per il mondo a caccia di altre città di cui cibarsi per sopravvivere. Tom, giovane Apprendista Storico di Terza Classe che lavora nel museo di Londra, una delle città più potenti, sventa fortuitamente il piano di Hester, una ragazza orribilmente sfigurata che attenta alla vita di Valentine, l’archeologo a capo della Corporazione degli Storici. Appena prima che la misteriosa ragazza precipiti nel nulla del Territorio Esterno, la regione selvaggia e desolata che si estende al di fuori delle città su ruote, Tom riesce a scoprirne l’identità e da quel momento da eroe si trasforma in preda. Macchine mortali è un romanzo originale e pieno di mistero, nel quale le macchine sono strumenti di potere e la tecnologia l’unica vera religione. Una storia che ha ispirato la superproduzione cinematografica omonima.








Ultima tappa, dedicata ai personaggi di questo libro. Potrei passare ore ed ore a parlarvene, sapete? Ma meglio di no - altrimenti che gusto ci sarebbe poi a leggervi il libro?


Tom Natsworthy 

"In quel momento Tom stava spolverando i reperti esposti nel dipartimento di Storia naturale del Museo di Londra. [...] Viveva a Londra da quindici anni, cioè da quando era nato. 
Lo conosciamo così. Tom è un Apprendista Storico di Terza Classe, che è molto in basso nella piramide alimentare, se vi state chiedendo cosa significhi. 
Si troverà a fare l'eroe per la persona sbagliata, e siccome come ogni buona azione non rimane impunita lui si è ritrovato a vivere un'avventura inattesa assieme a colei che crede essere la sua nemica.









Taddeus Valentine


"Taddeus Valentine era l'eroe di Tom: un ex Scavatore che era riuscito a risalire la scala sociale fino a diventare l'Archeologo più famoso di Londra, oltre che il Gran Maestro degli Storici"

Valentine è un personaggio avvolto da un'aura affascinante quando lo conosciamo. Non è difficile capire perché sia l'eroe di Tom. Ma piano piano lo conosceremo sempre meglio - fino a scoprirne i segreti...












Hester Shaw

"Chiedigli cosa ha fatto ad Hester Shaw!"

Un coltello, un attacco a sorpresa, un omicidio fallito, una vendetta che non è stata consumata. E una cicatrice che deturpa il viso di questa ragazza, che ha un conto in sospeso e che vuole fare di tutto per vedersi finalmente compiere la sua vendetta. Anche se, in un certo senso, c'è molto più di tutto questo. Hester Shaw è un personaggio che non si dimentica facilmente...











Anna Fang

"Tutti quelli del commercio aereo conoscono Anna. E anche tutti i membri della Lega, ovviamente. A Shan Guo la chiamano Feng Hua, Fiore del Vento"

No, lei è troppo meravigliosa per aggiungere altro. Lei va conosciuta piano piano, senza spoiler.










Che ne dite, ho intrippato pure voi in questa lettura?

Io intanto vi saluto e vi invito ad andare a leggere le altre tappe di questo blogtour di questo romanzo pubblicate sugli altri blog.




A presto!


                                            

venerdì 16 novembre 2018

Recensione: La terra maledetta




La terra maledetta
di Juan Francisco Ferràndiz

Editore: Longanesi
Prezzo cartaceo: € 19,90
Prezzo Ebook: € 9,99
Pagine: 736
Genere: Romanzo storico



Amore, ambizione, segreti, vendetta e tradimento. La storia di una città sottomessa e dell'uomo che lottò per liberarla «Una splendida ricostruzione di un'epoca oscura segnata da cruente lotte per il potere.» - Ildefonso Falcones

«Un romanzo storico sorprendente, ambientato nella Barcellona del IX secolo. Lotte di potere, conflitti religiosi, amori, tradimenti e vendette. La terra maledetta è un affascinante racconto epico.» - La Vanguardia

IX secolo: la città di Barcellona non esiste. Esiste solo un piccolo e sparuto avamposto ai confini estremi del Sacro Romano Impero, un insediamento di non più di un migliaio di anime governato distrattamente dai franchi. Barcellona è in uno stato di quasi totale abbandono, devastata dagli scontri con i saraceni e sottoposta alla tirannia dei nobili corrotti che sfruttano gli abitanti. Ma è grazie al coraggio e all’ambizione di un uomo, il vescovo Frodoino – incaricato dal re Carlo il Calvo di riportare ordine e civiltà in quei luoghi – che inizia la rinascita. Accompagnato da un gruppo di coloni in cerca di un destino diverso e di una nuova vita, Frodoino è deciso ad affrontare le sfide che lo attendono: intrighi, conflitti e manovre occulte sullo sfondo di una minaccia saracena sempre alle porte. Ben presto Frodoino si scopre conquistato dal fascino di una donna misteriosa, la nobile Gota, fortemente legata alle tradizioni della sua terra e della sua gente, che si innamora, ricambiata, del vescovo. Con l’aiuto di personaggi sia di umile sia di illustre nascita, Frodoino e Gota daranno inizio a una lotta stoica per strappare Barcellona dal destino di terra maledetta nel quale sembra intrappolata, divisi tra i sentimenti che li legano e i doveri imposti da un sogno ancora più grande.
Con eccezionale abilità narrativa e allo stesso tempo grande accuratezza nella ricostruzione storica, Juan Francisco Ferrándiz trasporta i lettori in un viaggio epocale, alla scoperta della nascita di una delle città più belle della Spagna e del mondo, e della lotta dei suoi abitanti per la libertà.









Sullo sfondo di una Spagna medievale patria di intrighi e barbarie due fanciulli crescono in un monastero a nord di Grana, Isembardo di sette anni e Rotel di tre, diventeranno rispettivamente un affascinante uomo ed una donzella che legherà il suo destino alla natura. Sono questi due personaggi ad aprire le porte di un romanzo storico che sarà difficile da dimenticare: un vero e proprio poema medievale spagnolo che mi ha ricordato I pilastri della terra di Ken Follet per la dovizia di particolare e la moltitudine di eventi e personaggi. E' difficile riuscire a condensare in poche righe la trama senza rovinare la sorpresa, così ho deciso di dedicare il resto della recensione alle mie impressioni generali senza svelare troppo. La storia di Juan Francisco Ferràndiz copre vent'anni durante i quali i personaggi si evolvono, crescono e si trasformano insieme alla Spagna: la vita non è facile, per un guadagnarsi un tozzo di pane bisogna combattere e vendere cara la pelle, i più deboli soccombono mentre i più scaltri vanno avanti, non c'è posto per chi indugia. La terra chiede sacrifici, la storia stessa si farà sulla pelle di chi è morto per lottare contro le ingiustizie di un tempo buio durante il quale la legge non esisteva e soprattutto nessuno era al sicuro. Le pagine sono poche è vero ma lo stile narrativo dell'autore è accattivante, nonostante la dovizia di particolari e lo studio approfondito della storia dell'epoca, è riuscito a dar respiro al lettore che non si sentirà di fronte ad una lezione di storia. Impossibile poi rimanere delusi da questo romanzo, non lasciatevi scoraggiare dalla mole consistente perché vi togliere la possibilità di rimanere incanti di fronte ad una storia senza pari.

Durata totale della lettura: una settimana
Bevanda consigliata: tè nero alla rosa
Formato consigliato: cartaceo

Età di lettura consigliata: dai 16 anni






"La nascita di una città immortale."

                      
   

                                     

giovedì 15 novembre 2018

Cover Reveal: La segretaria

Si avvicina il weekend e allora vogliamo rendere il Giovedì ancora più speciale con questo Cover Reveal dedicato ad un magnetico thriller firmato Piemme di Renée Knight. 
L'autrice de "La vita perfetta" ci regala un altro libro che cattura totalmente il lettore e ci fa entrare nei panni di una segretaria, una come tante...


La copertina è semplice con il contrasto giallo e nero che risalta, una copertina minimal per un contenuto sicuramente ricco.  Mi raccomando continuate a seguirci siccome per il 20 Novembre abbiamo anche in programma un bellissimo Review Party. Insieme ad altre blogger scopriremo insieme questo libro che non è come tutti gli altri thriller, questo davvero non si fa dimenticare.



La segretaria
di Renée Knight

Data di Uscita: 20 Novembre 2018
Editore: Edizioni Piemme
Prezzo: € 19,50

Christine Butcher. È la tua segretaria, o personal assistant come si dice oggi. Ti fidi di lei. Da più di dieci anni accompagna le tue febbrili giornate in ufficio, controlla la tua agenda, e forse conosce anche te, la bella, famosa Mina Appleton, meglio di quanto tu stessa ti conosca. Caffè fino a mezzogiorno, tè nel pomeriggio, e dopo le sei nient'altro che whisky: la tua segretaria non sbaglia mai. Come faresti senza di lei? Christine è insostituibile: in questi anni, mentre prendevi in mano la guida del tuo impero di supermercati eliminando per sempre tuo padre, lei era lì. Qualche passo dietro di te, silenziosa come un topo, attenta a notare ogni cosa. Ogni segreto sussurrato, ogni informazione scambiata, ogni sguardo carico di significati. Tu le sei grata, davvero.

Eppure, ogni tanto, ti si affaccia nella mente un pensiero. Fin dove arriva la lealtà di Christine Butcher? Quale prezzo ha la sua dedizione? Fino a che punto ognuno dei tuoi sporchi segreti sarà al sicuro con lei?

Perché forse, senza volerlo, in tutti questi anni non hai capito chi è davvero la tua segretaria. Forse l'hai sottovalutata. E adesso… sei pronta ad affrontare Christine Butcher?

Recensione: Come una favola


Come una favola
di Danielle Steel


Editore: Sperling & Kupfer
Prezzo Cartaceo: € 19,90 
Pagine: 360
Titolo originale: Fairytale


Camille ha avuto un'infanzia perfetta, circondata dall'amore e da ettari di vigneti nella bellissima Napa Valley, a nord di San Francisco, in California. Lì, tra dolci colline verdi e coltivazioni a perdita d'occhio, i suoi genitori, con dedizione e impegno, hanno dato vita a una rinomata azienda vinicola e una meravigliosa tenuta, ispirata all'antica proprietà di famiglia a Bordeaux. Ma quando, dopo la laurea, Camille torna a casa per aiutare a gestire Château Joy, come ha sempre sognato, la favola s'interrompe bruscamente. La madre viene a mancare e, solo sei mesi più tardi, il padre si lascia ammaliare da una misteriosa e affascinante contessa francese. La donna sembra incarnare l'essenza della raffinatezza parigina, nascondendo però qualche ombra. Camille, ancora in lutto, è scioccata dal fatto che suo padre non riesca a vedere oltre gli sguardi seducenti, i vestiti firmati e le maniere eleganti, e che sia già pronto a rifarsi una vita. Così, mentre il suo mondo crolla, Camille dovrà fare ricorso a tutta la sua forza per riuscire a salvare la memoria e l'eredità della sua famiglia. Fortunatamente per lei, però, potrà contare su una gentile quanto inaspettata alleata, e su un amico d'infanzia riapparso nella sua vita proprio come un principe delle fiabe. Come in una favola è il nuovo romanzo di Danielle Steel. Una straordinaria storia che ci ricorda come a volte, anche nella vita reale, e non solo nelle favole, il bene vinca sul male.



Questo romanzo, è per me stata l’ennesima prova che Danielle Steel, è una delle migliori autrici al mondo. Un libro che è definibile alla pari della storia di una Cenerentola moderna, che si svolge quasi interamente all’interno della Napa Valley. Un castello, due genitori innamorati, un’industria di grande successo; tutto sembra essere perfetto, ma la malattia, e la morte la fanno sempre da padrone, stravolgendo la vita di questi due coniugi che si amano alla follia. Camille figlia dei due, frutto del loro amore, che fin dall’inizio viveva troppo isolata per una ragazza della sua età, che avrebbe dovuto avventurarsi nel mondo, almeno per un po’; ma alla fine, la sua esistenza pacifica viene sconvolta da due tragedie immani, che la metteranno a dura prova. Il futuro di Chateau Joy è nelle mani di Camille, è per mantenere “vivo” il sogno dei genitori, dovrà affrontare mille ostacoli, ed una matrigna senza alcun ritegno. Una favola moderna, un romanzo che mi ha completamente rapita, fin dalla prima pagina. Alla fine, vi ritrovate anche voi, a sperare che Camille possa partecipare al Ballo della Vendemmia, dove potrebbe finalmente incontrare persino il principe che diverrà inevitabilmente il grande amore della sua vita. Fatevi rapire da un romanzo d’amore che ha tutti gli ingredienti adeguati a farvi sognare in un freddo pomeriggio di autunno. Ringrazio la casa editrice per avermi dato l’opportunità di leggere l’ultima fatica di un’autrice dal talento infinito.


Durata totale della lettura: Cinque giorni
Bevanda consigliata: Cioccolata calda con panna
Formato consigliato: Ebook
Età di lettura consigliata: dai 14 anni
Sito dell'autore: Danielle Steel








      "Ci vuole un pizzico di magia nella vita, 
viverla come una favola."





                            

Recensione: Il silenzio di Laura



il silenzio di laura

Il silenzio di Laura
di Paula Fox

Editore: Fazi
Prezzo cartaceo: € 16,50
Prezzo Ebook: € 11,90
Pagine: 238
Genere: Narrativa moderna



Alla vigilia del loro ennesimo viaggio, questa volta per l’Africa, Laura Maldonada Clapper e suo marito Desmond si trovano in una stanza d’albergo a New York. Sorseggiano scotch e soda in attesa dei loro tre ospiti, che non incontrano da molto tempo: Clara Hansen, la timida e ombrosa figlia avuta da Laura durante il primo, burrascoso e romantico matrimonio, Carlos Maldonada, l’inquieto ed eccentrico fratello, e il malinconico editor Peter Rice, l’amico di sempre. Ma quello che dovrebbe essere un festoso saluto prima della partenza si trasforma rapidamente in una cinica e claustrofobica esplosione di risentimento familiare. Così, in sette meravigliosi atti, dalla stanza d’albergo all’elegante ristorante in cui i personaggi si trasferiscono per la cena, ognuno si scopre affascinato e terrorizzato da un legame di odio che lo tiene morbosamente avvinto agli altri più dell’affetto e dell’amore. Fino a quando ciò che aleggia su di loro come un’indefinita premonizione si materializzerà nella rivelazione del drammatico segreto che Laura nasconde, costringendo i protagonisti a una crudele e definitiva resa dei conti.
Dopo il grande successo di Quello che rimane, torna nelle librerie italiane un altro imperdibile romanzo di Paula Fox. Riscoperta grazie a Jonathan Franzen, Fox è oggi considerata una delle grandi voci del Novecento americano. Oltre allo stesso Franzen, fra i suoi seguaci figurano scrittori come David Foster Wallace e Jonathan Lethem.
«Un’opera degna di Cechov. Ogni frase del romanzo della Fox è viva e sorprendente».
«The New York Times»
«…pagina dopo pagina, ci sono i piaceri della prosa di Paula Fox. Le sue frasi sono piccoli miracoli di concisione e precisione, minuscoli romanzi loro stesse».
Jonathan Franzen
«Dopo Quello che rimane, questo romanzo conferma la Fox come maestra di sottigliezze psicologiche nel raccontare le pieghe nascoste dei rapporti familiari».
Cristina Taglietti, «Corriere della Sera»
«Dialoghi secchi, uno sguardo finissimo sui particolari più minuti, una grande scrittura… questa è Paula Fox».
Masolino D’Amico, «La Stampa»
«Il silenzio di Laura guizza e scivola via con una vivacità di scrittura che irretisce il lettore».
Luigi Sampietro, «Il Sole 24 Ore»
«Una penetrante, crudele analisi degli affetti familiari».
Brunella Schisa, «Il Venerdì – la Repubblica»








Laura ed il suo secondo marito Clapper stanno per partire per un viaggio in Africa ed hanno invitato i loro familiare per una "riunione" ed un saluto. Clara, la figlia di Laura, si ritrova ad indossare un abito di seta costosissimo solo per far colpo sulla madre con la quale ha un rapporto freddo basato su una conoscenza superficiale. Cresciuta dalla nonna materna ricorda con angoscia gli incontri con Laura e nonostante ora sia una donna con un lavoro ed una sua indipendenza non riesce a scrollarsi di dosso le sue insicurezze. Gli ospiti arriveranno alla spicciolata, prima Clara, poi Carlos, fratello di Laura, ed infine Peter un amico di quest'ultima si ritroveranno tutti insieme in quella stanza che sembrerà all'improvviso troppo piccola per contenerli tutti. Il filo conduttore che legherà insieme questi personaggi così diversi sarà sempre e solo Laura, una donna dalle mille sfacettature, difficile da inquadrare e da comprendere capace però di attirare a sé l'amore e l'odio di tutti. Paula Fox in poco più di duecento pagine ha racchiuso una storia claustrofobica: tutti i personaggi sono eccessivi Carlos con la sua risata, Laura con il suo egocentrismo, Clara con la sua apatia, Clapper dal carattere debole ed infine Peter che è al di fuori del coro costretti a stare insieme per una serata che riserverà loro non pochi colpi di scena. Nonostante ci ritroviamo di fronte ad un romanzo piuttosto breve l'intensità narrativa lo rende una lettura ardua, lo stile dell'autrice non facilita le cose, ho impiegato un po' ad ingranare con l'intera storia ed ad entrare in sintonia con essa. Ho apprezzato però le scelte controcorrente della Fox: Laura, il fulcro dell'intera storia, è una donna difficile, un personaggio che si fa fatica ad apprezzare ed è stato questo il colpo di genio della sua creatrice. Una storia che è difficile da dimenticare, un romanzo non semplice che non passerà inosservato.

Durata totale della lettura: due giorni
Bevanda consigliata: tè alla menta
Formato consigliato: cartaceo

Età di lettura consigliata: dai 16 anni






"un giorno solo con i Maldonada basterà per risucchiarvi nel loro mondo..e sarà difficile poi fare a meno di loro."

                      
   

                                     

mercoledì 14 novembre 2018

Recensione: La stanza della tessitrice



La stanza della tessitrice
di Cristina Caboni

Editore: Garzanti Libri
Prezzo cartaceo : € 18,60
Pagine: 304


Bellagio è il luogo dove Camilla si è rifugiata per iniziare una nuova vita. Solo qui è libera di realizzare i suoi abiti capaci di infondere coraggio, creazioni che sono ben più di qualcosa da indossare e mostrare. Ma ora è costretta ad abbandonare tutto perché Marianne, la donna che l’ha cresciuta come una madre, ha bisogno del suo sostegno. È lei a mostrarle il contenuto di un antico baule, un abito che nasconde un segreto: vicino alle cuciture interne c’è un piccolo sacchetto che custodisce una frase di augurio per una vita felice. È l’unico indizio che Marianne possiede per ritrovare la sorella. Camilla non ha mai visto nulla di simile, ma conosce la leggenda di Maribelle, una stilista che, all’epoca della seconda guerra mondiale, era famosa come «Tessitrice di sogni». Nei suoi capi erano nascosti i desideri e le speranze delle donne che li portavano. Maribelle è una figura che la affascina da sempre: si dice che sia morta nell’incendio del suo atelier parigino, circondata dalle sue creazioni. Camilla non sa quale sia il legame tra Maribelle e la sorella che Marianne vuole ritrovare. Ma sa che è disposta a fare di tutto per scoprirlo. Sente che la sua intuizione è giusta: Parigi è il luogo da dove iniziare le ricerche; stoffe, tessuti e bozzetti la strada da seguire. Una strada tortuosa, come complesso è ogni filo di una trama che viene da lontano. Perché i misteri da svelare sono a ogni angolo. Perché Maribelle ha lottato per affermare le proprie idee. Perché seguirne le orme significa per Camilla scavare dentro sé stessa, dove batte un cuore che anche l’ago più acuminato non può scalfire.



Cristina Caboni si riconferma una brava scrittrice e ci ha regalato una storia come sempre immersa nelle tradizioni antiche e con un mistero da svelare. Le protagoniste di questo libro sono donne, questa è infatti una storia tutta al femminile che dal passato al presente ci porta ad osservare le loro vite intricate e legate da segreti e dall'amore per i tessuti e l'arte del tessere. I vestiti sono sempre affascinanti e a volte nascondono piccoli portafortuna, come quelli creati dalla famosa stilista Maribelle che con la sua magia firmava ogni abito che creava e che era unico, dedicato alla persona che l'avrebbe indossato. Per Camilla la talentuosa Maribelle è sempre stata un'aspirazione e quando inizia a scoprire che le loro vite sono legate più di quanto immagina iniziano le montagne russe per il cuore e i sentimenti, perché in questo libro ce ne sono tanti. Camilla parte alla ricerca di sè stessa, dell'amore che sorprende sempre e della sua famiglia, entrando a fondo nelle trame e nei fili colorati che legano ogni persona della sua vita. Un romanzo ben sviluppato che lascia un'alone di incertezza che inebria, non ci si mette molto ad immergersi nelle diverse realtà, con la voglia di leggerne ancora. Le emozioni che si provano durante la lettura sono variegate e piacevoli, come al solito l'autrice sa come toccare le giuste corde e sa rendere una libro indimenticabile. Che dire? Aspetto sicuramente con ansia il prossimo e grazie alla Garzanti che mi ha dato l'occasione di poter leggere un altro romanzo che merita di essere letto!


Durata totale della lettura: Quattro giorni
Bevanda consigliata: Tè ai frutti di bosco
Formato consigliato: Cartaceo
Età di lettura consigliata: dai 17 anni





"I desideri sono fili invisibili da cucire insieme."

Recensione: Nerone




Nerone
di Margaret George

Editore: Longanesi
Prezzo cartaceo: € 22,00
Prezzo Ebook: € 11,99
Pagine: 544
Genere: Romanzo storico


Discendente dell’illustre dinastia Giulio-Claudia, Nerone è ancora bambino quando capisce che la Roma imperiale è un ­coacervo di rivalità e ferocia. Il solo fatto di essere destinato alla successione al trono mette a rischio la sua vita fin dai tre anni, quando lo zio Caligola tenta di annegarlo. Ma la sete di potere e di vendetta che dilaga nell’Urbe non gli impedisce di sviluppare una grande passione per la poesia, la musica e la cultura greca. Complici i suoi istitutori d’eccezione, fra cui spicca Lucio Anneo Seneca, Nerone diventa adulto molto presto. Ma il futuro imperatore non può dedicarsi, come vorrebbe, agli ideali di equilibrio e bellezza della cultura greca, perché nella spietata Roma del suo tempo ogni passo può essere l’ultimo. E ancor più che dalle macchinazioni dei nemici, Nerone deve guardarsi dalla persona a lui più vicina: sua madre Agrippina, una donna ambiziosa e senza scrupoli, il cui unico obiettivo è il controllo dell’impero. E proprio quando, attraverso inganni e subdoli espedienti, Agrippina conduce il figlio ai livelli più alti del potere politico, Nerone riesce a liberarsi dalla sua presa e a compiere il proprio destino, lasciando un segno indelebile nella Storia.Frutto di una approfondita e dettagliata ricostruzione dell’epoca, Nerone è il sontuoso romanzo di formazione di un ragazzo che la sorte ha chiamato a guidare il più grande impero del mondo. Dalla prosa ammaliante di Margaret George esce il ritratto inedito, e incredibilmente moderno, di un giovane uomo alle prese con le sue debolezze, le passioni, i picchi di ingegno e le inesorabili conseguenze della seduzione del potere.








Nerone ha imparato sin da piccolissimo che la sete di potere è cieca e non importa chi tu sia, fratello o nipote, colui che ne è accecato cercherà di distruggere chiunque intralcerà il suo cammino. Affiancato da sempre dalla madre Agrippina, donna dalla mente brillante e dal carattere forte, Nerone è cresciuto sapendo che un giorno sarebbe stato Imperatore di Roma, quello che però ha scoperto solo con il passare degli anni è che sua madre ha sempre desiderato il potere assoluto. Impossibile non rimanere totalmente affascinati da questo romanzo storico, la sua autrice, Margaret George, con una dovizia di particolare impeccabile, ha donato al lettore una biografia perfetta. La figura di Nerone, da sempre controversa, acquista spessore e tridimensionalità pagina dopo pagina, i particolari storici e l'accuratezza dei dettagli sono il frutto di una grandissima ricerca storica fatta dall'autrice che rende l'esperienza davvero indimenticabile. I romanzi storici non sono un genere facile soprattutto quando le figure ai quali vogliono rendere omaggio sono così lontane nel passato: per fortuna le fonti storiche che hanno raccontato le gesta di Nerone sono molte e sono sopravvissute in gran parte sino ad oggi ed hanno permesso alla George di scrivere un romanzo storicamente corretto ed accurato. Molti di noi ricordano Nerone dai tempi della scuola come un ragazzo annoiato, manovrato come un burattino dalla madre per buona parte della sua vita, che fu affiancato ed istruito da Seneca e che bruciò quasi interamente Roma. Quello che Margaret George fa con questo suo romanzo è quello di andare oltre questa facciata, mostrando al lettore il Nerone che non ritroviamo sui libri di scuola, con le sue insicurezze ed i suoi sogni, con le sue gesta ed i suoi progetti. La mole non è indifferente ma la narrazione è scorrevole ed appassionante, assolutamente consigliato.

Durata totale della lettura: quattro giorni
Bevanda consigliata: tè freddo alla menta
Formato consigliato: cartaceo

Età di lettura consigliata: dai 16 anni






"Roma non fu costruita in un giorno"

                      
   

                                     
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...