sabato 20 ottobre 2018

Recensione: Rischiare grosso


Rischiare grosso
di  Nassim Nicholas Taleb


Editore: Il saggiatore
Prezzo Cartaceo: € 24,00
Pagine: 340

Titolo originale:Skin in the Game.
 Hidden Asymmetries in Daily Life

Cigni neri si sono moltiplicati e hanno oscurato il cielo. L’uccello simbolo dell’ «evento imprevedibile di grande impatto» teorizzato da Nassim Nicholas Taleb negli anni è stato usato per legittimare i buchi di bilancio lasciati da banchieri premiati con buonuscite milionarie, giustificare i mercati di schiavi nati dalle ceneri degli interventi militari occidentali o autoassolversi di fronte a votazioni dagli esiti clamorosi come il referendum sulla Brexit. Ma davvero tutto questo era – è – inevitabile? E se invece si trattasse solo di una diffusa mancata assunzione di responsabilità? Se l’antidoto al Cigno nero fosse correre sul serio dei rischi?.



Questo libro è un’attenta riflessione di tipo filosofico, sul mondo reale. Un tema spesso toccato, è quella della disuguagliana. L’autore sottolinea infatti che, ci sono due tipi di disuguaglianza. C’è la disuguaglianza che la gente accetta: per esempio quella tra il proprio in elletto e l’intelletto di personaggi come Einstein, Michelangelo il matematico autorecluso «Grisha» Perel’man, la cui enorme superiorità è riconosciuta senza difficoltà da chiunque. Lo stesso vale per gli imprenditori, gli artisti, i soldati, gli eroi, il cantante Bob Dylan, Socrate, lo chef stellato del momento o qualche imperatore romano con una buona reputazione, per esempio Marco Aurelio. Insomma, ci sono persone per cui ci risulta naturale «fare il tifo». Ci piacerebbe imitarle, vorremmo essere come loro, ma non ce la prendiamo più di tanto. C’è poi un altro tipo di disuguaglianza: quella che le persone trovano insopportabile, perché si vede chiaramente che l’altro è proprio uguale a loro, con l’unica differenza che non rispetta le regole e fa di tutto per campare di rendita e godere di privilegi ingiustificati – e se anche ha qualcosa che gli altri vorrebbero (tipo la sua fidanzata russa) non si riesce propri a fare il tifo per lui. Questa seconda categoria comprende banchieri, burocrati arricchiti, ex senatori che reclamizzano la perfida Monsanto,am nistratori delegati sempre rasati di fresco e in cravatta, volti televisivi che guadagnano cifre astronomiche. Tipi così non solo ci fanno invidia: la loro gloria ci offende; vederli su un auto di lusso, o semilusso, ci amareggia. Ci fanno sentire più piccoli. Per finire, mi pare d’obbligo sottolineare che: questo libro, sebbene autonomo, fa parte di una serie, Incerto, che integra a) considerazioni pratiche, b) racconti filosofici e c) commenti scientifici e analitici sui problemi della casualità e su come vivere, mangiare, dormire, discutere, lottare, fare amicizia, lavorare, divertirsi e prendere decisioni in condizioni d’incertezza. Sebbene la serie sia scritta in modo accessibile a un pubblico più ampio, lo stile non deve ingannare: essa non mira semplicemente a divulgare i contenuti di lavori già pubblicati altrove in forma meno accattivante (lasciando da parte il compendio tecnico di Incerto), ma rientra a pieno titolo nella saggistica scientifica. Una lettura senza ombra di dubbio, per palati fini.


Durata totale della lettura: Sei  giorni
Bevanda consigliata: Cioccolata calda alla vaniglia
Formato consigliato: Ebook
Età di lettura consigliata: dai 14 anni
Sito dell'autore:Nassim Nicholas Taleb





      "L’importanza di metterci la faccia
 nella vita di tutti i giorni."



                            

venerdì 19 ottobre 2018

5 Cose che...

Eccoci come al solito alla bellissima iniziativa lanciata dal blog Twins Book Lovers: 5 cose che… 

Oggi vi parliamo di: 5 manga da leggere.



Sia chiaro, vi farò fare un tuffo nel passato! Non datemi della vecchia che se no mi offendo! Semplicemente sono una piccola NERD MANCINA che, alle elementari, ha scoperto i MANGA e il fatto che si leggessero al contrario fu per me una vera manna dal cielo (dato che tuttora sfoglio i libri al contrario, facendolo con la mano sinistra!). Quindi eccovi dei manga degli anni 80-90 che reputo i MUST HAVE se siete delle manga-lovers!!



 1. City Hunter


Titolo originale: City Hunter (シティーハンター)
Autore: Tsukasa Hojo
Anno: 1985
Categoria: Shounen
Volumi: 39
Editore: Panini Comics
Genere: Azione, Commedia, Poliziesco, Sentimentale


Trama: City Hunter narra le vicende del prestante Ryo Saeba e della irascibile Kaori Makimura, i quali gestiscono una agenzia investigativa che svolge anche compiti di protezione. Ryo è insuperabile sia nel corpo a corpo che nell'utilizzo di armi da fuoco ma ha il difetto di essere un autentico maniaco che non è in grado di trattenersi dinnanzi ad una bella donna. A metterlo sempre in riga ci pensa però Kaori, e lo fa senza badare troppo alle buone maniere.

AMO tutto di Tsukasa Hojo, per cui vi consiglio di reperire tutti i suoi manga, compreso la sua ultima creazione ancora in pubblicazione “Angel Heart”



2. MARS


Titolo originale: Mars (マース)
Autore: Fuyumi Souryo
Anno: 1996 - 2000
Categoria:  Shoujo
Volumi:  16
Editore: Star Comics
Genere: Drammatico, Sentimentale

Trama: Protagonisti due adolescenti, Kira Aso e Rei Kashino, e la loro tormentata storia d'amore. Lei è all'inizio riservata e schiva, e stando con Rei cambierà e supererà un trauma subito da piccola. Lui è un ragazzo amante delle corse in moto, apparentemente violento e anche lui, con Kira, supererà il misterioso trauma che lo affligge. Kira è la protagonista femminile, ha 16 anni e frequenta il liceo con Rei. E' molto chiusa e riservata: ama dipingere ed è questa sua passione e bravura che la fa avvicinare a Kashino. L'incontro con Rei la rende meno introversa, e nel corso della serie scopriamo anche il perché di questo suo carattere così estremamente chiuso, ma che ha fatto innamorare il bel Rei. Anche lui ha 16 anni e tutte le ragazze della sua scuola gli fanno il filo. All'inizio appare come un ragazzo superficiale, ma l'incontro con Kira lo cambia, si apre a lei e scopriamo il suo passato non tanto felice.

Un manga che mi ha commosso e segnato. Davvero imperdibile!


 3. Ransie la strega - Batticuore notturno


Titolo originale: Tokimeki Tonight (ときめきトゥナイト)
Autore: Koi Ikeno
Anno: 1982 - 1994
Categoria: Shoujo
Volumi: 30
Editore: Star Comics
Genere: Commedia  Fantastico  Sentimentale


Trama: Ranze Eto (Ransie Lupescu) è una studentessa delle medie che, apparentemente normale, nasconde un grande segreto: è figlia di un vampiro di nome Mori (Boris), scrittore di dubbio successo, e di una lupa mannara, l'aggressiva Sheera. Tutta la sua famiglia proviene da un universo sconosciuto ai terrestri, chiamato Mondo Magico, nel quale vivono appunto mostri e figure fiabesche di ogni genere dotati di poteri soprannaturali. Ranze assume le sembianze delle vittime del suo morso, lasciando la sfortunata in stato incosciente, almeno fino a quando non starnutisce, riassumendo così il suo aspetto, mentre la vittima riprende conoscenza non ricordandosi nulla. Ranze però viene educata come un'umana e frequentando la scuola s'invaghisce di un compagno di classe, Shun Makabe (Paul Cavor), destando l'ira dei suoi genitori che preferirebbero un genero meno normale. Il suo amore all'inizio non è però ricambiato, poiché Paul pensa solo al pugilato e ad allenarsi. C'è inoltre la rivale Yoko (Lisa), orfana di madre e figlia di un boss della yakuza, omaccione grande e grosso innamorato della madre di Shun. Innamorato, invece, di Ranze, non ricambiato, è il compagno di scuola Donald, il primo della classe. La trama ruota intorno a questo amore e si arricchirà (come del resto le tavole dell'autrice) di nuovi spunti e particolari, nonché frequenti colpi di scena.

Un manga che ho amato, letto e riletto e con cui ho fatto un sacco di risate!



4. Cortili del cuore


Titolo originale: Gokinjo monogatari (ご近所物語)
Autore: Ai Yazawa
Anno: 1995 - 1997
Categoria:  Shoujo
Volumi:  33
Editore: Panini Comics
Genere: Commedia, Sentimentale


Trama: Mikako Koda (Melissa nell'adattamento italiano) è una ragazza di 16 anni che frequenta l'istituto d'arte e design Yazawa. Il suo sogno è quello di poter diventare, un giorno, una famosa stilista e di vedere indossati i suoi abiti in ogni parte del mondo. Accanto a lei c'è il suo miglior amico Tsutomu Yamaguchi (TJ) che conosce fin da piccola: i due abitano nello stesso condominio, esattamente uno di fronte all'altra. Tsutomu ha la stessa età di Mikako e frequenta anche lui la scuola d'arte; è iscritto al corso di design perché adora costruire strane sculture con tutto quello che gli capita a tiro, specialmente UFO. La sua cameretta è invasa dalle sue opere che, a detta di Mikako non sono propriamente belle da vedersi. Mikako ha due carissime amiche, Lisa (Janet) e P-Chan (Patty). La prima ha uno stile decisamente dark-punk, adora cucire ed i bambini, il suo sogno è infatti di diventare stilista per i più piccolini. P-Chan è invece l'opposto di Lisa: adora le bambole ed i pelouche, si veste di pizzi e merletti sembrando lei stessa una bambolina. Gli amici di Tsutomu sono Yusuke (Steven) e Jiro (Jim), anche loro studenti dello stesso anno nella stessa scuola. Yusuke si occupa di pittura, è bravo a dipingere ma la sua massima aspirazione non gli è molto chiara all'inizio della serie, mentre Jiro è un appassionato di computer, è iscritto ad un corso di informatica e vorrebbe un giorno diventare programmatore. Infine c'è Mariko (Melany) soprannominata "corpo da favola", iscritta al corso di arredatrice di interni. La ragazza ha un fratellino, Shintaro (Samuel), iscritto anch'egli allo Yazawa, al corso di scultura. Si unisce a tutti loro la bella e dolcissima Ayumi (Annika), iscritta al corso di pittura e design, che si innamorerà perdutamente di Yusuke. Mikako, nelle prime battute della storia, appare come una ragazza capricciosa e frivola. Innamoratissima del suo lavoro eccelle negli studi con il soprannome di "fanatica dei pomeriggi", in quanto le capita spesso, dopo la scuola, di femarsi a finire il lavoro o di continuarlo a casa a ritmi serratissimi. È innamorata di Tsutomu ma non trova il coraggio di dichiararsi. D'altro canto non è semplice distinguere il sentimento di amicizia che li lega fin da piccoli da un qualcosa di più profondo. Mikako, oltretutto, ha modi di fare e di pensare molto infantili e nel corso della vicenda avrà modo di crescere, affrontando dure prove. Tsutomu da parte sua ricambia i sentimenti della ragazza, anche se non vuole dichiararsi apertamente, sia per la paura di un suo rifiuto e sia perché vorrebbe vedere più chiaro dentro di se. I ragazzi decidondo di formare il club dell'Akindo, un gruppetto che ogni domenica può vendere le proprie cose al pubblico. Mentre il lavoro dei ragazzi procede e si sviluppa, le loro vicende sentimentali diventano più intricate e complesse.

Un manga imperdibile, come tutti i lavori della mangana Ai Yazawa! Attendo ancora intensamente la fine di NANA, chissà se sarò mai accontentata!



5. Sailor V


Titolo originale: Code Name wa Sailor V (コードネームはセーラーV)
Autore: Naoko Takeuchi
Anno: 1991
Categoria: Shoujo
Volumi: 3
Editore: AMICI - CP Manga
Genere: Azione  Combattimento  Commedia Fantastico  Scolastico  Sentimentale 


Trama: Minako Aino è una studentessa tredicenne che frequenta la prima media: un giorno incontra più volte, e sempre accidentalmente, un gatto bianco sulla sua strada. Quel gatto va a trovarla a casa sua e si presenta come Artemis, un gatto parlante, che le dona un portacipria magico. Con esso la sportiva e frivola Minako può trasformarsi nella "combattente della giustizia...la bella guerriera che veste alla marinaretta, Sailor V", difendendo la terra dai malvagi emissari del Dark Kingdom, tra una cotta e l'altra.

E niente… comprate tutti i lavori di Naoko Takeuchi, Sailor Moon compresa! Ma Sailor V rimane la mia preferita (oltre che l’originale inventata prima di Sailor Moon!)


E voi? Quali sono i vostri manga preferiti???
Aspetto curiosissima di sapere cosa ne pensate!!!




Review Party: Cordialmente Perfido


Nuovo giorno e nuovo speciale per noi e questa volta dedicato al misterioso libro di Maureen Johnson edito Haper Collins Italia. Tante recensioni per un libro davvero imperdibile!





Cordialmente Perfido
di Maureen Johnson  

Editore: Harper Collins
Prezzo Cartaceo: € 15,21
Pagine: 384
Titolo originale: Truly Devious


In mezzo alle montagne del Vermont, avvolta nella nebbia e isolata da tutto, sorge la Ellingham Academy, una rinomata scuola superiore per studenti particolarmente dotati. Il suo fondatore, Albert Ellingham, aveva voluto renderla un luogo magico e misterioso, pieno di enigmi, sentieri tortuosi e giardini. "Un posto" disse, "dove imparare sia un gioco". Ma poco dopo l'apertura della scuola, nel 1936, sua moglie e sua figlia furono rapite e Dottie Epstein, la studentessa più brillante del corso, scomparve nel nulla. L'unico indizio trovato era un indovinello beffardo che elencava una serie di modi per uccidere, firmato "Cordialmente, Perfido". Il caso non fu mai risolto. Ottant'anni dopo Stevie Bell, aspirante criminologa, si presenta alla Ellingham Academy con un piano ambizioso: risolvere quel mistero. Cioè, lo farà non appena si sarà ambientata e avrà conosciuto meglio i suoi coinquilini: Ellie, l'artista appassionata di meccanica; Nate, scrittore in erba che ha già pubblicato un fantasy ma non riesce a trovare ispirazione per il secondo libro; Hayes, star di YoyTube, che è diventato famoso con una serie sugli zombie; e David, misterioso nerd sul cui conto Stevie non riesce a trovare nulla online o sui social. Poi iniziano ad accadere strane cose, e tutto a un tratto ricompare a sorpresa il misterioso Cordialmente Perfido... E quando la morte visita di nuovo la Ellingham Academy, Stevie non ha dubbi: il passato è strisciato fuori dalla tomba. L'assassino è ancora in circolazione, ma questa volta non la passerà liscia. Perché lei continuerà a cercarlo.








Ultimamente mi ritrovo a leggere libri ambientati in scuole o collegi per persone speciali e devo ammettere che mi stanno piacendo parecchio e che alla fine è anche comune denominatore di altre storie che ho amato in passato. Quindi chiaramente questo genere è un mio punto debole però questa storia è davvero meritevole e una nota di mistero sta benissimo con l'arrivo di Halloween. Siamo alla Ellingham Academy nel Vermont e ad immergersi ci si mette un attimo, in una storia parallela ci troviamo nel lontano 1936 quando al fondatore Albert Ellingham rapiscono la moglie e la figlia e insieme a loro sparisce anche una delle studentesse più promettenti della scuola, Dottie Epstein, lei che con la sua intelligenza nella scuola normale si annoiava e aveva trovato nell'accademia il gusto ad imparare giocando e con tanti stimoli diversi dal solito ora è scomparsa. Ci ritroviamo poi nel presente con Stevie Bell, giovane ragazzina spesso vittima di attacchi di ansia con la passione per la criminologia, sembra voler risolvere il giallo che si nasconde dietro ai crimini avvenuti alla Ellingham Academy e come farlo al meglio se non frequentare il primo anno dell'Accademia?! Con lei facciamo amicizia con altri studenti Ellie, Nate, Janelle, Haye e David, che con il loro arcobaleno di personalità accontentano ogni tipo di lettore portando anche il batticuore alla nostra protagonista. Ma non vi preoccupate di rosa in questo young adult ne troverete poco, compensato abbondantemente dal mistery e dalla curiosità costante durante la lettura di cercare di smascherare il Cordialmente perfido colpevole che sembra tornare a sconvolgere la scuola. Ho gradito molto la duologia temporale, non pesa il cambio dal 1936 al presente e anzi è piacevole essere coinvolti in due storie che con abilità si intrecciano in un unico libro e mi è piaciuta la scelta dell'autrice di voler anche gettare una luce sui problemi nelle relazioni tra adolescenti che come tutti sappiamo non sempre sono semplici. Piccolo sassolino, mi sarei aspettata qualcosina in più alla fine, purtroppo non viene svelato molto e la trama rimane sospesa in attesa del secondo libro. Quindi aspetto con ansia il seguito e spero che possa essere all'altezza del primo con qualche risposta in più.


Durata totale della lettura: Tre giorni
Bevanda consigliata: Succo di frutta alla pesca
Formato consigliato: Cartaceo

Età di lettura consigliata: dai 14 anni
Sito dell'autrice: Maureen Johnson





Di seguito il calendario del Review Party, buona lettura e non vi lasciate scappare questo splendido libro!



                      
   

                                        

giovedì 18 ottobre 2018

Blog tour "Non ti lascerò andare": Ambientazione




Siete pronti ad essere travolti da questo fantastico romanzo di guerra e d'amore? Seguite questo bellissimo blog tour in cui analizziamo meglio Non ti lascerò andare di Brian Payton edito Piemme. In questa puntata ci occuperemo dell'Ambientazione del romanzo.




Non ti lascerò andare
di Brian Payton

Editore: Piemme
Prezzo Cartaceo: € 18,90
Pagine: 336
Titolo originale: The wind is not a river


1943. Mentre in Europa imperversa l'inferno, in America il giornalista John Easley assiste impotente alla violenza con cui la Storia si abbatte sulle vite delle persone: ora che suo fratello è caduto in battaglia, nulla ha più senso per lui, neppure il tenero amore di sua moglie Helen. È per questo che, in un folle tentativo di vendicare l'onore del fratello, John decide di partire verso il Nord, lasciando Helen nel momento più delicato della guerra, per documentare quello che, all'insaputa di tutti, sta accadendo laggiù. Nelle gelide isole Aleutine, atolli dimenticati nel mare tra l'Alaska e la Siberia, si sta infatti consumando un capitolo del conflitto mondiale che il governo americano ha tutto l'interesse a tenere nascosto. L'invasione giapponese dell'arcipelago è l'unica ad aver avuto luogo in territorio statunitense in tutta la guerra e John vuole essere lì, in prima linea, per raccontarla agli americani. Ma quando il suo aereo viene abbattuto, il reporter si ritroverà preda di elementi la cui furia non ha mai conosciuto riposo, in territori estremi e inclementi. Tremila miglia più a sud, intanto, Helen ha preso una decisione: andare in cerca di John e riportarlo a casa, trovando il coraggio di superare ogni barriera, e abbandonare la sicurezza dell'unica vita che conosce. Perché a volte la determinazione di un amore può essere più forte del destino.
Sullo sfondo della Seconda guerra mondiale, una grande storia d'amore, sacrificio e idealismo, che illumina la fragilità della vita e il grande potere del vero amore.




Ambientazione:   La battaglia dimenticata

Il romanzo si apre nella guerra tra giapponesi e americani nelle isole Auletine in Alaska (di dominio americano) sei mesi dopo l'attacco a Pearl Harbour.




La Marina militare giapponese nel giugno del 1942 si era impadronita delle isole di Kiska e Attu e tutti i giornalisti stranieri erano stati espulsi dal paese in modo che nessuno venisse a conoscenza di ciò che stava accadendo.


I giapponesi erano convinti che controllando le Auletine, avrebbero preventivato un possibile attacco degli Stati Uniti nel Nord Pacifico. La distanza e le difficili condizioni climatiche delle isole, fecero sì che le forze statunitensi furono ritardate di un anno al contrattacco e quando riuscirono ad arrivare, molti soldati morirono assiderati. 







Dopo l'invasione giapponese, la popolazione di Attu è stata tenuta prigioniera sull'isola per tre mesi poi imbarcata verso l'isola di Hokkaido da cui sono stati liberati solo dopo la stipulazione dell'atto di resa giapponese. 
Nella sua disperata ricerca per aiutare John, Helen parla con una famiglia aleuta che le racconta come si sono svolte veramente le cose, a parte Attu e Kiska, ormai nelle mani dei giapponesi, il resto delle isole è stato invaso dagli americani che hanno portato via tutti i locali, dando fuoco ai loro averi e ai loro villaggi. Sono quindi stati deportati in campi profughi sovraffollati e fatiscenti nel Sud-Est dell'Alaska dove le condizioni di vita erano talmente sporche e precarie che si moriva anche per la polmonite. Gli Stati Uniti avevano creato una base aerea sull'isola di Adak da dove partite per le azioni di bombardamento delle posizioni giapponesi di Kiska. 





Nonostante la guerra sulle isole Auletine fosse relativamente minore nel conflitto globale, vi presero parte 500 mila persone la cui memoria è stata bistrattata a causa della terribile censura americana. La battaglia è infatti conosciuta come The Forgotten battle, anche perché contemporanea al quella di Guadalcanal. Solo nel 2006 grazie al documentario Red White Black, & Blue che parla della battaglia di Attu il mondo intero è venuto a conoscenza in maniera più diretta, delle colpe di entrambi i paesi. 



USO

Helen si ritrova a far parte dell'USO, United Service Organizations, una organizzazione no-profit creata dal 1941 su richiesta del presidente Roosevelt che forniva intrattenimento ai membri delle forze armate degli Stati Uniti. Questa aveva lo scopo di di migliorare lo stato d'animo dei soldati e di fornire una "casa lontana da casa". 


Comprendeva cantanti, comici, ballerine e numerosi volti famosi di Hollywood. 
Il volto storico della USO è sicuramente stato Bob Hope, famoso per i suoi spettacoli natalizi per i soldati, ma nessuno dimentica la performance di Marylin Monroe, per stimolare le truppe. 



L'organizzazione è ancora attiva tutt'oggi e i più noti cantanti e attori americani ne sono i benefattori e i primi a prendere parte agli spettacoli. Per quanto riguarda l'Italia, nel 1988 un carro bomba prese di mira il club USO di Napoli in cui morirono 5 ufficiali della Marina americana. 




Questo romanzo stimola moltissimo la voglia di conoscere più a fondo la storia della guerra e di queste fantastiche donne che cercavano di sollevare il morale in una situazione devastante.


Continuate a seguire il blogtour, domani l'ultima tappa!


"Attraversiamo la vita nel presente, cambiando il percorso lungo la strada. 
Il passato è la somma delleazioni di qualcun altro. 
Ciò che accadrà domani spetterà a una persona diversa.
 L’unica realtà è qui e ora"
                      
    


mercoledì 17 ottobre 2018

Recensione: Mary e il Mostro


Mary e il Mostro. Amore e ribellione. Come Mary Shelley creò Frankenstein
di Lita Judge


Editore: il Castoro
Prezzo cartaceo: € 15,50
Titolo Originale: Mary’s Monster. Love, Madness, and How Mary Shelley Created Frankenstein
Pagine:  320
Genere:  libro illustrato, biografie

In occasione dei 200 anni dalla pubblicazione di Frankenstein, il racconto illustrato e in versi liberi dell’incredibile vita della sua autrice, un potente e affascinante ritratto tra parole e immagini  Frankenstein è una delle più grandi narrazioni di tutti i tempi. Ma la storia di Mary Shelley, che ha creato quella narrazione, non è meno drammatica e avvincente. In questa biografia illustrata, oscura e appassionante, scoprirete la vita straordinaria e il genio letterario dell’autrice che ha combattuto contro tutto ciò che la società si aspettava dalle donne, e ha dato vita al mostro. Questa è la storia di come un’adolescente incinta e fuggita da casa sia diventata una delle più famose scrittrici di tutti i tempi. Mary Shelley aveva solo sedici anni quando ha lasciato la sua famiglia per seguire il proprio cuore e l’uomo che amava. Credeva nel “libero amore” e nel diritto di ogni donna di vivere la vita che desidera. Ma era una mossa azzardata per una donna del suo tempo. Osteggiata dalla società e rinnegata dalla sua stessa famiglia, ha dovuto affrontare da sola la perdita della sua bambina, morta a pochi giorni dalla nascita. Ma Mary non si è arresa. Ha riversato tutto il suo dolore, la sua angoscia e la sua passione nella creazione del suo capolavoro, Frankenstein, un romanzo di una forza straordinaria, letto e amato ancora oggi, a due secoli di distanza. Con la narrazione in versi liberi e le oltre trecento pagine di splendide illustrazioni ad acquerello, Mary e il mostro è un incredibile tributo a una donna forte e appassionata e all’incancellabile segno che ha lasciato nel mondo.   





In occasione di Halloween vi vorrei parlare di un libro che penso sia davvero bellissimo e che meriti l’acquisto!
Non è un libro per bambini, è un capolavoro per coloro che amano il libro scritto da questa grande autrice!
Ho impiegato qualche giorno a finire questo libro perché é emotivamente forte.
Sapere che si tratta della VERA storia di Mary Shelley mi ha fatto riflettere molto.
Se, poi, ad una storia non sempre facile (anzi!) aggiungete delle illustrazioni molto belle, ma anche molto « noir », quasi angoscianti, allora la lettura di fa molto toccante!
Ho trovato il connubio tra illustrazioni e testo scritto in prima persona (come fosse la stessa Mary a raccontarvi la sua storia) davvero geniale e davvero azzeccato.
Le illustrazioni a carboncino e acquerello, sempre rigorosamente in bianco e nero, hanno dato quel tocco molto « Londra della rivoluzione industriale » con il suo carbone e la sua nebbia.
Mi sono commossa, a più riprese, nell’apprendere la vera storia di Mary e nello scoprire come il suo Frankenstein abbia preso forma e sia nato!
Un libro davvero bellissimo che dovrebbero sempre vendere in copia a tutti quelli che acquistano il libro di “Frankenstein”!!!


Tempo di lettura: Due giorni
Bevanda consigliata: The Earl Grey
Formato consigliato: cartaceo
Età di lettura consigliata: dai 14 anni
Sito dell'Autore: Lita Judge
 




"Mary è morta da quasi duecento anni. Il suo cadavere riposa nella tomba, ma il suo spirito sussurra in eterno attraverso di me, la sua creatura. Sono io ce tengo viva la sua fede."




martedì 16 ottobre 2018

Review Party: La regina del nord


Sono felicissima di avere l'occasione di collaborare con la Piemme per l'esordio in Italia di Rebecca Ross che ci regala un libro fantasioso e forte che sembra una solida premessa per i prossimi libri a venire. Per adesso iniziamo con "La regina del Nord" e quale modo migliore di farlo se non con un Review Party?!





La regina del Nord
di Rebecca Ross 

Editore: Piemme
Prezzo Cartaceo: € 17,50
Pagine: 372
Titolo originale: The queen's rising


Regno di Valenia, 1566. 
Sono passati sette anni dall'arrivo di Brianna nella prestigiosa Magnalia, la scuola per giovani prescelte che ambiscono a perfezionare la propria vocazione ed essere adottate da un patrono. Brianna però è l'unica allieva a non aver mai mostrato doti particolari e, se non fosse stato per l'enigmatico maestro Cartier, non avrebbe trovato la sua vocazione tra Arte, Musica, Teatro, Eloquenza e Sapienza. Ma alla cerimonia finale, il peggior timore della ragazza diventa realtà, e Brianna rimane l'unica senza un patrono. Ancora non sa che dietro allo spiacevole imprevisto si cela la sua più grande fortuna. Lo scoprirà solo quando un misterioso nobile - troppo esperto con la spada per essere un semplice protettore - la sceglierà. Brianna si troverà allora dentro un vortice di intrighi e piani segreti per rovesciare il re e ripristinare sul trono l'antica legittima monarchia, tutta femminile. Perché ci fu un tempo in cui sul Nord regnavano le regine. Ed è ora che quel tempo ritorni.










Libro bellissimo ad iniziare dalla copertina, la Piemme a mio parere è riuscita a trovare un'immagine molto suggestiva e ben collegata alla trama del libro. Il lettore segue la vita di Brianna, giovane ragazzina che viene accettata alla prestigiosa scuola Magnalia, dove solo alcune prescelte hanno l'onore di entrare per poter perfezionare la propria vocazione tra Arte, Musica, Teatro, Eloquenza e Sapienza. Brianna ben presto si rende conto di non riuscire come le altre e a fatica spreca i suoi anni nell'affannosa ricerca della vocazione perfetta. Riesce alla fine nel suo intento e nonostante il ritardo grazie al fidato maestro Cartier finisce i sette anni di scuola. Purtroppo però quando è il momento di essere scelta da un patrono per Brianna non si mette proprio benissimo, siccome non viene scelta da nessuno e viene affidata quindi al nobile Jourdain che l'accoglie nella sua famiglia.  Per Brianna sembra che tutto stia cambiando, sta iniziando anche ad avere delle strane visioni, riesce a venire a conoscenza di molte cose del suo passato, e di quello che l'aspetterà nel futuro. A quanto pare Brianna ha davanti a sé un destino molto più movimentato di quanto si potesse aspettare, la sua storia è antichissima e risale a quando le regine regnavano a Valenia. Mistero, radici antiche, una ragazza coraggiosa, tutto questo è "La regina del Nord", uno young adult scritto con delicatezza che ci porta in questo mondo fantastico dove il lettore si sente a suo agio e inevitabilmente si affeziona alla sua protagonista. Il ritmo della storia non è incalzante ma non si fatica ad andare avanti, troviamo note rosa ma forse avrei gradito fossero leggermente più accentuate, giusto perché rimango un'inguaribile romantica. Ho adorato leggere questo libro, seguire Brianna in quello che è sempre stato il suo destino e riprenderselo pronta ad affrontare tutto con fermezza e convinzione. Aspetto di sicuro con ansia il seguito per perdermi di nuovo nelle terre del Nord così antiche e così ricche di avventura.


Durata totale della lettura: Quattro giorni
Bevanda consigliata: Tè alla cannella e arancia
Formato consigliato: Cartaceo

Età di lettura consigliata: dai 16 anni
Sito dell'autrice: Rebecca Ross





"Così ci prepariamo alla guerra. Non con la spada o con lo scudo, né con l'armatura. Siamo pronte perché siamo sorelle in arme, perché il nostro legame è più profondo del sangue. E risorgeremo per le regine del passato, e per quelle che ancora devono venire".

Trovate le altre recensioni su: BookspediaIl colore dei libriLa rapunzel dei libri (e non solo)Il Salotto del Gatto libraioL'universo dei libri
                      
   

                                        
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...