mercoledì 26 settembre 2018

Recensione: Teodora



Teodora
di Mariangela Galatea Vaglio

Editore: Sonzogno
Prezzo cartaceo: € 17,00
Prezzo Ebook: € 9,99
Pagine: 380
Genere: Romanzo Storico

Costantinopoli, VI secolo d.C. Nella sfavillante capitale dell’Impero romano d’Oriente, travagliata dagli scontri religiosi e dalla corruzione, i giovani Giustiniano e Teodora sembrano destinati a un’esistenza oscura. Lei è la bellissima figlia di un guardiano del Circo, e di mestiere fa l’attrice, barcamenandosi fra teatri e amanti ricchi e maneschi. Lui è il nipote del generale Giustino, un rozzo militare analfabeta che non riesce ad avere peso a corte. Il destino, però, ha altri piani per loro. Giustiniano, implicato in una serie di rivolte per rovesciare l’imperatore Anastasio, da politico consumato riesce a far salire al trono lo zio Giustino, diventando il più potente ministro dell’Impero. Teodora, invece, sfuggita alla vendetta di un governatore suo ex amante, diventa confidente del patriarca eretico di Alessandria e viene inviata come spia e mediatrice a Costantinopoli, proprio per contattare Giustiniano, alle prese con una complicata e pericolosa trattativa con il papa. Nella capitale di un impero che si estende dalla Persia al Mediterraneo, solo e unico erede di Roma, fra complotti, violenze, intrighi e tradimenti, ha inizio una travolgente storia d’amore e potere sullo sfondo di una delle epoche più complesse e misteriose della storia.








Quella che si apre di fronte a noi è una Costantinopoli al massimo del suo splendore, ormai centro del mondo non solo politico ha offuscato Roma e ne ha preso il posto: le sue strade brulicano di persone provenienti da ogni dove, il Circo è il suo cuore pulsante così come le due fazioni quella dei Verdi e quella degli Azzurri che governano la città.  Teodora è una bambina sveglia ed esuberante a differenza della sorella, la preferita dalla madre, che seguirà mestamente la strada già decisa per lei e vuole a tutti i costi fare grandi cose. Nonostante non abbia grandi doti da attrice vuole calcare le scene e non come semplice comparsa, vuole un numero tutto suo e lo avrà sfruttando quello che madre natura le ha donato: il suo bellissimo corpo nudo le aprirà le strade della ricchezza. Le strade di Giustiniano e Teodora si incroceranno diverse volte e si mescoleranno alla fine sino a diventarne una sola. Quello che l’autrice ci regala non è un semplice romanzo storico ma un vero spaccato della grande Costantinopoli cuore pulsante e palcoscenico di intrighi. Mariangela Galatea Vaglio ha studiato a fondo la storia di quel periodo, ha seguito ogni traccia di Teodora negli scritti che raccontano la sua vita ed i suoi spostamenti, così come ha studiato la storia dell’Impero e ci riporta una visione romanzata ma ben strutturata dell’epoca. La narrazione segue la vita di Giustiniano e di Teodora, che in alcune parti diventa quasi marginale se messa a confronto con gli eventi politici narrati, e riporta al lettore una versione storicamente fedele. Non è facile scrivere un romanzo storico, ci sono fonti da studiare e parti da romanzare per colmare le lacune ma soprattutto ci vuole un bilanciamento equilibrato di entrambe le parte per non annoiare il lettore o per non discostarsi troppo dagli eventi reali. L’autrice è capace e riesce ad ammaliare il lettore con la figura controversa di Teodora, donna ambiziosa e di intelletto fino che viene spesso giudicata solo per il suo bellissimo corpo e per la sua scelta di vita: additata dalle altre donne come sgualdrina e vista solo come una conquista per gli uomini, riuscirà a dimostrare che dietro le sue curve si cela una donna capace di dar filo da torcere a chiunque e dalla lingua tagliente, non si piegherà mai al volere di nessuno. Un ritratto storico avvincente ed una storia che tiene incollato il lettore sino alla fine, lasciandolo con molte domande sul futuro di Giustiniano e Teodora ed in attesa di un futuro secondo romanzo.

Durata totale della lettura: tre giorni
Bevanda consigliata: tè freddo alla menta
Formato consigliato: cartaceo

Età di lettura consigliata: dai 16 anni






"Lasciate che Costantinopoli vi conquisti ed anche Teodora"

                      
   

                                     

martedì 25 settembre 2018

Blogtour "La collezionista di meraviglie": Leggiamo Valentina Cebeni


Buongiorno a tutti, oggi abbiamo per voi una tappa speciale per il blogtour dedicato al nuovo libro di Valentina Cebeni edito Garzanti Libri.




La collezionista di meraviglie
di Valentina Cebeni

Editore: Garzanti Libri
Prezzo cartaceo : € 18,60
Pagine: 444


Dafne è solo una bambina quando, in un vecchio baule di casa, trova una spazzola d’argento. È così brillante che non riesce a distogliere lo sguardo. Quando la prende in mano le appare una donna che, seduta davanti a uno specchio, si spazzola la lunga chioma bruna. È così che scopre di avere un dono straordinario: le basta sfiorare oggetti antichi per vedere la storia dei loro proprietari. Da allora sono passati anni, in cui ha cercato di ignorare questa capacità, che le parla di un passato che ha fatto di tutto per dimenticare. Ma ora che la sua vita non la soddisfa più, non può fare finta di niente: deve tornare a Torralta, dove tutto è cominciato. Solo lì potrà sperare in un nuovo inizio. Ad aspettarla c’è la bottega antiquaria di nonno Levante. Appena vi mette piede, si rivede bambina mentre corre tra gli scatoloni ingombri di chincaglierie di ogni genere. E soprattutto ritrova il familiare odore di polvere e vernice. Troppo familiare per non farle venir voglia di riaprire il negozio e riportarlo all’antico splendore. Con l’aiuto dell’amorevole nonna Clelia e di Milan, un insolito collaboratore che ha trovato rifugio proprio nel negozio vuoto, Dafne trasforma la bottega in un ospedale per oggetti dimenticati, dando loro nuova vita. Ma un giorno, tra gli scaffali polverosi, si imbatte in un vecchio orologio da taschino che le parla di una coppia e del loro amore contrastato. Dafne non sa a chi sia appartenuto, né per quale motivo sua nonna ne conservi uno identico. Sente però che, in qualche modo, quell’orologio ha a che fare con la sua famiglia e con il dono che è tornato a farle visita. Per questo, è pronta a scoprire la verità sul mistero che lo avvolge. Perché solo così, ascoltando ciò che il passato ha da dirle, potrà ritrovare sé stessa.

Questa tappa l'abbiamo voluta dedicare ai libri di Valentina Cebeni che da tanto ci delizia con le sue storie. Attraverso i diversi scritti spesso riusciamo a a conoscere meglio un autroe, che con abilità riesce a trasformare emozioni in parole scritte condividendole con passione con noi lettori. Valentina Cebeni personalmente trovo sia un'autrice dolce, profonda che con semplicità riesce ad arrivare dritto al cuore di chi legge e che nella sua carriera di autrice ha saputo migliorarsi rendendo ogni suo libro  un'esperienza unica.

L'ultimo battito del cuore 


Il libro di esordio della nostra autrice porta i segni acerbi di una prima scrittura, si iniziano a delineare quelli che sono dei temi che in modo diverso sembrano essere ricorrenti nei suoi romanzi, come il tema dell'ineluttabilità della vita e di quanto sia importante non lasciarsi mai andare, cercando sempre di rialzarsi sulle proprie gambe anche quando tutto ci sembra perduto, quello della famiglia e di quanto sia indispensabile avere accanto delle persone che condividono il nostro stesso vissuto.
Fin dall'inizio è chiaro che Valentina Cebeni è un'esperta di sentimenti e riesce fin da subito ad entrare sotto la pelle del lettore anche se devo ammettere che con il tempo e con la scrittura di nuove storie questa abilità si affina diventando sempre più leggiadra ed efficace. Un inizio a mio parere non completamente vincente ma con delle prospettive di miglioramento che si sono decisamente confermate con il tempo.




La ricetta segreta per un sogno 


"La ricetta segreta per un sogno" è una storia tendenzialmente al femminile arricchita dal profumo inconfondibile di ricette che sembra quasi di riuscire ad assaporare per davvero. In questo libro la Cebeni unisce la cucina alla vita di diversi personaggi che sembrano comunque tutti legati da un filo sottilissimo ed invisibile. Un'ambientazione davvero suggestiva quella dell'isola del Titano che sembra fare da sfondo in maniera perfetta ai ricordi, agli errori e al coraggio che contraddistinguono questo romanzo
Il tema della ricerca delle proprie origini lo ritroveremo anche nel suo ultimo libro anche se in questo romanzo quello che salta all'occhio è la forza e la caparbietà delle donne. Un sogno ad occhi aperti reso vivido e tangibile attraverso le descrizioni perfette che ci fanno vivere la trama in maniera avvolgente e che colpisce tutti e cinque i sensi.



La collezionista di meraviglie



Finalmente siamo arrivati al libro protagonista di questo blogtour e devo ammettere che l'autrice sembra essersi superata e come da titolo credo che questa storia sia essa stessa una piccola meraviglia. La vita di Dafne è una vita difficile che di sicuro l'ha messa alla prova numerose volte, il suo dono, quello di scoprire le origini di oggetti antichi sembra essere scomodo all'inizio ma si rivelerà cruciale per scoprire a fondo la sua famiglia e per la riscoperta di sé stessa. 
Un libro che è pura poesia e con delicatezza lo stile dell'autrice sembra toccare le corde più profonde del nostro animo facendole vibrare forte e in maniera indelebile. 
Seconde possibilità, ricordi lontani, sensazioni ancora vivide nel presente, questa lettura è tutto questo e molto altro.





Il blogtour termina con la prossima tappa nel blog Il colore dei libri e di seguito trovate il calendario che indica tutte le altre tappe con i relativi blog che le hanno ospitate. Mi raccomando non perdete neanche una tappa.


lunedì 24 settembre 2018

Review Party: Il Principe Crudele


Un libro che fin dalle prime pagine mi ha catapultata in un mondo fantastico che vi invito a scoprire attraverso le varie recensioni di questo Review Party dedicato a "Il principe crudele" di Holly Black edito Mondadori.





Il principe crudele
di Holly Black

Editore: Mondadori
Prezzo Cartaceo: € 18,00
Pagine: 324
Titolo originale: The Cruel Prince


Jude era solo una bimba quando i suoi genitori furono brutalmente assassinati. Fu allora che sia lei che le sue sorelle vennero rapite e condotte nel profondo della foresta, nel mondo magico. Dieci anni dopo, l’orrore e i ricordi di quel giorno lontano e terribile ormai sfocati, Jude, ora diciassettenne, è stanca di essere maltrattata da tutti e soprattutto vuole sentirsi finalmente parte del luogo in cui è cresciuta, poco importa se non le scorre nemmeno una goccia di sangue magico nelle vene. Ma le creature che le stanno intorno disprezzano gli umani. E in particolare li disprezza il principe Cardan, il figlio più giovane e crudele del Sommo Re. Per ottenere un posto a corte, perciò, Jude sarà costretta a scontrarsi proprio con lui, e nel farlo, a mano a mano che si ritroverà invischiata negli intrighi e negli inganni di palazzo, scoprirà la sua propensione naturale per l’inganno e gli spargimenti di sangue. Quando però si affaccia all’orizzonte il pericolo di una guerra civile che potrebbe far sprofondare la corte in una spirale di violenza, Jude non ha esitazioni. Per salvare il mondo in cui vive è pronta a rischiare il tutto per tutto.








L'inizio del libro mi ha decisamente spiazzata, ma d'altronde devo ammettere che la reazione di sorpresa è stata scaturita numerose volte durante la lettura. Jude insieme con le sue sorelle si ritrova strappata dalla sua famiglia di origine che viene brutalmente assassinata da Madoc l'ex marito della madre che proviene dal mondo magico delle fate dove ora conduce le tre ragazzine. Passano gli anni e Jude sembra non essere riuscita ad adattarsi a questo mondo nuovo dove lei è l'umana, quelle diversa, fuori dal coro. Jude con il tempo inizia a capire i veri meccanismi che si celano dietro ad un mondo magico e che potrebbe sembrare perfetto e dopo l'assaggio di questo lato oscuro sembra prenderci gusto, diventa una spia, un'assassina, abbandonando l'idea di omologarsi al resto e sottostare a delle regole che le sono sempre state strette. In particolare, il suo principale nemico sembra essere il principe Cardan, uno dei figli del Re del regno che di sicuro non conquista subito la simpatia del lettore anche se andando poi sempre più a fondo inizieremo a conoscerlo meglio, scoprendo lati più sensibili e molto più umani. Ho trovato che in questo libro i personaggi principali non sono necessariamente come ci vengono presentati, commettono errori e ognuno ha un proprio twist che mantiene il lettore sulle spine e rompe la monotonia regalandoci una trama incalzante e di sicuro magnetica. L'autrice ci inebria con la magia di questo mondo inventato ma anche con la crudeltà che esso nasconde, non aspettatevi nulla di banale in questa storia e lasciatevi trascinare facilmente verso un cliffhanger che ci tiene sulle spine per il prossimo capitolo. Il mio primo libro della Black e decisamente non l'ultimo.

Durata totale della lettura: Quattro giorni
Bevanda consigliata: Latte alla cannella
Formato consigliato: Cartaceo

Età di lettura consigliata: dai 16 anni
Sito dell'autrice: Holly Black





"Credevo di dover essere buona e seguire le regole. Ma adesso ne ho abbastanza di fare la debole. Di fare la buona. Penso di voler diventare qualcosa di diverso."



                      
   

                                        

domenica 23 settembre 2018

Recensione: Errori Galattici


Errori Galattici
di Luca Perri


Editore: De Agostini
Prezzo Cartaceo: € 15,90 
Pagine: 192



La scienza prenderà sempre delle cantonate. Potranno volerci anni, addirittura secoli o millenni, ma alla fine gli errori verranno trovati. E in fondo, quando ci prendono per le orecchie perché abbiamo sbagliato, miglioriamo tutti. Scoprendo sempre più l’universo che ci circonda. La scienza può sbagliare? La risposta è sì. E non solo può, ma deve. Se sogni di diventare uno scienziato o una scienziata, preparati a farne di tutti i colori (e avvisa i tuoi genitori, così cominciano a mettersi il cuore in pace): il segreto infatti non è essere infallibili, bensì non arrendersi mai. Lo sanno bene gli scienziati di questo libro, dal grande Einstein, al geniale Marconi fino all’astronomo Schiaparelli, che di granchi ne hanno presi eccome! Preparati a un viaggio tra gli asteroidi dell’epic fail più strambi della scienza a bordo di uno shuttle guidato dalla stella dell’astrofisica, Luca Perri, con i disegni di Tuono Pettinato.



Questo libro, è spassoso, parte da assurde convinzioni (che forse tutti noi, abbiamo avuto nel corso della nostra esistenza), che i ricercatori, siano nel dettaglio dei tizi che riflettono su cose senza troppo senso e che in realtà non fanno un vero lavoro, finché ad un tratto, e spesso per caso, sono folgorati da un’idea geniale. Peccato che nella realtà, non sia esattamente così, e l’autore, ci spiegherà perché. Leggendo questo libro, corredato da illustrazioni davvero carine, scoprirete che, chi fa ricerca non sempre è una persona con un cervello strepitoso, molte volte sì, ma i geni con cervelli strepitosi esistono in molti campi, non solo in quello scientifico. Quello che però spesso non si capisce, è che dire che gli scienziati sbagliano, può essere un bene per tutti. Mi ha particolarmente stupita, il passaggio ove l’autore sottolineava che, per Deiste l’errore, è stato quasi una costante. Eppure, è davvero stato così, per quanto difficile sia crederlo. Il perfetto esempio di come, nella scienza, da ogni errore, possa scaturire qualcosa di buono. Leggendo questo libro, capirete che, sapere che cosa è falso, nella scienza, ma non solo, è necessario per conoscere ciò che è vero. Un libro innovativo, divertente a tratti, che insegna, come sia importante spingerci oltre i nostri limiti, perché ciò diventi uno stimolo, sempre e comunque.


Durata totale della lettura: Tre giorni
Bevanda consigliata: Frappè ai frutti di bosco
Formato consigliato: Ebook
Età di lettura consigliata: dai 14 anni
Sito dell'autore: Luca Perri







      "Un libro che insegna a non aver paura di sbagliare"




                            

sabato 22 settembre 2018

Recensione: Radiogol


Radiogol
di Riccardo Cucchi

Editore: Il saggiatore
Prezzo Cartaceo: € 18,00
Pagine: 270



La voce di Riccardo Cucchi è stata il cuore di ogni domenica per circa trent’anni. Dalla sua postazione appartata, isolata in mezzo alla folla formicolante sulle tribune, ha riempito i nostri pomeriggi di emozioni narrando da testimone diretto decine di campionati, centinaia di partite, migliaia di minuti di calcio. In una notte d’estate ha gridato per quattro volte «Campioni del mondo», ed è iniziata la festa di tutti, da Berlino alle piazze di paesi e città dell’Italia intera. Attraverso il suo microfono ha accompagnato vittorie impossibili da dimenticare: la Champions League dell’Inter, lo scudetto travolgente della Roma, quello del riscatto bianconero nel 2012.



Per gli amanti dello sport, e nello specifico del calcio, raccontato minuto per minuto alla radio, questo libro, è l’ideale. Un resoconto dettagliato di tutti i momenti più salienti a livello calcistico, seguiti da un grande radiocronista. E’ stato un piacere leggere questo libro, e credo lo sarà per tutti coloro che amano il calcio, perché potranno comprendere dalle parole di chi, con questo sport ha fatto successo, che, la radio era ed è tutt’oggi (nell’era dei social), la colonna sonora della passione calcistica. La “cara vecchia radio” in tempi di tv, che ancora vince. Il libro lascia spazio anche ad attente riflessioni da parte dello stesso autore, in merito alla figura ricoperta dai calciatori. In particolare, il fatto che negli occhi di molti di loro, si percepisce a fine carriera un velo di tristezza assoluta. Quando si arriva alla fine della carriera, anche per i calciatori più pagati, il fatto che la vita sia breve, diventa una realtà. La vita è breve, troppo breve, anche per coloro che per vivere, devo tirare calci ad un pallone. Mi è particolarmente piaciuta la lettera scritta a Ciotti, e nella parte finale del romanzo, l’incrocio perfetto che può venirsi a creare tra un’esecuzione musicale, e l’assolo di un calciatore, durante una partita; poiché una buona prestazione in campo, è frutto dell’armonia di undici strumentisti che devono essere capaci di interpretare un’idea di gioco. Un’opera letteraria particolarmente ricercata, scritta da un grande radiocronista.


Durata totale della lettura: Quattro giorni
Bevanda consigliata: Caffè espresso
Formato consigliato: Cartaceo
Età di lettura consigliata: dai 14 anni
Sito dell'autore:Riccardo Cucchi








      "Trentacinque anni di calcio minuto per minuto"




                            

venerdì 21 settembre 2018

5 cose che...

Eccoci ancora con la rubrica lanciata dal blog Twins Book Lovers, ovvero:


In questa rubrica i temi affrontati saranno molto vari, riguarderanno sempre il mondo dei libri, ma anche film, attori, serie tv…insomma…tutte cose che, da amanti dei libri, non potrete che approvare!

5 libri che ho regalato

Regalare un libro a qualcuno non è cosa semplice, perché riuscire ad incontrare i gusti di un lettore non è così scontato, ma una volta inquadrato il suo genere preferito, non vi assicuro che sarà un gioco da ragazzi, ma sarete già di un passo in avanti. Di seguito vedrete alcuni dei regali librosi che ho fatto, e fortunatamente mi è andata bene evitando delusioni. Chissà che non vi sia di ispirazione per qualche futuro acquisto per un vostro amico!





1. "Il bacio più breve della storia" - Mathias Malzieu

Parigi, una sera al Théâtre du Renard, l'orchestra suona "It's Now or Never". Una ragazza misteriosa e sfuggevole si aggira, lui la nota, cerca in ogni modo di avvicinarla e, quando ormai tutto sembra impossibile, si trovano faccia a faccia e si baciano. Un bacio minuscolo, il più breve mai registrato, e lei scompare. Invisibile, si allontana. Un mistero anche per un inventore come lui che, seppur di indole tendenzialmente depressa, è determinato a rivedere l'eterea e vulnerabile creatura che lo ha ammaliato. Inizia così una ricerca serrata in cui sarà affiancato da due bizzarri personaggi: un detective in pensione, che ha tutto l'aspetto di un orso polare, e il suo stravagante pappagallo. Le invenzioni si susseguono e qualcosa di molto goloso e originale aiuterà il protagonista nel suo scopo. Ormai è chiaro, fra i due è scoccata una scintilla, si è prodotto un cortocircuito. Ma in amore gli artifici non bastano, servono coraggio e temerarietà, doti che entrambi dovranno conquistare se vorranno trovarsi e abbandonarsi l'uno all'altra. Riusciranno i due a superare ostacoli e paure e a vivere il loro amore?









2. "Un anno per un giorno" - Massimo Bisotti

Alex è un cantante famoso. Dalla vita ha avuto la gloria, l’ammirazione dei fan, premi e ricchezze. Ma gli è mancata Greta, il grande amore con cui non si è mai trovato al momento giusto, qualcosa ha sempre impedito loro di stare insieme. Finché un giorno, fuori da una fermata del metrò di Parigi, la città dove vive, Alex fa amicizia con una ragazza che vende tubi con cui fare le bolle di sapone. Chiacchierano, lui le racconta la sua storia con Greta, come, dal primo incontro a Napoli in poi, si siano sempre sfiorati, senza mai riuscire davvero ad affidarsi l’uno all’altra. La ragazza lo ascolta, gli porge in dono un tubo dei suoi e gli propone un patto che sembra impossibile. Ogni volta che soffierà nel cerchio e formerà le bolle di sapone, Alex potrà tornare in un giorno del suo passato, per cambiarlo. Ma per ogni viaggio nel tempo, dovrà rinunciare a un anno di vita. Alex rientra nella camera d’albergo, la sua casa parigina, guarda e riguarda il tubo. È possibile che quello che ha detto la ragazza sia vero? Potrà davvero modificare il corso degli eventi e vivere la sua storia d’amore con Greta? Ambientato tra una Parigi magica e una Napoli calda e avvolgente, Un anno per un giorno segna il grande ritorno di Massimo Bisotti, con un romanzo meraviglioso scritto col suo stile inconfondibile, una storia incantata che riflette sui sentimenti umani, sull’intreccio tra speranza e destino.









3. "Harry Potter e la pietra filosofale" - J. K. Rowling

Harry Potter è un predestinato: ha una cicatrice a forma di saetta sulla fronte e provoca strani fenomeni, come quello di farsi ricrescere in una notte i capelli inesorabilmente tagliati dai perfidi zii. Ma solo in occasione del suo undicesimo compleanno gli si rivelano la sua natura e il suo destino, e il mondo misterioso cui di diritto appartiene. Un mondo dove regna la magia; un universo popolato da gufi portalettere, scope volanti, caramelle al gusto di cavolini di Bruxelles, ritratti che scappano...



4. "Il ladro di fulmini. Percy Jackson e gli Dei dell'Olimpo" - Rick Riordan

Percy Jackson non sapeva di essere destinato a grandi imprese prima di vedere la professoressa di matematica trasformarsi in una Furia per tentare di ucciderlo. Le creature della mitologia greca e gli dei dell'Olimpo, in realtà, non sono scomparsi ma si sono semplicemente trasferiti a New York, più vivi e litigiosi di prima. Tanto che l'ultimo dei loro bisticci rischia di trascinare il mondo nel caos: qualcuno ha rubato la Folgore di Zeus, e qualcuno dovrà ritrovarla entro dieci giorni. Sarà proprio Percy a dover indagare sull'innocenza di Poseidone, dio del mare e padre perduto, che l'ha generato con una donna mortale facendo di lui un semidio. Nuove gesta e antichi nemici lo aspettano, e non saranno solo lo sguardo di Medusa e i capricci degli dei ad ostacolare la ricerca della preziosa refurtiva, ma le parole dell'Oracolo e il suo oscuro verdetto: un amico tradirà, e il suo gesto potrebbe essere fatale...







5. "Nessuno si salva da solo" - Margaret Mazzantini

Delia e Gaetano erano una coppia. Ora non lo sono più, e stasera devono imparare a non esserlo. Si ritrovano a cena, in un ristorante all'aperto, poco tempo dopo aver rotto quella che fu una famiglia. Lui si è trasferito in un residence, lei è rimasta nella casa con i piccoli Cosmo e Nico. La passione dell'inizio e la rabbia della fine sono ancora pericolosamente vicine. Delia e Gaetano sono ancora giovani, più di trenta, meno di quaranta, un'età in cui si può ricominciare. Sognano la pace ma sono tentati dall'altro e dall'altrove. Ma dove hanno sbagliato? Non lo sanno. 





Bene lettori, questi sono alcuni dei libri che negli anni ho regalato ai miei amici appassionati di lettura come me. Voi avete amici con la stessa vostra passione per i libri? Se si, cosa gli avete regalato?



Recensione: Qualunque cosa accada

Qualunque cosa accada
di Ciro Noja


Editore:astoria edizioni
Prezzo Cartaceo: € 17,00
Pagine: 364




Una normale famiglia allargata, avrebbe definito Pietro la sua: una figlia adolescente che ha vissuto in tenera età il dramma della morte della madre; una seconda moglie che, perché no, potrebbe diventare una seconda “mamma” per Viola, e un altro figlio, Andrea, di un anno appena. La vita che continua, insomma, in una Milano qualunque dei nostri giorni. Se non fosse che Viola uccide senza pietà quelli che lei considera i due intrusi, per riavere il padre tutto per sé. E proprio a partire da questo brutale sterminio scopriamo come una ragazza possa affogare giorno dopo giorno in una disperazione assoluta, silenziosa e inespressa, nonostante una sorprendente normalità del quotidiano – e come un padre tenti di rimanere tale e di comprendere pur di fronte al male più estremo. La drammatica verità dei fatti emerge capitolo dopo capitolo e costringe il lettore a rivedere continuamente i propri giudizi, a interrogarsi sulla fragilità e sull’egoismo degli esseri umani e a constatarne la forza, grazie alla scrittura chiara e scorrevole dell’autore in questo suo romanzo d’esordio.



Questo libro mi è davvero piaciuto. Un romanzo d’esordio di uno scrittore italiano, che merita assolutamente di essere preso in considerazione. Il legame di odio/amore tra un padre ed una figlia. Dopo la morte prematura della madre biologica, la vita dei due protagonisti, verrà travolta da una tragedia intensa e particolarmente toccante. Pietro il padre, nonostante l’enorme e cruente “errore” di compiuto dalla figlia Viola, sa per certo che il suo compito resterà sempre quello di essere il punto di riferimento costante per lei. Pietro è consapevole che dovrà occuparsi della ragazza, aiutarla a costruirsi una vita fino a quando non avrà più bisogno di lui, non serve a nulla compiangersi, lamentarsi. In questo quadro così legato si inserisce un terribile omicidio, con cui Pietro dovrà fare i conti. Devo ammettere che la freddezza di questa ragazza, mi ha davvero colpita. A questo punto, per quanto Pietro voglia ribellarsi, non potrà fare a meno di occuparsi ancora una volta di quel legame che aveva cercato di spezzare, che aveva delle radici biologiche, difficili da estirpare, e che nel tempo (senza aggiungere troppo dettagli), finiranno con lo trasmettersi addirittura ad un’altra vita. Un giallo ambientato in Italia, nella Milano ai tempi dell’Expo, che ti rapisce dalla prima all’ultima pagina. Ciò che comprenderete da questo romanzo, è a parer mio, che una figlia, un figlio, deve smettere di essere figlio e figlia, deve diventare se stesso, deve allontanarsi, può dimenticare; ma un genitore non può mai smettere di essere genitore. Qualunque cosa accada, appunto.


Durata totale della lettura: Cinque giorni
Bevanda consigliata: Caffè macchiato caldo
Formato consigliato: Cartaceo
Età di lettura consigliata: dai 16 anni
Sito dell'autore: Ciro Noja









      "Un legame inossidabile, quello tra padre e figlia, sempre e comunque."





                            
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...