giovedì 22 giugno 2017

Recensione: Leggimi Tra Vent'Anni

Leggimi tra vent'anni
di Giorgia Lanzilli

Editore: Mondadori
Prezzo cartaceo: € 17,00
Prezzo Ebook: € 8,99
Pagine: 248
Genere: Narrativa Moderna



Il seguitissimo diario virtuale di Giorgia è diventato un libro che ripercorre le tappe fondamentali del diventare mamma e accoglie tante nuove riflessioni. «Voi siete il mio arcobaleno e il mio cielo sereno. Siete vento e aquiloni lontani. Siete aria, e albe e tramonti. Siete una coccinella sul dito, e siete un campo di girasoli e il sole che ne sposta i petali. Siete profumo di mare e scroscio di onde, e spuma sulla riva e gabbiani sugli scogli. Siete conchiglie, e pietre colorate, e rimbalzi sull'acqua. Siete natura, e siete universo, siete parte di me, ma siete più grandi di me»

Quando è diventata mamma, Giorgia Lanzilli ha iniziato a tenere in rete un diario per custodire e condividere le proprie esperienze, e l'incredibile valanga di nuove emozioni che ha travolto le sue giornate. Il senso di inadeguatezza, le gioie e le difficoltà quotidiane, la sfida di essere mamma senza smettere di cercare la realizzazione professionale: riflessioni in cui centinaia di migliaia di mamme si sono identificate, dimostrando, ogni giorno di più, gratitudine e affetto nei confronti di Giorgia, capace di dar voce alle loro emozioni più profonde. Finalmente, questo seguitissimo diario virtuale è diventato un libro, che ripercorre le tappe fondamentali del diventare mamma e accoglie tante nuove riflessioni. A rendere unico e speciale ciò che Giorgia scrive è la capacità di raccontare come la maternità – spesso percepita come un ostacolo all'autonomia e alla realizzazione femminile – sia piuttosto un'occasione straordinaria per conoscersi meglio e toccare i propri limiti, sensi di colpa e di inadeguatezza compresi, per scoprire in se stesse risorse che non si sospettava di possedere. E Giorgia ci dice che per poterlo fare occorre coraggio. Il coraggio di scrivere, mettendo a nudo i propri sentimenti, il coraggio di parlare di quei momenti oscuri e difficili che non sono fuori di noi, ma da noi provengono – una reazione eccessiva, una voce troppo alzata, quella goccia di irritazione cha fa esplodere una giornata fatta di stanchezza – e proprio per questo sono così difficili da perdonare a noi stesse. Ma anche il coraggio di parlare di quell'amore che travolge, talmente intenso, talmente traboccante da fare persino male. E non ha paura di usare il linguaggio della dolcezza, della tenerezza, delle piccole cose di cui ogni giornata di una mamma è fatta dal momento in cui suo figlio vede il mondo per la prima volta, accanto a lei.









Quando si scopre di aspettare un bambino mille emozioni attraversano l'anima e la testa, in nove mesi una donna vede cambiare il suo corpo e le sua abitudini, nella sua mente iniziano a figurarsi momenti di amore assoluto verso un esserino minuscolo. Dopo l'ospedale si ritorna a casa ed improvvisamente c'è un piccolo batuffolo che ha bisogno di attenzioni ed insieme a lui si impara ad essere madre, si cresce insieme. Giorgia Lanzilli ha raccolto i suoi pensieri, le sue emozioni che come un fiume in piena colpiscono il lettore e lo fanno emozionare mentre lei ci racconta cosa è per lei essere madre di due splendidi bambini. Ho letto queste pagine con il sorriso sulle labbra ma anche con le lacrime agli occhi, è impossibile spiegare cosa le parole di Giorgia sono riuscite a smuovere nel mio inconscio di neo mamma. Ci sono momenti che passano troppo velocemente e Giorgia ci invita ad assaporarli senza aver fretta di veder crescere i nostri figli: molto presto si abitueranno a dormire da soli e sarà allora che sentiremo la mancanza di quelle braccia tese nel buio verso di noi. Il loro profumo da neonati svanirà, i loro primi sorrisi sghembi diventeranno prima sdentati e poi sempre più sicuri mentre loro cresceranno diventando dei piccoli uomini. Giorgia ed il suo blog sono famosi nel web, le sue parole vengono lette e commentate, ma soprattutto condivise: questo libro è una raccolta dei suoi pensieri più intimi che come una poesia ci penetrano sottopelle sino a raggiungere l'anima per cullarla con dolci immagini di vita vera. Un libro emozionante che ho apprezzato ed assaporato con ogni sorriso ed ogni lacrima: un regalo gradito per un'amica ma soprattutto per noi stesse.




Durata totale della lettura: due giorni
Bevanda consigliata:  Tè alla menta
Formato consigliato: cartaceo

Età di lettura consigliata: dai 17 anni
Sito dell'autore: Giorgia Lanzilli






"Dovevo inseguire i miei sogni, potevo rischiare ancora una volta, potevo costruire qualcosa"


                      
   

                                        

Anteprime: Edizioni Ponte Sisto, Fanucci, Giulio Perrone editore

Una bella carrellata di libri in uscita e letture consigliate che non potete farvi scappare. I titoli di questa volta sono firmati Edizioni Ponte Sisto, Fanucci, Giulio Perrone editore .



Le parole ritrovate
di Igor Patruno

Prezzo: € 13,50
Pagine: 162
Data di Uscita: 22 Giugno
Editore: Edizioni Ponte Sisto


Sette autori, sette racconti, sette mondi completamente diversi. L'antologia è il risultato del concorso omonimo che Catnip ha tenuto durante la seconda metà del 2016. I sette racconti, selezionati tra i moltissimi partecipanti, si inseriscono in altrettante declinazioni del fantasy: dall'epico al dark, dall'urban allo steampunk, e così via. In pratica un'antologia per tutti: per chi ama il fantasy, per chi non lo conosce e vuole avvicinarvisi, per chi vuole ampliare la propria conoscenza del genere, per chi ha poco tempo per leggere e preferisce una serie di racconti a un romanzo.


Yesterday's Gone. Stagione tre
di Sean Platt e David Wright



Prezzo Ebook: € 4,99
Prezzo Cartaceo: € 12,90
Editore: Fanucci 


Dopo essersi svegliati in un mondo disabitato, alcuni sopravvissuti vivono rintanati in un albergo, mentre fuori misteriose creature continuano a moltiplicarsi e ad aspettare... Luca è riuscito finalmente a liberare Paola dal sogno che la teneva prigioniera. Ma il ragazzo ha pagato un prezzo molto alto: al suo risveglio, si è ritrovato invecchiato di cinque anni. Nella città di New York, Times Square è una sconcertante e immensa distesa di corpi umani che si sovrappongono. Brent e Luca, stupefatti e frastornati dall’atroce scenario che si presenta davanti ai loro occhi, devono adesso pensare a come fuggire da quest’universo dominato da forze oscure e nemiche. La loro unica speranza per sopravvivere è raggiungere con un traghetto Black Island, dove almeno una parvenza di autorità sta cercando di riorganizzare ciò che resta dell’umanità. Anche se tutto sembra suggerire che il peggio debba ancora arrivare...


Atene, cannella e cemento armato
di Patrizio Nissirio


Prezzo: € 12,00
Pagine: 140
Data di Uscita: 23 Giugno
Editore: Giulio Perrone editore

Ad Atene si va per vedere di corsa il Partenone, forse il Museo Archeologico, per poi fuggire su qualche isola. Pochi si concedono il tempo per annusare, toccare, vivere questa enorme metropoli contemporanea, stretta tra un passato ingombrante ed una modernità caotica. Dietro la quale si nasconde un microcosmo tra Europa ed Oriente dove Nissirio si avventura – camminando e riflettendo – con l’aiuto di Petros Markaris, lo scrittore greco contemporaneo più noto in Italia, ma anche altri meno noti: da Menis Kumandareas a Margarita Liberaki, da Vassilis Alexakis fino al celebre poeta Giorgos Seferis. Con loro scopriamo la Atene degli ultimi decenni, cresciuta in una pioggia di cemento armato, ma che profuma delle sue suggestioni orientali in quartieri affollati, ristoranti, mercati, caffè. Una capitale d’Europa che oggi vive anni bui di crisi economica e sociale, e le sfide di una massiccia immigrazione. Una città fatta di esperienze, fantasmi del passato e scheletri del presente. Che non può lasciare indifferente il viaggiatore. Anzi, spesso, se ne innamora perdutamente.  

mercoledì 21 giugno 2017

Recensione: Brina


Brina
di Giorgio Salati e Christian Cornia

Editore: Tunué
Prezzo Cartaceo: € 14,90
Pagine: 96


Brina, gatta di città, si trasferisce in montagna con i padroni per una vacanza estiva. Qui fa la conoscenza di alcuni randagi che si fanno chiamare “La Banda del Sole Felino”. I nuovi amici la convincono a scappare e diventare una gatta libera. Ma se le scorribande nel bosco renderanno Brina consapevole di uno stile di vita e un’emancipazione che non conosceva, dall’altra parte getteranno nel panico i due giovani padroni, che non accettano di perdere quella che per loro è una componente fondamentale della famiglia. Dedicando una sofisticata attenzione ai sentimenti umani e felini, Salati e Cornia riescono a inquadrare il tema del difficile equilibrio tra proteggere quelli che amiamo e lasciar loro la libertà di fare errori, e cavarsela con le proprie risorse.



Ma quanto è carina Brina? Una gattina dolcissima ed intelligente alla quale manca l'avventura selvaggia alla quale di solito i felini sarebbero destinati, ha voglia di esplorare, di scoprire la natura e cacciare, tutte cose che ovviamente si perdono quando si vive in un appartamento di città. La vacanza che i suoi padroni fanno in montagna però si presenta come un'ottima occasione per sperimentare questa libertà tanto agognata e se poi Brina durante le vacanze conosce anche "La Banda del Sole Felino" è fatta! Scappa dai suoi padroni la piccola Brina, segue la Banda, costituita da altri gatti che hanno scelto una vita libera dai padroni umani, a zonzo per i boschi, cacciando prede ed arrampicandosi sugli alberi, per la piccola Brina sembra tutto perfetto e questo tipo di vita le ricorda tanto quando era cucciola e viveva con la sua mamma e i suoi fratellini in campagna. I padroni di Brina però sono disperati e molto dispiaciuti che la loro gattina li abbia abbandonati, vanno in giro per il paese e si fermano di casa in casa nella speranza che qualcuno abbia sue notizie, tappezzano le strade con i fogli con la foto di Brina e aspettano con ansia che prima o poi torni a casa. La vita selvaggia a Brina piace, ma con il passare dei giorni si rende conto che non tutto di questa nuova vita è davvero bello come sembrava e che i suoi padroni, ovvero la sua famiglia le manca davvero tanto. A volte bisogna rischiare, provare, sperimentare, per capire cosa vogliamo davvero ed apprezzare quello che invece abbiamo già e la nostra protagonista lo sa bene. Illustrazioni nitide e molto carine, una storia leggera e simpatica adatta per i bimbi o per una lettura veloce anche per i grandi, la Tunué con la collana Tipitondi ci regala un nuova chicca che ci fa intenerire e che ci ricorda a modo suo una semplice lezione di vita.


Durata totale della lettura: Un giorno
Bevanda consigliata: Bicchiere di latte freddo
Formato consigliato: Cartaceo
Età di lettura consigliata: dai 8 anni







      "è più giusto proteggere o lasciare andare chi amiamo?"


Recensione: Un imprevisto chiamato amore

Un imprevisto chamato amore
di Anna Premoli



Editore:  Newton Compton
Prezzo ebook: 5,99 €
Prezzo cartaceo: €9,90
Pagine:288



Jordan ha collezionato una serie di esperienze disastrose con gli uomini. Consapevole di avere una sola caratteristica positiva dalla sua parte, ovvero una bellezza appariscente e indiscutibile, è arrivata a New York intenzionata a darsi da fare per realizzare il suo geniale piano. Il primo vero progetto della sua vita, finora disorganizzata: sposare un medico di successo. 
Jordan ha studiato la questione in tutte le sue possibili sfaccettature e, preoccupata per le spese da sostenere per la madre malata, si è convinta di poter essere la perfetta terza moglie di un primario benestante piuttosto avanti con gli anni. 
Ma nel suo piano perfetto non era previsto di svenire, il primo giorno di lavoro nella caffetteria di fronte all’ospedale, ai piedi del dottor Rory Pittman. Ancora specializzando, per niente ricco, molto esigente e tutt’altro che adatto per raggiungere il suo obiettivo...




Benvenuta estate!!!! Eh già, cari lettori, ora che anche il calendario concorda sul fatto che è arrivata la stagione più calda e vacanziera dell'anno, è anche tempo di iniziare atrovare dei libri adatti ad essere letti e gustati nelle prossime settimane.
Non so voi, ma io d'estate cerco sempre titoli che sappiano portare freschezza ed allegria nelle mie giornate, e questa mia predilezione diventa una vera e propria esigenza quando le giornate sono talmente calde da rendermi quasi apatica. Se anche voi, dopo aver guardato le previsioni per i prossimi giorni, sentite di aver bisogno di un libro di questo tipo, allora vi consiglio di recuperare in fretta l'ultimo libro di Anna Premoli, perché è esattamente quello che fa per voi.
Se seguite il blog ormai avrete capito che secondo me la Premoli è una sorta di garanzia quando si tratta di leggere dei romanzi divertenti e leggeri, grazie ad una verve ironica che ho ritrovato in pochi altri scrittori italiani. Ecco, anche stavolta non si è smentita, confezionando una storia un po' diversa da quelle che si ritrovano ultimamente negli scaffali delle librerie.
Niente Cenerentola in chiave moderna che riesce a farsi sposare da un miliardario: qui la protagonista è Jordan, una ragazza che non nasconde le proprie intenzioni di sposarsi con un uomo ricco. Ha addirittura scelto il proprio lavoro come cameriera in una caffetteria solo perché questa è situata di fronte ad uno degli ospedali più importanti di New York, rendendole più facile riuscire ad individuare qualche primario divorziato con cui flirtare.
Nonostante le sue intenzioni siano palesemente quelle di sposarsi per interesse, non è difficile entrare in empatia con Jordan: ha avuto una sfortuna pazzesca con gli uomini, è a corto di denaro e, nonostante tutto l'impegno che ci sta mettendo, non riesce davvero a distogliere la propria mente da Rory, il bel dottore del pronto soccorso che le ha salvato la vita pochi giorni dopo che lei ha iniziato a lavorare alla caffetteria. Rory con lei ha la pazienza di un santo, ma pare chiaro a tutti - tranne che a lui - che Jordan l'ha davvero colpito molto. Peccato che Rory non solo sia un medico super-impegnato (abbiamo visto tutti ER, sappiamo quanto sia incasinato il pronto soccorso...) ma che non sia nemmeno single....
Insomma, come avrete capito ci sono tantissimi spunti per una storia piena di brio, capace di farci rilassare la mente nella calura estiva!





Durata totale della lettura: Due giorni
Bevanda consigliata:  The freddo alla pesca
Formato consigliato: Ebook
Età di lettura consigliata: dai 16 anni
Sito dell'autore: Anna Premoli

 








" Jordan è arrivata a New York con l’obiettivo di sposare un medico benestante, 
poi ha incontrato un “imprevisto” di nome Rory sulla sua strada…"



                                            

martedì 20 giugno 2017

La biblioteca dei Bimbi: Il nonno allenatore



Il nonno allenatore
di Roberta Zilio
illustrazioni di Gabriele Tafuni


Collana Io leggo da solo


Editore: DeAgostini
Prezzo cartaceo: € 6,90
Pagine: 32
Formato: brossura
Genere: libri per bambini

Simona vuole fare il portiere, ma farsi accettare in squadra sembra impossibile. Per fortuna, può contare sui consigli del nonno! Storie fantastiche, divertenti e coinvolgenti. Non le solite fiabe, ma la REALTÀ DI TUTTI I GIORNI… ANCHE A FUMETTI. I protagonisti sono i bambini, quelli che leggono, che giocano e che imparano tra i banchi di seconda elementare. I personaggi sono la mamma e il papà, i compagni di scuola, gli amici delle vacanze estive, una maestra o… un nonno molto sportivo! AVVENTURE da leggere tutte d’un fiato, tra le righe di un libro illustrato e un BALLOON e l’altro. Età di lettura: da 6 anni.





Ecco una collana davvero carina da far leggere ai vostri bambini!
Oggi ho letto per voi “Il nonno allenatore”, scritto da Roberta Zilio (come tutte molte delle storie della collana “io leggo da solo”) e illustrata da Gabriele Tafuni.
Un libro davvero costruito bene che insegna ai bambini a leggere anche i balloon e ad avvicinarli al mondo dei fumetti.
La storia è molto carina: Simona vuole fare il portiere, ma i maschi non la vogliono in squadra, così il nonno decide di allenare la sua nipotina per renderla felice.
Simona si allena e si allena… e le sue fatiche verranno ricompensate! In più le sue michette, vedendola impegnarsi tanto, avranno voglia (e anche un po' di curiosità!) di provare anche loro.
Le illustrazioni sono molto simpatiche e divertenti, i colori vivaci (come tutti i lavori di questo bravissimo illustratore!!!) ci fanno apprezzare davvero la storia e l'idea di alternare testo e balloon rovo sia davvero geniale! Un modo divertente per insegnare ai bambini a leggere i fumetti!
Un libro da leggere ASSOLUTAMENTE in questo mondo in cui la società vuole i generi ben distinti per ricordare a tutti che NON ESISTONO sport da femmine e sport da maschi, ogni gioco e sport è bello se viene giocato tutti insieme!


Bevanda consigliata: The freddo a Limone
Formato consigliato: cartaceo
Età di lettura consigliata: dai 6 anni
Sito dell'illustratrice:  Gabriele Tafuni
 




"Da quel momento non si lascia scappare una palla e i ragazzi rimangono a bocca aperta." 



lunedì 19 giugno 2017

Recensione: Dannate Ragazze

Dannate ragazze
di Robin Wasserman

Editore: HarperCollins
Prezzo cartaceo: € 18,00
Prezzo Ebook: € 9,99
Pagine: 322
Genere: Thriller



Novembre 1991. La notte di Halloween Craig Ellison, star della squadra di basket della scuola superiore di Battle Creek, si avventura nel bosco da solo e scompare. Tre giorni dopo lo ritrovano con una pallottola in testa e una pistola in mano, e quel gesto all'apparenza inspiegabile sconvolge profondamente i membri di quella tranquilla cittadina della Pennsylvania, già turbati da voci inquietanti sulla presenza di sette sataniche nella zona. Hannah Dexter, diciassettenne brillante ma solitaria, incontra Lacey Champlain poco tempo dopo la tragedia. Capelli nerissimi, look goth e una passione per Kurt Cobain che sfiora l'ossessione, Lacey è una ragazza carismatica e dal fascino perverso che si insinua nella vita e nella mente dell'impressionabile Dex, plasmandone il carattere a propria immagine e somiglianza fino a risvegliare una parte ribelle e oscura di lei che le trascina in una spirale di violenza sempre più febbrile e pericolosa.









Nella piccola cittadina di Battle Creek tutto sembra perfetto fino a quando, nella notte di Halloween del 1991, il quarterback della scuola Craig Ellison viene ritrovato senza vita con una pistola in mano ed un colpo nel cervello. Lentamente la facciata di perfezione inizia ad incrinarsi mentre in sottofondo la voce di Kurt Cobain risuona nella mente del lettore e tremendi retroscena vengono così svelati. Robin Wasserman è una famosa autrice di thriller che ha conquistato il cuore dei lettori ormai da un decennio e finalmente, grazie alla Harper Collins, uno dei suoi romanzi è arrivato sino a noi. Le atmosfere dark che ricordano a tratti Twin Peaks mi hanno conquistata così come lo stile narrativo dell'autrice che conduce il lettore in un vero e proprio incubo dal quale sembra impossibile risvegliarsi. Le protagoniste Hannah e Lacey ricoprono malamente i ruoli di perfetti studendi ma la Wasserman ci mostra il loro vero io fatto di perversioni e paure che riescono a sconvolgere anche il lettore più navigato in tema di thriller. Quanto può essere pericolosa un'amicizia? Sino a che punto può diventare una condanna a morte? Essere adolescenti non è facile e la Wasserman ci mostra il suo lato più oscuro ed inquietante. L'autrice utilizza uno stile schietto che va dritto al punto e riesce a penetrare nella mente del lettore che rimane intrappolato tra le sue pagine, incapace di chiudere il romanzo. Una lettura davvero molto affascinante che mi ha ipnotizzata e anche un pò spaventata, assolutamente consigliato per chi come me ha nostalgia degli anni 90 e vuole un thriller davvero al cardiopalma.




Durata totale della lettura: tre giorni
Bevanda consigliata:  Tè all'arancia rossa
Formato consigliato: cartaceo

Età di lettura consigliata: dai 17 anni
Sito dell'autore: Robin Wasserman






"Che cosa si nasconde a Battle Creek?"


                      
   

                                        

Recensione: La rivoluzione d'amore


La rivoluzione d'amore
di Andrea Pilotta


Editore: Garzanti libri
Prezzo Cartaceo: € 12,90 
Pagine: 170


Alcune notti è impossibile dormire. Alcune notti le emozioni hanno bisogno di essere scritte. Perché è il solo modo per non sentirsi sopraffatti. È questo che fa Andrea dalla fine di agosto, ogni sera. Scrive lettere a suo figlio Jacopo, detto Papo, sedendosi alla sua scrivania. Quelle ore di sonno perso sono ore piene di vita. Ore piene dell’allegria, dell’umorismo, della vitalità di un bambino supereroe. Che ama le lasagne della nonna, andare a pesca, disegnare le sue passioni. Correre un giorno sul cammello con le corna è il suo sogno, strambo e straordinario come solo il sogno di un bambino può essere. Da quelle parole scritte alla luce della luna, Andrea parte per scrivere il romanzo che racconta la storia di Papo. Una storia che ha dentro una rivoluzione d’amore. Ha dentro il messaggio che la vita va presa a morsi, va vissuta attimo dopo attimo. Che si può essere forti anche nella debolezza. Che si può portare gioia agli altri anche nelle difficoltà. Che non si deve mai perdere la voglia di ridere e di prendere in giro il destino anche quando ci mette davanti a una prova. Davanti alla prova più dura. Perché a fine agosto il cuore malato di Papo a soli dieci anni ha smesso di battere per sempre. Ma la sua voglia di vivere non può smettere di battere. Non esiste fine per i suoi scherzi, i suoi sorrisi, la sua fantasia sfrenata. E Andrea, giorno dopo giorno, ha capito che Papo, qualunque cosa stia facendo dall’altra parte dell’Infinito, è felice. È felice di sapere cosa succede qui giù, quanto sia difficile, ma anche quanto il suo approccio alla vita stia aiutando tutti. Quanto il suo ricordo spezzi il respiro, ma permetta ancora di sorridere nonostante tutto. Per questo Papo è e sarà sempre un supereroe alla guida di una rivoluzione d’amore, magari con il suo fedele destriero: il cammello con le corna.



Questo romanzo, è una vera carezza per il cuore, e parte con una toccante prefazione scritta da Jacopo Fo, il quale rileva che vivere il dolore in solitudine, senza inventarsi nulla, distrugge la qualità umana delle persone. Attraversare il dolore giocando, facendo finta che si possa andare oltre, fa crescere la qualità di tutto il genere umano. Un padre, che scrive lettere a un figlio scomparso troppo presto. Un bimbo così singolare da essere il primo tra gli altri membri della famiglia ad aver maturato un tale gene. Mutazione genetica in utero, de novo il primo fortunato in famiglia. Nessuno lo decide, succede. Quella mutazione genetica causa la patologia che ha colpito il bimbo protagonista di questo libro: un bambino della sua età, cammina e fa una vita normale, sotto sforzo si raddoppiano, invece a lui sono sempre bastati a fare tutto, li ha usati meglio di chiunque altro, quei novantanove battiti. La reazione del padre e di Mamma, in momenti e in posti diversi, è stata identica, dapprima impietriti, poi inorgogliti che a otto anni il piccolo Jacopo, sapesse già esprimere certi concetti in certi modi, poi il sorriso per il loro piccolo Kurt Cobain. Altro che psicologo, con i suoi messaggi, Jacopo, ha insegnato ai genitori, che la vita, va usata, sempre e comunque. Alcuni passaggi, sono davvero commoventi, ad esempio, quando il padre, in una delle lettere, si chiede se i bimbi vanno a scuola anche di là dall’Infinito, sperando che Jacopo sia a lezione da Gianni Rodari. Con Jacopo, nulla era banale. E’ piombato nelle vite dei suoi genitori e le ha stravolte positivamente con il suo sano rock’n’roll bambino. E’ riuscito a unire tutta la famiglia. Quella di Mamma scombinata anni prima dai suoi dolori, e quella di papà, con i soliti casini d’imposizioni e scelte procrastinate e mai prese. Commovente la lettera che descrive l’ultima giornata di Papo (così il padre ha sempre chiamato il piccolo). Jacopo ha combattuto una lotta disperata per rimanere vivo, ma le possibilità che lui riuscisse a farcela erano ormai pochissime. E’ entrato in coma, per due giorni, è rimasto in vita grazie all’ECMO (circolazione saguigna extracorporea), poi la fine, inesorabile. Un’ultima giornata, che il padre, ricorda, essere iniziata con allegria e spensieratezza tra l’altro. Una raccolta di missive, che vi lascerà un segno profondo nel cuore. Ciliegina sulla torta, il fatto che, parte dei proventi del libro, tramite l’associazione Davide il Drago, contribuiranno a sostenere la ricerca dello staff del dottor Jacopo Olivotto.


Durata totale della lettura: Tre giorni
Bevanda consigliata: Latte di soia
Formato consigliato: Ebook
Età di lettura consigliata: dai 14 anni
Sito dell'autore: Andrea Pilotta







      "Perchè la vita va vissuta, attimo dopo attimo."




                            
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...