martedì 30 agosto 2016

Anteprime: Leggereditore

Noi di Reading at Tiffany's vi vogliamo augurare un buon giorno con due nuove uscite che verranno pubblicate a breve. Per iniziare un Settembre Leggereditore con il botto! .

I still love you
di Cristina Chiperi


Data di Uscita:  1 Settembre 2016
Prezzo Ebook: €  4,99
Prezzo cartceo€  14,90



Con tutti i ragazzi di cui si sarebbe potuta innamorare, Lucy Sanders ha perso la testa per Dylan, il suo migliore amico. E il sentimento che prova è così forte da toglierle il sonno, da mozzarle il respiro se lui la sfiora, da farle chiedere in continuazione: “Cosa succederebbe se lui sapesse la verità?” Sì, perché per paura di perderlo, Lucy non ha ancora trovato il coraggio di dichiararsi, e adesso che è all’ultimo anno dell’high school ha deciso che è arrivato il momento di scoprire se i suoi sentimenti sono corrisposti oppure no. Ma più Lucy cerca di capirci qualcosa, più tutto le sembra complicato. A volte ha l’impressione che Dylan contraccambi, salvo poi essere assalita dai dubbi quando vede che l’amico ha occhi solo per Caroline... E come potrebbe essere altrimenti, visto che Caroline è praticamente perfetta? A confondere le acque ci si mette anche Daniel: trasferitosi da poco in città, dapprima sembra voler aiutare Lucy nel suo intento, ma poi fa esattamente il contrario... Perché? Lucy non ha il tempo di porsi troppe domande, impegnata com’è a cercare risposte dentro lo sguardo di Dylan...


 Insostituibile
di Angela Graham


Data di Uscita: 1 Settembre 2016
Prezzo cartaceo: €  14,90
Prezzo Ebook: €  4,99

Cassandra Clarke sapeva che se avesse ceduto alla passione avrebbe corso il rischio di essere ferita. Eppure, nonostante questa consapevolezza, ora si ritrova sola, ma con la voglia di rimettere insieme i pezzi della sua vita e lasciarsi alle spalle il recente passato, benché il suo cuore non riesca a dimenticare, a non provare rancore per chi prima la ha sedotta e poi l’ha lasciata alla sua illusione. Cassandra aveva imparato a credere nell’amore, ma ora, per colpa di Logan West, non sa più cosa sia. Fidarsi di un uomo? È un errore che si è ripromessa di non commettere più. Ma cosa può succedere se d’improvviso tutto ciò in cui hai deciso di credere viene di nuovo messo in discussione? Il cuore, si sa, segue le sue regole e prende la sua strada. Riuscirà Cassandra a tenere sopite le emozioni che ancora prova e a trovare la forza di non abbassare la guardia di fronte alle insistenze dell’uomo che le ha spezzato il cuore, ma che lei sente essere insostituibile? 

Un nuovo, coinvolgente capitolo della storia di Cassandra e Logan. Il racconto, appassionato e sincero, dell’eterno e insolubile conflitto tra il cuore e la ragione, tra la disillusione e la voglia di credere ancora nell’amore.

Recensione: I sogni son desideri

I sogni son desideri
di Menna Van Praag


Editore: NewTon & Compton
Prezzo Cartaceo: € 14,90
Titolo originale: The Dress Shop of Dream
Pagine: 320
Genere: romance

Cora Sparks ha passato quasi tutta la vita all’interno del negozio d’abbigliamento di sua nonna Etta. Situata in una tortuosa stradina di Cambridge, la deliziosa boutique può sembrare un posto come tanti, e invece tra sete ricamate, pizzi delicati, velluti pregiati, si nascondono magici segreti: Etta cuce una stellina rossa su questi abiti preziosi, e riesce così a restituire fiducia e speranza a chi li indossa. Ma ciò che lei sogna di più è aiutare sua nipote a superare gli eventi tragici del passato e ad aprire il suo cuore a Walt, il timido libraio che la ama da sempre. Determinata a non farle perdere l’occasione per essere felice, Etta architetta un modo per infondere a Walt il coraggio di dichiararsi a Cora. Ma, quando tutto sembra avverarsi, la nonna realizza che ha scatenato una serie di eventi incredibili che cambieranno inaspettatamente la vita della nipote.





Lo paragonavano al film “Love Acttually” (pellicola che ha un posto speciale nel mio cuore!) e per questo sono stata tentata e ho deciso di leggerlo, ben sapendo che le mie aspettative erano alte.
La storia sembra essere, all’inizio, una sorta di cliché: lui, Walt il libraio della piccola Cambridge, ama lei, Cora scienziata dal cuore di robot, che non ha altro a cui pensare, e Etta, la dolce nonnina un po’ magica, che cerca di sbloccare la situazione.
Ben presto, però, subentrano altri personaggi e facciamo la conoscenza di Milly, di Sebastian, di Hery, di Francesca, di Dylan, del professor Baxton…tutti molto diversi tra loro e con esistenze complicate.
Oltre alle storie d’amore dei vari protagonisti, c’è anche un mistero da risolvere riguardo ai genitori di Cora e questa piega, un po’ thriller, è azzeccata e fa venir voglia di investigare insieme ad Etta, Cora ed Henry e a capire cosa si nasconde dietro a questo enigma.
Mentre leggevo mi sono ritrovata a pensare: ma con tutti questi personaggi, riuscirà questo libro ad avere un senso, a chiudere ogni parentesi aperta? Il rischio era grande, anzi, grandissimo, ma da circa metà libro cominci a capire che, alla fine, tutti questi personaggi sono legati tra loro e che un fil rouge (se non, addirittura, una stellina rossa) c’è!
E ad un certo punto, eccolo lì il “Love Actually”…lo vedi ben distinto e capisci cosa intendessero nel paragonarli, anche se, personalmente, l’ho trovato più nella struttura che non nella comicità o nel romanticismo, ma rimane comunque un buon libro che ridà speranza e voglia di credere più nelle ragioni del cuore che non a quelle della mente.


Durata totale della lettura: Tre giorni
Bevanda consigliata: Infuso alla Cigliegia
Formato consigliato: ebook
Età di lettura consigliata: dai 16 anni
Sito dell'autore: Menna Van Praag


      

“Cora sorride al ricordo. E tutt’a un tratto, lo squilibrio tra il suo cuore e la sua testa si aggiusta. Lei lo ama. É la verità. Verità assoluta. Lo ama da sempre. Chiaro e semplice, nero su bianco. Come sia stato possibile che la sua mente brillante abbia ignorato per circa vent’anni un dato tanto lampante e autentico, non riesce proprio a spiegarselo!” 




                      

lunedì 29 agosto 2016

Recensione: Un cuore di pietra

Un cuore di pietra
di Kat Spears



Editore: Newton Compton 
Prezzo E-Book: € 4,99
Prezzo cartaceo: n.d
Pagine: 320
Titolo originale: Sway
Genere: Young Adult 


Jesse Alderman, detto Sgaggio, è all’ultimo anno delle superiori e riuscirebbe a vendere sabbia nel deserto. È anche bravissimo a trovare ciò di cui la gente ha bisogno: compiti di fine semestre, un appuntamento con la reginetta della scuola, documenti contraffatti. Ha pochi amici e non si lascia mai ostacolare dalle emozioni. Per Jesse, la vita è soltanto una serie di transazioni d’affari.
Ma quando Ken Foster, capitano della squadra di football e stronzo a tutto tondo ingaggia Jesse per aiutarlo a conquistare il cuore dell’angelica Bridget Smalley, Jesse si ritrova a provare tutta una serie di emozioni. Seguendo Bridget e imparando i dettagli più privati della sua vita, si innamora per la primissima volta. Stringe anche amicizia con il fratello minore di Bridget, un ragazzo aggressivo, diffidente e colpito da disturbi motori. Jesse inizia così a far visita agli anziani nelle case di riposo per incontrare Bridget, a offrire aiuto ai meno fortunati e ad affezionarsi al ragazzino che lo idolatra. E se l’uomo di latta avesse un cuore, in fondo?
Una sorta di Cyrano de Bergerac moderno, Un cuore di pietra è raccontato dal punto di vista di Jesse in modo schietto e divertente, con le sue ciniche osservazioni sul mondo. Jesse sarà costretto ad affrontare il dolore che cova per un evento accaduto un anno prima e forse, ma solo forse, riuscirà a provare di nuovo dei sentimenti.



Jesse, detto Sgaggio, “riuscirebbe a vendere la sabbia nel deserto”, e non è un’esagerazione. La vita è stata dura con lui, ma questo non gli ha impedito di capire come trovare un posto nel suo mondo. Lui è quello a cui tutti, al liceo, si rivolgono per risolvere i loro problemi – perché lui ha una soluzione per tutto. Non ha molti amici, ma una fidata schiera di collaboratori ed una rete di conoscenze che farebbe impallidire i servizi segreti. Diciamo che, se guardate House of Cards, potete immaginarvi Frank Underwood che dice a Jesse: “sono così fiero di te, figliolo”.
Tra coloro che richiederanno i servigi di Jesse ci sarà Ken, capitano della squadra di football e bullo della scuola. Ken (si, immaginatevelo come il Ken di Barbie: non sbaglierete) si è preso una bella cotta per l’unica ragazza della scuola che non ne vuole sapere nulla di lui: Bridget Smalley. Lei è una ragazza bellissima, che è sempre gentile con tutti, va a trovare tutte le settimane sua nonna (affetta da demenza senile) e fa la volontaria in un centro per disabili. Praticamente una santa. E Jesse, nel raccogliere le giuste informazioni da passare a Ken, si ritroverà ad “adottare” un finto nonno, a diventare amico del fratello di Bridget e ad innamorarsi pure lui di questa ragazza. Ma, si sa, è rischioso mischiare affari e sentimenti…
Bridget, invece, mi è sembrata un personaggio con troppo poco spessore all’interno della storia. Mi sarebbe piaciuto che fosse un po’ più presente nella trama perché – lo ammetto – a volte mi sono quasi dimenticata di lei, troppo presa dai mille intrallazzi di Sgaggio. Inoltre, credo proprio che non le sia ben chiaro quanto “bad boy” sia Jesse, in questa storia. Perché  Jesse vive al confine tra la legalità e l’illegalità, e in diverse occasioni non si fa problemi a sconfinare nella zona buia. È questo, credo, che mi è piaciuto meno di lui: se da un lato mi ha fatto piacere leggere di un  personaggio maschile un po’ sui generis rispetto ai soliti cliché, dall’altro non sono proprio riuscita a farmelo diventare completamente simpatico.

 

Durata totale della lettura: Tre giorni
Bevanda consigliata:  Infuso menta e zenzero
Formato consigliato: Ebook
Età di lettura consigliata: dai 15 anni
Sito dell'autore: Kat Spears

 



"I segreti sono il potere" 

                                            

Anteprime: Bollati Boringheri, Sonzogno e Les Flaneurs

Buona pomeriggio cari lettori, le vacanze stanno volgendo al termine ma per fortuna a risollevarci l'umore ci pensano le case editrici con le loro novita' .

In particolare vogliamo presentarvi un libro firmato Sonzogno e uno Bollati Boringheri che usciranno a giorni e poi un fantastico sconto messo a disposizione per tutti da Les Flaneurs...pronti per uno shopping sfrenato?!



La strada bianca
di Edmond De Waal


Data di Uscita:  1 Settembre 2016
Editore: Bollati Boringheri
Prezzo€  17,00
Pagine: 416



In parte memoir, in parte racconto storico, in parte detective story, La strada bianca racconta la storia dell’ossessione per l’alchimia, l’arte, la ricchezza e la purezza. Nel suo stile avvincente, Edmund De Waal evoca la mappa di un desiderio: una narrazione intima, strutturata intorno a cinque viaggi attraverso i paesi dove la porcellana è stata sognata, fabbricata, perfezionata, ambita collezionata. In realtà la storia di un materiale che attraversa lo spazio e il tempo partendo, più di mille anni fa, da una magica collina cinese di caolino per diffondersi nel mondo intero. Seguiamo De Waal da Jingdezhen a Venezia, a Versailles, a Dublino, a Dresda, alle colline della Cornovaglia e ai monti Appalachi del South Carolina, mentre segue le tracce di una vera propria ossessione, quella del “bianco perfetto”. Eroi o vittime dell’invenzione e della produzione del prezioso materiale, i personaggi più disparati: dagli imperatori cinesi ai loro schiavi; dall’elettore di Sassonia e re di Polonia Augustus II al piccolo alchimista da lui imprigionato perché produca quel materiale «semitraslucido e latteo, come i petali di un narciso»; dal farmacista quacchero che esplora le colline della Cornovaglia distratto solo dalla morte della giovane moglie; a Lenin e al suo intervento al Congresso dei lavoratori del vetro e della porcellana: «Questo bianco è una rivoluzione», fino a Hitler, che allestisce a Dachau un laboratorio per la fabbricazione di statuine da regalare ai membri del suo cerchio magico…


 Donne pericolose
di Compton Mackenzie


Data di Uscita: 1 Settembre 2016
Editore:  Sonzogno
Prezzo: €  16,50
Pagine: 320

Sull’isola di Sirene, al largo del golfo di Napoli, la Grande guerra è solo un’opprimente nuvola grigia, un’eco lontana che minaccia di rendere più triste l’estate. Per questo Rosalba Donsante, eccentrica ereditiera svizzera con la passione per gli abiti da uomo, ci va tutti gli anni: è l’unico luogo al mondo in cui il suo profilo greco e i suoi capelli di bronzo possono continuare a risplendere sotto gli occhi di autentici cultori della bellezza. O sarebbe meglio dire cultrici, perché tra Aurora, Giulia, Hermina, Cléo, Janet, Olimpia e tutte le altre signore e signorine che a Sirene volteggiano intorno a Rosalba, di sguardi virili se ne colgono pochi. Queste figlie dell’aristocrazia europea più emancipata invadono ville e alberghi con una malizia nuova, distante dai costumi di una società ottusa come dagli orrori del conflitto mondiale. I loro baci, le danze, i pettegolezzi, i capricci, gli scambi di coppia, le gelosie incrociate diventano vezzi in grado di scardinare, in anticipo sui tempi, qualunque pregiudizio sull’omosessualità. In un romanzo che all’uscita fece scandalo, Compton Mackenzie racconta il gineceo più ironico e anticonformista del primo Novecento. I monocoli e i cravattini delle sue deliziose maschiette animano una Capri mozzafiato, cui lo pseudonimo di Sirene non fa che donare l’ennesimo tocco di ellenica sensualità. «In questo paese» scriveva l’autore parlando del Regno Unito, «soffriamo ancora della convinzione puritana secondo cui le questioni di sesso, normali o anormali che siano, debbano essere sempre affrontate con serietà. Io credo, invece, che ridere sia la cura suprema per le inibizioni, per la repressione, per i complessi e per tutti gli altri problemi creati da una vita sessuale confusa.»


La casa editrice Les Flaneurs ci ha fatto un bellissimo regalo che ovvimente non potevamo esimerci dal condivedere con voi!

Un buono sconto di ben 5 euro da spendere sul sito www.lesflaneursedizioni.it! Mi raccomando l'offerta e' valida solo fino al 10 Settembre quindi non fatevela sfuggire.

Un po' di shopping post vacanze e' quello che ci vuole per affrontare al meglio di nuovo la routine lavorativa!

domenica 28 agosto 2016

Recensione: Diario Di Una Lady Di Provincia


Diario Di una Lady Di Provincia
di E. M. Delafield

Editore: Beat Edizioni
Prezzo Cartaceo: € 9,00
Prezzo E-Book: Non disponibile
Pagine: 187
Titolo originale: The Diary of a Provincial Lady



È una madre completamente pazza dei suoi figli, ma a volte la sfiora il sospetto che i suoi "dolci bambini" siano totalmente sprovvisti di senso artistico, visto che ascoltano canzoni come Pazzo pazzo Izzy Azzy riprodotte per la bellezza di quattordici volte consecutive al grammofono. È una moglie fedele e devota, ma a volte la sgomenta il comportamento di suo marito. È un'attenta lettrice, ma di tanto in tanto le capita di fare commenti intelligenti su un romanzo come Orlando finché non lo legge, e si rende conto di non capirci un fico secco. È una casalinga senza macchia e paura, ma le accade spesso di offrire ai suoi ospiti pollo e patate crude. È una donna mondana, capace di stare in società, ma, invitata a una soirée letteraria, le capita di scambiare un'ispettrice sanitaria del governo, vestita con una specie di tappezzeria blu, per il perverso autore di "Sinfonia in tre sessi". È una madre che si sforza di non essere ansiosa coi figli, ma non può fare a meno di confrontare i capelli di sua figlia con quelli di altri pargoli, per scoprire che non esiste al mondo nessun altro che li abbia così dritti e spioventi come la sua bambina. È, insomma, la nostra cara, inarrestabile Lady di provincia, capace di assecondare il marito brontolone e accudire le sue piccole pesti organizzando feste, disastrosi pic-nic sotto la pioggia, esilaranti incontri parrocchiali.




Una vera Lady inglese che si rispetti ha molti interessi tra i quali c'è il circolo letterario, organizzare cene di gala e mantenere i giusti rapporti con le persone migliori. Sembrano i classici propositi per una giovane donna nel fiore degli anni che voglia mantenere le apparenze, quello che però non abbiamo detto è che il tutto è condito da un'allegra brigata di bambini pronti a sgominare non solo i piani della loro madre, che ci riesce benissimo da sola, ma anche a rendere la sua vita un pò più frizzante. Questo breve romanzo è un concentrato non solo di ilarità ma anche di personaggi quanto mai simpatici, tra i quali c'è in primis la nostra Lady di Provincia che si contrappone all'altezzosa Lady B. sempre pronta a criticarla. L'autrice E.M. Delafield ci propone un diario carico di impegni tra feste e letture inframezzati appunto dai racconti della Lady sui disastri da lei perpetrati che le causeranno non pochi grattacapi. Una commedia frizzante che riesce a portare il lettore in una dimensione leggera ma mai noiosa o scontata: all'improvviso ci si ritrova quasi a teatro ed è impossibile smettere di seguire le roccambolesche avventure di questa giovane Lady che conquisterà sin da subito i favori del suo pubblico. Mi sono divertita leggendo le sue storie quasi fosse un'amica di vecchia data un pò pasticciona ma tanto simpatica e di cuore: una lettura davvero consigliata soprattutto in queste calde giornate estive quando si cerca uno svago dall'anno lavorativo carico di impegni appena trascorso. Non pensiate di ritrovarvi di fronte ad una semplice lettura perchè gli spunti intellettuali non mancheranno di certo.




Durata totale della lettura: mezza giornata
Bevanda consigliata:  Tè freddo al karkadè
Formato consigliato: Cartaceo
Età di lettura consigliata: dai 16 anni
Sito dell'autore: E.M. Delafield

 




"Preparatevi a vivere un'avventura unica.

                                           &nbsp

venerdì 26 agosto 2016

Recensione: Gelati e sorbetti vegan


Gelati e sorbetti vegan
di Alice Savorelli

Editore: Terra Nuova Edizioni
Prezzo Cartaceo: € 13,50
Pagine: 120

Ah, l’estate! Tempo di gelati golosi, granite dissetanti, ghiaccioli e sorbetti. Avete mai provato a farli con le vostre mani, senza latticini e zuccheri raffinati? La gelatiera non è indispensabile, sono sufficienti un congelatore, un mixer e pochi e semplici accorgimenti. In questo libro, ricette classiche si combinano con altre più curiose e innovative, fresche e deliziose tentazioni sia dolci che salate. Oltre al tradizionale gelato alla nocciola ne troviamo altri più inconsueti al tahin o al tè matcha. Non mancano granite e ghiaccioli con un tocco di originalità, come la granita al melone bianco e basilico e il ghiacciolo al gazpacho. Imperdibili i sorbetti con pomodoro, peperoni, sedano o cavolo cappuccio, da servire come antipasto o rinfrescante aperitivo. Tutto guarnito con salse e cialde fatte in casa, utilizzando solo ingredienti sani e facili da reperire come lo sciroppo d’acero e le panne vegetali. Un libro imperdibile per gli intolleranti al lattosio e per tutti coloro che hanno scelto un’alimentazione etica, sana e a basso contenuto di zuccheri.



D'estate a tutti viene istintivamente voglia di gelato(anche se a me piace mangiarlo anche di inverno :P) e sorbetti che possano rinfrescarci dalla calura che ci avvolge e se poi riusciamo a farli da soli con prodotti naturali e salutari la cosa diventa molto piu' interessante. Di solito i gelati non sono mai riuscita a prepararli come si deve in casa perche' le classiche ricette prevedono l'uso della gelatiera che purtroppo mi manca, grazie alle ricette di questo libro ho scoperto che non serve e basta il frigo di casa ed in piu' posso sperimentare ricette gustose senza latte e zucchero per chi e' intollerante al lattosio oppure vuole fare piu' attenzione alla linea. Come introduzione infatti troviamo diverse alternative allo zucchero raffinato di facile reperibilita' e diversi suggerimenti per poter guarnire con toppings diversi ed un tocco piu' goloso i vari gelati e sorbetti che prepariamo, le ricette poi sono tante e variano dal gelato, ai semifreddi, ai ghiaccioli, ai sorbetti e alle cialde, intervallate da meravigliose immagini davvero invitanti ed e' bello scoprire come sia facile preparare tutte queste prelibatezze in maniera semplice e comodamente nella nostra cucina, magari facendoci anche aiutare dai piu' piccoli che non resistono mai davanti al gelato! Tanti ottimi spunti per delle merende golose o dolci concessioni che vogliamo farci quando il caldo e' davvero insopportabile e scoprire come il gelato fatto in casa sia mooolto piu' buono di qualsiasi altro comprato o gia' confezionato.


Durata totale della lettura: Da consultazione
Bevanda consigliata: Granita di melone e cannella
Formato consigliato: Cartaceo
Età di lettura consigliata: dai 17 anni
Sito dell'autrice: Alice Savorelli





      "Gelati, semifreddi, sorbetti, ghiaccioli e granite fatti in casa con ingrendienti sani, naturali e ricchi di sapore."


              

giovedì 25 agosto 2016

Recensione: Tra due mondi

Tra due mondi
di Jennifer L. Armentrout

Covenant Series #1

Editore: Harper Collins Italia 
Prezzo E-Book: € 6,99
Prezzo cartaceo: € 16,00 
Pagine: 331
Titolo originale: Half Blood


Gli Hematoi discendono dall'unione di dei e mortali, e i figli di due Hematoi di sangue puro hanno poteri di origine divina. I nati dall'unione tra i figli degli Hematoi e i mortali, invece... be', non proprio. I Mezzosangue hanno solo due possibilità: venire addestrati per diventare Sentinelle con il compito di combattere e uccidere i daimon o diventare servitori nelle dimore dei Puri. 
La diciassettenne Alexandria preferirebbe rischiare la vita lottando piuttosto che sprecarla pulendo i pavimenti, ma non è detto che ci riesca. La sua condotta, infatti, è tutt'altro che irreprensibile. Ci sono diverse regole che gli studenti del Covenant, come lei, devono seguire e Alex ha dei problemi con tutte, ma soprattutto con la numero 1: le relazioni tra i Puri e i Mezzosangue sono proibite. Sfortunatamente, lei è attratta da Aiden, bellissimo e... Puro. Comunque innamorarsi di Aiden non è il suo più grande problema, rimanere in vita abbastanza a lungo e diventare una Sentinella invece sì. Se fallirà nel suo compito, dovrà fronteggiare un futuro più terribile della morte o della schiavitù: diventerà un daimon, e Aiden le darà la caccia. E quella sarebbe una vera disgrazia.



Sentii parlare per la prima volta della Armentrout tanti anni fa. Ricordo che stavo parlando con una ragazza straniera appassionata del genere urban fantasy. Credo di averle risposto “Jennifer who?”, e quindi lei mi lanciò uno sguardo pieno di compassione. Mi obbligò ad appuntarmi il titolo di questa serie – Covenant – e mi fece promettere che prima o poi avrei letto il primo libro della serie. 
Un po’ per pigrizia, un po’ perché ho già una lista infinita di libri da leggere, fino ad oggi quella promessa era rimasta lettera morta. Poi, un bel giorno, la Harper Collins ha portato  anche in Italia la serie Covenant e mi sono detta che forse era finalmente giunta l’ora di tener fede alla mia promessa (anche se sono convinta che fosse ormai caduta in prescrizione).
La storia ricorda L’Accademia dei Vampiri di Michelle Read e ammetto di essere stata un po’ preoccupata quando mi sono resa conto delle somiglianze. Insomma, io sono una fan della serie della Mead, e temevo di ritrovarmi tra le mani una brutta copia. E non vi dico il mio sollievo quando mi sono resa conto che non era così. È vero, ci sono somiglianze, ma ci sono anche delle differenze – tante – e due stili di scrittura diversi tra loro, sebbene entrambi capaci di appassionare il lettore. La Armentrout è davvero una signora scrittrice, perché – quasi non oso dirlo – mi ha fatto amare Alexandria più di Rose (anche se di poco). Aidan e Dimitri se la giocano ancora ad armi pari, vi farò sapere con i prossimi libri chi la spunterà tra i due.
Ma torniamo al libro, che inizia subito con il botto: Alexandria – detta Alex – è inseguita da dei Daimon, gli stessi che hanno ucciso sua madre, una Hematoi. Sua madre poteva controllare gli elementi, mentre Alex può solo contare sulla sua forza per difendersi: lei è una Mezzosangue, non una Hematoi purosangue come sua madre. Eppure lei è una tipa sveglia, e non a caso era una delle migliori studentesse del Covenant (sorvoliamo sul fatto che fosse anche una delle alunne più indisciplinate, almeno per ora…) prima che sua madre la obbligasse a lasciare la scuola e a nascondersi tra gli umani per tre anni.
Fortunatamente, una squadra di Sentinelle viene a salvarla e la riporta al Covenant, ma non prima che Alex dimostri le sue sbalorditive capacità di lotta. E così Alex ritorna di nuovo nel mondo in cui è cresciuta – tra vecchi amici ed antiche inamicizie, e con un nuovo, affascinante istruttore: Aidan,  un Hematoi purosangue che era nel gruppo che l’ha recuperata e che ha visto il grande potenziale di Alex nella lotta. Ma prima che vi facciate filmini mentali io vi avverto: Hematoi e Mezzosangue non possono avere delle storie d’amore…
Alexandria, diciamocelo pure, è un personaggio talmente sassy e badass che è difficile restarle indifferenti. Quando si piange addosso è perché ha tutte le ragioni per farlo, e le sue scelte sono sempre al limite tra la stupidità e l’eroismo. Altro aspetto che consacra la Armentrout a maestra della scrittura: Alexandria passa metà del libro ad allenarsi – roba che mi sentivo stanca io per lei a pensarla chiusa tutto quel tempo in palestra – eppure noi manco ce ne accorgiamo (oltretutto, se  hai un istruttore come Aidan gli allenamenti non sono di certo noiosi! Anzi, sei pure disposto a prenderti la residenza in palestra). Il mondo degli Hematoi, dei Daimon, dei Mezzosangue e dell’Apollyon (Seth, sento che ci riserverai tante gioie e altrettanti dolori nei prossimi volumi!) è complesso ed affascinante, e sono davvero curiosa di vedere come evolverà la situazione (e gli allenamenti di Alexandra) alla luce degli avvenimenti di questo libro.



Covenant Series
#0.5 Daimon
#1    Tra due mondi - Half Blood
#2    Cuore puro - Pure (previsto in Italia per Novembre 2016)

#3    Deity
#3.5 Elisir
#4    Apollyon
#4.5 One and Only
#5    Sentinel 


Durata totale della lettura: Tre giorni
Bevanda consigliata:  The alla menta
Formato consigliato: Cartaceo
Età di lettura consigliata: dai 16 anni
Sito dell'autore: Jennifer L. Armentrout

 



"Ucciderai coloro che ami. È scritto nel tuo sangue, nel tuo destino." 

                                            

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...