giovedì 27 aprile 2017

Recensione: Assalto a Villa del Lieto Tramonto

Assalto a Villa del Lieto Tramonto
di Minna Lindgren

Editore: Sonzogno
Prezzo E-Book: € 9,99
Prezzo cartaceo: € 16,50
Pagine: 240
Titolo Originale: Ehtoolehdon tuho
Genere: Thriller, Giallo


Dopo Mistero a Villa del Lieto Tramonto e Fuga da Villa del Lieto Tramonto, la Trilogia di Helsinki si chiude con una nuova commedia dolceamara, che ci trasporta in un mondo non troppo futuribile e dimostra, con intelligente e tenera ironia, che all’avanzata della tecnologia si può anche resistere.

«Tra ironia e propensione all'avventura, Minna Lindgren descrive il lato scanzonato della vecchiaia; la sua serie diverte il lettore e fa vincere l'ottimismo.» - La Repubblica

«La terza età raccontata con il migliore umorismo finlandese.» - Gioia

«Ascoltatemi bene, miei compagni di morte! Dobbiamo smetterla di terrorizzarci a vicenda con il giorno dell'apocalisse. Io dico che potremmo far scoppiare una guerra qui al Lieto Tramonto. Su, forza, cosa stiamo aspettando?»

Villa del Lieto Tramonto non è più la stessa. Un avveniristico progetto di teleassistenza, combinato alle stravaganti invenzioni della domotica, ha scombussolato ritmi e abitudini della residenza per anziani alla periferia di Helsinki. Che fare se il frigorifero parlante ripete all’infinito la lista degli alimenti in scadenza? Come intrattenere il robottino da compagnia per evitare la raffica dei suoi stupidi quiz? Tra una partita di canasta e un caffè solubile, sono questi i nuovi argomenti di conversazione di Siiri, Irma e Anna-Liisa, le tre arzille e affiatate amiche che mai avrebbero immaginato – a novant’anni suonati – di doversi difendere dai minacciosi prodigi della tecnica. Da quando il personale in carne e ossa è stato licenziato, gli ospiti del Lieto Tramonto comunicano con l’esterno attraverso sofisticate e irritanti pareti intelligenti, mentre le macchine si occupano di tutto. Ma chi controlla dal cloud questa fredda tecnologia e chi lucra sul suo massiccio impiego? I dubbi si infittiscono nell’impavido e inseparabile terzetto di nonnine dopo la comparsa di misteriosi volontari: si presentano come fervidi credenti, ma la loro ostinazione nel racimolare donazioni in denaro è a dir poco sospetta. Per fare luce sulle loro reali intenzioni serviranno tutto il sangue freddo di Siiri, la spensierata vaghezza di Irma, l’acume di Anna-Liisa... e un inatteso aiuto della cara, vecchia Madre Natura. Dopo Mistero a Villa del Lieto Tramonto e Fuga da Villa del Lieto Tramonto, la Trilogia di Helsinki si chiude con una nuova commedia dolceamara, che ci trasporta in un mondo non troppo futuribile e dimostra, con intelligente e tenera ironia, che all’avanzata della tecnologia si può anche resistere.










La vita a Villa del Lieto Tramonto è cambiata radicalmente: niente più infermieri, niente più inserviente o contatto umano ora tutto è automatizzato le pareti sono completamente digitali ed anche il cibo che viene servito, sempre tramite un distributore, è creato da una stampante 3D. Per Siiri, Irma ed Anna-Liisa tutta questa modernità sembra fuori luogo soprattutto quando per le camere degli ospiti si aggirano sospettosi topi ed i poveri pazienti muoiono da soli nelle loro stanze. Si conclude la trilogia di Helsinki nata dalla fantasia di Minna Lindgren ed è un vero dispiacere salutare questre tre arzille nonnine che mi hanno saputo intrattenere e divertire in ogni capitolo. Come vorrei una nonnia dolce come Irma, perspicace come Anna-Liisa e premurosa come Siiri, in loro compagnia le pagine sono volate via e le loro avventure rimarranno nella mia memoria a lungo. Minna Lindgren ha saputo creare tre personaggi davvero fuori dal comune, tre vecchine tutte sulla novantina che passano le loro giornate tra giri in tram per Helsinki e partite a carte mentre nella loro casa di riposo strani eventi le insospettiranno ..e chi potrebbe mai aiutarle? Dovranno fare tutto da sole, come ogni volta! Questa volta sotto la lente d'ingrandimento di Minna c'è al tecnologia che a Villa del Lieto Tramonto ha sostituito ogni contatto umano: gli ospiti vivranno continuamente monitorati a distanza da sensori e da rilevatori, ma non saranno mai stati più soli di così. Questra trilogia non solo ha la meravigliosa caratteristica di essere dei fantastici gialli con tre protagoniste irriverenti ma ogni volume denuncia una mancanza legata al suo paese ed aiuta così anche il lettore a riflettere su determinati aspetti della nostra vita: quanto ci curiamo dei nostri cari? quanta importanza hanno i soldi? quanto spazio ha la tecnologia nelle nostre vite quotidiane? Insomma diversi sono i temi e diversi sono i modi in cui Minna ce li propone ma alla fine della lettura nella mente del lettore rimangono riflessioni ed interrogativi importanti. La seconda tematica affrontata è quella della strumentizzazione della religione, un tema delicato e controverso ma soprattutto attuale che Minna sa trattare con delicatezza ed efficacia. Come sempre è un piacere lasciarsi trasportare dalla voce narrante di Siiri e scoprire in che nuovo guaio si andranno a cacciare queste tre allegre vecchine, ed è un peccato che questa trilogia si sia conclusa così presto. Imperdibili i suoi romanzi, se ancora non avete avuto modo di leggerli recuperate!



 
Trilogia di Helsinki

- Mistero a Villa del Lieto Tramonto
- Fuga da Villa del Lieto Tramonto
- Assalto a Villa del Lieto Tramonto




Durata totale della lettura: due giorni e mezzo
Bevanda consigliata:  Tè al melone
Formato consigliato: cartaceo
Età di lettura consigliata: dai 17 anni
Sito dell'autore: Minna Lindgren

 






"Un'ultima avventura per le vecchiette più amate di Helsinki."



                      
   

                                        

2 commenti:

  1. Saranno (forse) i prossimi (spero) che leggerò

    RispondiElimina
  2. Cara patrizia fammi sapere la tua impressione quando lo leggerai!!

    RispondiElimina

Commenta e condividi con noi la tua opinione!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...