mercoledì 29 luglio 2020

Review Party: La casa di sale e lacrime

Continuiamo la giornata con un evento speciale, ovvero il Review Party dedicato al libro "La casa di sale e lacrime" di Erin A. Craig edito Fanucci Editore. Avete voglia di un young adult dai toni dark e gotici con una maledizione da sfatare? Allora credo che questo possa fare al caso vostro!





La casa di sale e lacrime
di Erin A. Craig

Editore: Fanucci Editore
Prezzo: € 14,90
Pagine: 324
Titolo originale: House of Salt and Sorrows


Annaleigh conduce una vita riservata e isolata a Highmoor nella casa di famiglia sulle coste rocciose di Salten, con le sorelle, il padre e una matrigna. Un tempo erano dodici, ma ora un inquietante silenzio rimbomba nelle grandi stanze, dopo che quattro vite sono state interrotte. Ogni morte è stata più tragica della precedente: un’epidemia, una caduta fatale, un annegamento, un tuffo insidioso... E nei villaggi circostanti corre voce che la famiglia sia stata maledetta.
Ossessionata da una serie di visioni spettrali, Annaleigh è sempre più convinta che le morti non siano state solo un incidente. Tutte le notti fino al sorgere del sole le sue sorelle partecipano di nascosto a balli scintillanti, strette in eleganti abiti di seta e scarpine luccicanti, e Annaleigh non sa se cercare di fermarle o unirsi ai loro appuntamenti segreti per scoprire cosa sta succedendo. Perché con chi, o con cosa, stanno davvero ballando?
Quando il coinvolgimento di Annaleigh con un misterioso ed enigmatico sconosciuto si intensifica, dandole nuovi elementi per scoprire la verità su ciò che sta distruggendo la sua famiglia, inizia una corsa contro il tempo per sciogliere l’oscuro enigma che coinvolge le sue sorelle, prima che venga rivendicata la prossima di loro.





Quello che mi ha colpito subito di questo libro è stata la copertina, il fatto che sia un retelling di una famosa fiaba dei fratelli Grimm "Le dodici principesse danzanti" e la prospettiva di un mistero da risolvere. Iniziamo a conoscere la famiglia di Annaleigh alla vigilia della morte della sorella Eulalie, purtroppo non è la prima morte che si verifica nella sua famiglia composta ora da sette sorelle originariamente in dodici in totale. Impariamo a conoscere ogni sua sorella, il severo padre a la neo matrigna Morella, che sembra incline a spingere l'intera famiglia a non crogiolarsi nel lutto ma a reagire e a pensare al futuro senza rimuginare troppo nel dolore del passato.
Annaleigh è l'unica tra le sorelle a non volersi omologare a questa scelta, tra tutte emerge fin da subito e non ha paura di dire quello che pensa e fronteggiare il padre andando controcorrente. Attraverso i suoi occhi impariamo a conoscere meglio il resto della sua famiglia afflitta da una sorta di maledizione, come crede la maggiornaza degli abitanti del villaggio, alla quale però lei non vuole credere e cedere e proprio spinta da questo motivo inizia ad indagare per cercare una spiegazione che non sia accidentale per la morte delle sue care sorelle. Annaleigh ben presto durante le sue indagini inizia ad avere visioni di fantasmi e terrificanti incubi e indizio dopo indizio la portano a svelare l'intero incantesimo che sembra tormentare lei e i suoi cari che ha origini molto antiche.
Le atmosfere create dalla Craig sono davvero uniche e sicuramente il punto forte di tutto il libro, nonostante la presenza di tante figure femminili, balli, vestiti e ninnoli di contrasto troviamo delle sfumature molto dark e horror che spesso ci fanno venire i brividi durante la lettura e ci infondono una sorta di ansia e pathos che ci tengono sulle spine spingendoci ad andare avanti. La nota rosa proviene dall'incontro fortuito di Annaleigh con Cassius, la loro love story soddisfa gli animi delle lettrici più romantiche come me e non mancheranno le difficoltà, come la presenza di Fisher, il primo amore della nostra protagonista che riciccia fuori per portare scompiglio.
Una favola conosciuta che in questo caso viene arricchita da toni oscuri e misteriosi che le donano una veste completamente nuova, una lettura che mi ha appassionato come poche e che soprattutto nelle ambientazioni e nelle note cupe e tenebrose trova la sua originalità nonostante dei personaggi non particolarmente caratterizzati e un plot in molti casi a mio avviso intuibile che mi hanno condizionato nell'assegnazione dei diamantini che per me sono tre e mezzo.
Se amate i retelling, questo mi sento di definirlo unico nel suo genere, include in un solo libro storie di fantasmi, maledizioni antiche, dettagli e richiami al mondo marino, un portale magico e un mistero da risolvere, un mix decisamente affascinante!


Durata totale della lettura: Cinque giorni
Bevanda consigliata: Latte di mandorla
Formato consigliato: Cartaceo
Età di lettura consigliata: dai 14 anni
Sito dell'autrice: Erin A. Craig


Per conoscere meglio questo titolo vi consiglio di visitare tutti i blog partecipanti a questo speciale. Vi lascio la lista di seguito e buona lettura.





    Si ringrazia la casa editrice per la copia omaggio
                                        

1 commento:

  1. Non conosco la favola dei Grimm da cui è tratto il libro...oddio...ne hanno scritte troppe!
    Questo libro mi incuriosisce però boh... bella recensione.

    RispondiElimina

Commenta e condividi con noi la tua opinione!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...