giovedì 20 maggio 2021

Review party: Il grido della rosa

Buon giovedì cari lettori, oggi vogliamo presentarvi il nuovo libro di Alice Basso con un review party a lei dedicato



Il grido della rosa
di Alice Basso

Editrice: Garzanti
Prezzo cartaceo: € 16,90
Prezzo Ebook: € 9,99
Pagine: 304
Genere: Narrativa moderna

Lavora per una rivista di gialli.
Per amici ha i detective dei libri.
Grazie a loro trova la verità.
 
Torino, 1935. Mancano poche settimane all’uscita del nuovo numero della rivista di gialli «Saturnalia». Anita è intenta a dattilografare con grande attenzione: ormai ama il suo lavoro, e non solo perché Sebastiano Satta Ascona, che le detta la traduzione di racconti americani pieni di sparatorie e frasi a effetto, è vicino a lei. Molto vicino a lei. Alla sua scrivania Anita è ancora più concentrata del solito, ancora più immersa in quelle storie, perché questa volta le protagoniste sono donne: donne detective, belle e affascinanti, certo, ma soprattutto brave quanto i colleghi maschi. Ad Anita sembra un sogno. A lei, che mal sopporta le restrizioni del regime fascista. A lei, che ha rimandato il matrimonio per lavorare. A lei, che legge libri proibiti che parlano di indipendenza, libertà e uguaglianza. A lei, che sa che quello che accade tra le pagine non può accadere nella realtà. Nella realtà, ben poche sono le donne libere e che non hanno niente da temere: il regime si fregia di onorarle, di proteggere persino ragazze madri e prostitute, ma basta poco per accorgersi che a contare veramente sono sempre e solo i maschi, siano uomini adulti o bambini, futuri soldati dell’Impero. E così, quando Gioia, una ragazza madre, viene trovata morta presso la villa dei genitori affidatari di suo figlio, per tutti si tratta solo di un incidente: se l’è andata a cercare, stava di sicuro tentando di entrare di nascosto. Anita non conosce Gioia, ma non importa: come per le sue investigatrici, basta un indizio ad accendere la sua intuizione. Deve capire cosa è successo veramente a Gioia, anche a costo di ficcare il naso in ambienti nei quali una brava ragazza e futura sposa non metterebbe mai piede. Perché la giustizia può nascondersi nei luoghi più impensabili: persino fra le pagine di un libro.
La nuova protagonista nata dalla penna acuta di Alice Basso ha conquistato tutti: le classifiche dei libri più venduti, i lettori che sono già fan della ghostwriter Vani Sarca e la stampa più autorevole. Anita è entrata nel cuore di chiunque ami il potere dei libri, le investigazioni ricche di misteri e le protagoniste uniche nel loro genere.






Mancano solo quattro mesi al matrimonio anche se Anita cerca in tutte le maniere di non pensarci. Ma è impossibile quando hai una mamma come la sua con non fa altro che ricordartelo. Tra quattro mesi il suo lavoro come dattilografa per Saturnalia si concluderà e lei si ritroverà nel ruolo di moglie e di madre (di almeno sei bambini). Anita però non riesce a farsene una ragione, la sua vita come dattilografa, inizia solo come una sfida alla monotonia e al matrimonio, ora le piace, la fa sentire viva per la prima volta. Forse il merito sarà anche di Sebastiano, ma è meglio non pensarci. Alice Basso torna nelle nostre librerie con il secondo volume dedicato ad Anita. Si può dire che ogni suo romanzo è meglio del precedente? Sarà troppo di parte? Ogni volta che esce un suo nuovo  romanzo non sto nella pelle, devo averlo perchè so che per qualche giorno vivrò avventure fantastiche. Ancora una volta il suo stile narrativo si riconferma vincente: ironica e critica verso il regime, ritaglia addosso ad Anita un vestito perfetto da ragazzina bella (sapendo di esserlo) pagina dopo pagina si trasforma sotto i nostri occhi. I soprusi del regime sono sempre più lampanti, ma è possibile che solo lei se ne renda conto? Insieme a Sebastiano ancora una volta Anita farà la sua parte contro il regime, non starà solo zitta ma attraverso la carta denuncerà la verità. Impossibile non amare Anita. Impossibile non amare Alice Basso.

Durata totale della lettura: tre giorni
Bevanda consigliata: tè alla frutta
Formato consigliato: cartaceo
Età di lettura consigliata: dai 16 anni


"Mancano solo quattro mesi al matrimonio. Anita però ora sogna solo la sua libertà e indipendenza."

    
                                

                                         Si ringrazia la casa editrice per la copia omaggio.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta e condividi con noi la tua opinione!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...