mercoledì 21 settembre 2016

Recensione: Normal


Normal
di Graeme Cameron

Editore: HarperCollins Italia
Prezzo Cartaceo: € 18,00
Prezzo E-Book: Non Disponibile
Pagine: 330
Titolo originale: Normal
Genere: thriller

Vive nella vostra comunità, in una bella casa, con un giardino ben tenuto. Fa la spesa nel vostro negozio di fiducia, e se vi urta una spalla si scusa con un sorriso. Se è incolonnato di fianco a voi in autostrada, vi lascia passare con un gentile gesto della mano. Quello che non sapete, di lui, è che sotto il garage, in una stanza segreta, possiede una gabbia elaborata, e quel cibo che sta pagando alla cassa è per la ragazza che tiene chiusa lì dentro contro la sua volontà. Una di una lunga lista, e non sa che cosa la aspetta. È così da molto tempo. È normale, e funziona alla perfezione. Poi incontra la cassiera dell'alimentari aperto 24 ore su 24 e tutto cambia. A quel punto il piano, la caccia, la stanza... le altre non gli servono più. Ha bisogno solo di lei. Ma proprio quando decide di redimersi, la polizia gli sta col fiato sul collo. Lui potrebbe anche riuscire a nascondere le proprie tracce, se non fosse per un piccolo particolare: c'è ancora qualcuno nella sua gabbia.




Avere una bella casa, un lavoro ed essere un buon vicino si avvina al tanto elogiato sogno americano: ma quello che vi trovate di fronte, del quale state per leggere le gesta e la storia non è un vicino che vorreste avere con il quale vorreste che i vostri figli giocassero. Lui è un serial killer: nel suo garage proprio in questo momento c'è la sua ultima vittima, una ragazza imprigionata che non sa ancora cosa la aspetta. La polizia sta iniziando a cercare nella giusta direzione e mentre il cerchio si stringe attorno alla gola del serial killer la sua vita cambierà proprio grazie a quella ragazza rinchiusa là sotto. Graeme Cameron come un esperto regista non solo ha intrecciato una trama ben congeniata ma l'ha condita con un pò di humor nero che ha reso la lettura divertente, lo so che sembra un paradosso soprattutto se stiamo parlando di un serial killer che ama la "carne" in tutti i sensi e che rapisce giovani donne ma non riuscirete a restistere, riderete come ho fatto io. So che penserete anche che un thriller con protagonista un serial killer sia una storia già letta e già vista con Dexter ma voi non avete ancora incontrato Lui. L'autore non ci svela il suo nome così come il suo aspetto fisico, ci lascia solo conoscere il suo passato triste che l'ha portato ad essere la bestia che è diventata quando lo incontreremo. E' stata un'ottima trovata quella di Cameron di lasciar totale spazio all'immaginazione del lettore che si ritroverà a dare un nome, per me è Philip, ed un volto al killer: questo incentivo non solo ha reso più affascinante la lettura ma mi ha coinvolta maggiormente pagina dopo pagina. Scavando nel passato non solo di Philip ma anche degli altri personaggi l'autore tratta dei temi scottanti quali il disagio familiare e l'odio che riesce a coprire e a seppellire l'umanità del singolo individuo trasformandolo in un essere mostruoso. In definitiva grazie alla caratterizzazione dei personaggi e all'assolutamente innovativo modo di congeniare un thriller questo romanzo balza di diritto tra i primi posti dei miei preferiti.


Durata totale della lettura: due giorni
Bevanda consigliata:  Tè freddo alla menta
Formato consigliato: Cartaceo
Età di lettura consigliata: dai 18 anni
Sito dell'autore: Graeme Cameron

 




"Iniziate a correre..siete il suo pranzo" 

                          

                     

2 commenti:

  1. ù.ù lo segno senza ombra di dubbio!

    RispondiElimina
  2. Saya!! Voglio assolutamente sapere un tuo parere dopo che l'avrai letto

    RispondiElimina

Commenta e condividi con noi la tua opinione!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...